Il redentore

Per incastrare B. non è necessario intercettarlo: basta lasciarlo parlare. Nelle dichiarazioni spontanee del 2003 al processo SME, dov’era accusato di un bonifico da un suo conto svizzero a uno di Previti a uno di Squillante, tenne al tribunale una memorabile lezione su come si corrompe un giudice pagandolo cash: “Ma vi pare che, se uno versa 500 milioni destinati a un fine illecito, fa … Continua a leggere Il redentore

Donne, razza nemica

Questa è una lettera che ho trovato su una chat leggermente delirante: Buongiorno a tutti, sinceramente se avessi la possibilità di scegliere preferirei che la donna della mia vita fosse VERGINE. Mi da un po’ fastidio infatti pensare che qualcuno prima di me ne abbia goduto delle grazie, oltre che colpito nell’orgoglio mi sentirei ferito nel cuore. Con questo non voglio dire che le “già … Continua a leggere Donne, razza nemica

Di tutto un po’

Questo post mi è venuto in mente leggendo altri blog piuttosto interessanti. A Berlusconi, che intende comprare casa a Venezia, naturalmente sul Canal Grande, perchè mica può andare a rintanarsi in una calle qualunque senza che le guide possano indicare agli stupefatti turisti quale sia la casa di illu, consiglierei Ca’ Dario che porta un po’ sfiga ma è uno dei palazzi storici più belli … Continua a leggere Di tutto un po’

Non era una folla ma era un popolo

Leggendo l’editoriale di Scalfari oggi su repubblica sono rimasta particolarmente impressionata dal titolo del medesimo. “Non era una folla ma era un popolo”, perchè la folla può avere qualcosa di indefinito, un magma indistinto, una giustificazione differente per ognuna delle persone che tale folla compongono; un popolo, al contrario, ha un’identità precisa, ha un comune sentire, uno scopo univoco. Non sono molto d’accordo con Curzio … Continua a leggere Non era una folla ma era un popolo