Incomprensioni (omaggio a Bergman)

Che cosa nascondono i vortici delle menti, che cosa producono le sinapsi chimiche del nostro cervello? Se è già difficile comprendere le proprie, intrigate tra sapere e potere, tra meschinità e grandezze, non è nemmeno ipotizzabile, anche soltanto intuire quelle degli altri. Quando un gesto, a te, consueto e solito scatena in altri allarmanti pensieri e frenetici tentativi, cosa collega a cosa? Cosa nascondono allora … Continua a leggere Incomprensioni (omaggio a Bergman)

La melassa è fastidiosa e falsa

Sono stanca della melassa che giornalmente ci viene spalmata dalle televisioni che, ancor più di prima, oggi sono sempre accese. A quella del siamo tutti uguali. A quella del riscoprirci uniti negli stessi valori. A quella della vita che grida dai balconi. A quella della solidarietà di quartiere. A quella della pavarottiana “nessun dorma”. A quella dell’Italia che resiste (ma non l’Italia di De Gregori). … Continua a leggere La melassa è fastidiosa e falsa

18.40 – 1° maggio 1994 – Imola

Una corsa finita troppo presto, lo choc, il mondo che piange e quel sorriso bello quanto triste diventato di colpo immortale. Ayrton Senna non era un campione come tanti, poteva salire su una macchina qualsiasi e il colore non avrebbe fatto differenza: i tifosi lo seguivano ovunque, perché era lui che amavano. Ventisei anni sono tanti, la formula uno è un’altra storia, ha scritto pagine … Continua a leggere 18.40 – 1° maggio 1994 – Imola