L’arma della preghiera

Pregare è un diritto. Ed è un diritto che io, atea, non vorrei fosse negato ad alcuno. Ai cattolici, ebrei, mussulmani, induisti, buddisti, protestanti, anglicani, testimoni di Genoa, avventisti del settimo giorno e chi più ne ha più ne metta e non necessariamente nell’ordine scritto. Pregare non è, però, un diritto che prescinde dal diritto degli altri. Pregare, anche insieme ad altri, è essenzialmente un … Continua a leggere L’arma della preghiera

L’indisponibilità del corpo

Ieri si è festeggiato il centenario della festa della donna. Penso, da tempo, che da festeggiare ci sia ben poco, piuttosto sarebbe il caso di combattere, con tutte le armi possibili, ogni singolo giorno nelle nostre case, nei posti di lavoro, nelle piazze, senza più lasciar correre niente, senza far passare più nulla, perché è stata la goccia dopo goccia ad erodere le poche conquiste … Continua a leggere L’indisponibilità del corpo

8 marzo alla rovescia

Ma davvero sono tutte così in malafede? Non ci si può credere, perché quando poi ci parli in privato, off record, lontano dai microfoni, dai palchi e dalle convention (a me con qualcuna di loro è capitato), le donne del Pdl lo ammettono: altro che gossip, il Ruby gate è uno scandalo politico. Altro che chiacchiere e barzellette, Berlusconi è stato un disastro per le … Continua a leggere 8 marzo alla rovescia

Legge 40: incostituzionale!

Non è un pesce d’aprile, anche se inizialmente l’ho pensato! La corte costituzionale dichiara che alcuni articoli della legge 40 sulla procreazione medicalmente assistita sono incostituzionali. Precisamente: – in riferimento all’articolo 14, comma 2, che stabilisce che gli embrioni  siano immessi nell’utero della donna con “unico e contemporaneo impianto, comunque non superiore a tre” – sempre in riferimento all’articolo 14, comma 3, nella parte in … Continua a leggere Legge 40: incostituzionale!