Il decalogo di Fini

Il decalogo del “compagno Gianfranco” 01) Lo stato è laico e non comanda la chiesa 02) Bisogna rispettare le leggi e le istituzioni 03) La Costituzione è di tutti e non di uno solo 04) Gli immigrati non sono tutti delinquenti e i profughi devono avere il diritto d’asilo 05) Si deve indagare sulle stragi di  mafia 06) Le camere le scioglie il Presidente della … Continua a leggere Il decalogo di Fini

La escort e il presidente del consiglio sono simili: una fa la puttana l’altro dice puttanate

Non ho guardato la puntata di mercoledì u.s. di porta a porta del prode vespone perchè non lo vedo da illo tempre. Siccome se ne è molto parlato mi sono sentita in obbligo di guardare da youtube la telefonata del PdC, la nuovissima battuta del Silvio nazionale sulla Bindi, e la sconcertante dichiarazione del ministro dal noto lodo. Ho così scoperto che per Alfano la … Continua a leggere La escort e il presidente del consiglio sono simili: una fa la puttana l’altro dice puttanate

La coscienza, la pietà e le leggi

Copio un post trovato al seguente indirizzo: http://raffaeleparente.wordpress.com che mi trova perfettamente d’accordo A noi comuni cittadini stupisce che si continui a motivare l’intervento dell’esecutivo nella vicenda Englaro sulla base della Convenzione dell’ONU sui “Diritti delle persone con disabilità”. Non si dovrebbe tirare in ballo la Convenzione nel caso di Eluana Englaro in modo sbagliato e strumentale in quanto l’Italia non l’ha’ ancora ratificata. La … Continua a leggere La coscienza, la pietà e le leggi

La violenza, gli stupri e le cazzate

Parlare della violenza sulle donne è tema delicato che mi ha sempre coinvolto in modo particolare, da quando portavo gonne lunghe, zoccoli, fiori nei capelli, andavo alle manifestazioni, subivo le cariche della polizia. E’ un tema che va affrontato con dignità e pudore, perchè sul corpo della donne, da sempre, si sono giocate partite sporche, che hanno radici nella mentalità e nella cultura dei popoli. … Continua a leggere La violenza, gli stupri e le cazzate