Gli italiani costano 80 euro


Gli italiani costano 80 euro.

Questo refrain l’ho letto spesso, spessissimo  in rete ieri sera sui tweet degli elettori del movimento cinque stelle.

Quindi gli italiani costano 80 euro? Credo veramente che la risposta sia un no, ed un no abbastanza secco.

Credo che questi soldi abbiano convinto qualcuno, ma decisamente non è stato l’elemento scatenante della valanga renziana; conosco molta gente che ha avuto l’aumento e ha votato per Grillo ed altrettanti che i soldi non li hanno percepiti, ma hanno votato il PD di Renzi.

Quello che in massima misura ha fatto vincere il partito democratico è stata la non volontà di Grillo a governare, il rifiuto totale della responsabilità di gestione della cosa pubblica per mantenere un profilo di purezza e castità politica.

Se osservo i parlamentari grillini, o almeno quelli autorizzati ad esprimere il pensiero comune, mi viene il sospetto che Beppe Grillo e Casaleggio siano stati costretti a tenere questo comportamento per manifesta incapacità degli eletti a governare e a volte, persino, di esprimere compiutamente un concetto.

Molti dei voti che avevano ricevuto i cinque stelle, nelle precedenti elezioni, provenivano da sinistra, elettori progressisti stanchi della mancanza di idee e proposte dei propri partiti che speravano di trovare in questo nuovo movimento una casa in cui sentirsi a proprio agio.

Vedendosi reso completamente inutile il proprio voto verso il cambiamento, congelato nelle paranoie, negli urli e nelle contraddizioni dei due guru si sono rotti le palle e sono ritornati indietro.

C’erano, poi, suggestive coincidenza storiche di corsi e ricorsi.

Si è votato nel giorno di nascita di Enrico Berlinguer, nel trentennale della morte avvenuto durante la campagna elettorale per le europee dove ci fu il massimo risultato elettorale mai ottenuto dal PCI.

L’avere evocato, in maniera del tutto impropria, la figura del grande segretario del partito non ha portato bene a qualcuno, ma benissimo ad altri.

 

Questa voce è stata pubblicata in Politica e contrassegnata con , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

25 risposte a Gli italiani costano 80 euro

  1. ilgattosyl ha detto:

    …senza dimenticare che in fin dei conti è tutta colpa dei pensionati.

  2. sileno ha detto:

    Condivido la tua analisi, nella speranza che la sinistra torni ad essere una fucina di idee,( e allora il voto di oggi sarebbe fortemente consolidato), e specialmente che le idee vengano attuate in breve tempo e non restino solo parole e buone intenzioni.

    • silvanascricci ha detto:

      Lo spero anch’io perché, sinceramente, Renzi non mi entusiasma; l’ho detto tempo fa e ribadisco anche perché non sono tipa da saltare sul carro del vincitore.
      Però sono contenta, molto.

  3. ilgattosilver ha detto:

    Guru? Stai parlando di un comico e di un pubblicitario.

    • silvanascricci ha detto:

      Caro Silver, guru ha il significato di “maestro”,”precettore spirituale”.
      Mica è colpa mia se questi si sentono guidati da un pubblicitario e pensano che un comico sia il loro maestro.🙂

  4. Ernest ha detto:

    credo che Grillo non abbia mai avuto intenzione di governare e tutto segua i suoi piani. Per quanto riguarda gli italiani cosa ci si può aspettare da un popolo che ama il ventennio e dopo il berlusconismo si sta per buttare in un mix da brividi…

    • silvanascricci ha detto:

      Diciamo che almeno, avesse vinto Grillo, avremmo sostituito un buffone con un comico, da un punto di vista professionale un netto miglioramento.
      Pure io penso che il M5S non voglia governare, per paura, calcolo, ignoranza ed altro; meglio criticare che fare veramente anche mettendoci mani e faccia.

  5. robi cipra ha detto:

    Cara Silvana, hai fatto un’analisi che mi viene voglia di abbracciarti ancora prima di scriverti i saluti… Bravissima! Se non interviene subito qualche grana ad alterarmi il sistema nervoso, dovrò rivedere il dosaggio della serotonina che in questi due gironi mi fa sentire quasi esageratamente felice…
    Besos, dopo l’abbraccio già pensato sopra… robi

    • silvanascricci ha detto:

      Caro Roberto le endorfine sono i migliori amici dell’umore.
      A me pare ancora inverosimile non tanto il risultato, ma l’ampiezza del risultato; altra cosa che fa strano, stranissimo, è passare (nel giro di una notte) da paese più cazzone d’Europa a paese garante della democrazia e della stabilità.
      Besos, carissimo, un grandissimo abbraccio.

  6. quarchedundepegi ha detto:

    Purtroppo non ho potuto andare a votare. Non mi è stato possibile affrontare (almeno questa volta) il viaggio. Anche se in vita mia non ho mai votato a sinistra, avrei votato per Renzi. Non solo mi è simpatico, ma ha capito molte cose e vuole fare. Speriamo che gli “immobilisti” lo lascino un pochino fare.
    Buona serata.
    Quarc

    • silvanascricci ha detto:

      Caro Quarc, io, invece, ho sempre votato a sinistra ed è per questo che non ho votato Rienzi.
      Ho votato un greco perché non avevo nessuna intenzione di appoggiare un tedesco.
      Però da italiana che vive in questo, incredibile ed incasinato, paese spero che Renzi possa fare davvero qualcosa di buono e che, come dici giustamente tu, glielo lascino fare.
      Buona serata anche a te.
      Ciao

  7. Gibran ha detto:

    Quello che mi fa incazzare di più, è che Sel che dice di essere con Tispras non appoggi Renzi ,
    se avesse un minimo di responsibilità, potremmo isolare il cd,.
    Ma purtroppo i bastian contrari sono sempre presenti.
    Ciao Silvana abbraccio Lidia.

    • silvanascricci ha detto:

      Cara Lidia ultimamente le scelte di Vendola le capisco sempre meno, anche se non riesco a definire Renzi di centro sinistra, ma solo la sinistra del centro.
      Un caro abbraccio anche a te!!!
      Silvana

  8. rasoiata ha detto:

    “per manifesta incapacità degli eletti a governare e a volte, persino, di esprimere compiutamente un concetto.”

    Cara Silvana, prova a prendere un impiegato alla corte d’appello di Brescia (che dalle mie parti si chiama “passacarte”) e mettilo a fare queste tre cose:

    Membro della Giunta delle elezioni e delle immunità parlamentari
    Membro della 1ª Commissione permanente (Affari Costituzionali)
    Membro del Comitato parlamentare per la sicurezza della Repubblica

    Hai appena letto la recente vita dell’On. Vito Crimi.

    Ecco, adesso puoi pure telefonare a Cape Canavaral e riferire loro che io sono pronto per spedire un equipaggio umano su Plutone.

    Besos
    Zac

    • silvanascricci ha detto:

      Ok chiamo subito, carissimo.
      Naturalmente telefono mentre eseguo un triplice trapianto d’organo!!!
      Noblesse oblige.
      Besos amigo.

  9. TADS ha detto:

    credo tu abbia ragione su tutto tranne che sugli 80 euro, analizzando razionalmente… la regalia è andata a finire, proprio in prossimità delle elezioni, nelle tasche di quel ceto medio basso che è l’humus della CGIL e sindacati vari. Un ceto mirato, lasciando fuori pensionati, disoccupati e redditi inferiori ai 9mila euro, questa discriminazione assurda ha una logica precisa, direi palese. Il trasbordo di voti riguarda solo quella zona, se sommiamo i voti di forza Itali a quelli presi dal NCD e da Fratelli d’Italia, ci rendiamo conto che il vecchio PDL, nel suo insieme, non ha perso voti, non in modo significativo. Renzi ha recuperato i voti “prestati” ai grillini nelle ultime politiche e gran parte di quel 10% perso dai Montiani. A questo aggiungerei l’effetto 80euro… ricordi quei tempi in cui i candidati si recavano nei quartieri poveri a regalare pasta e olio in cambio di voti??? ecco, pasta e olio sostituiti dagli 80 euro. Detta in soldoni, Renzi ha individuato una fascia di voti potenziali, nuovi e da recuperare, ci ha investito sopra i NOSTRI soldi, pagheremo noi TUTTI gli 80 euro dati a qualcuno, stravincendo le elezioni.

    buona serata

    TADS

    • silvanascricci ha detto:

      Molti delle persone che hanno percepito il 80 euro non sono iscritti alla CGIL e sindacati vari, non votano neppure per il PD e non lo hanno votato neppure in questo caso (i più hanno votato il M5S).
      Sarei anche d’accordo con te sull’ingiustizia della non estensione ai pensionati (che sono il vero ed unico bacino della CGIL), a chi guadagna meno di 9mila euro e alle partite iva solo se in questo paese avessimo la certezza del reddito.
      Molti degli attuali pensionati al minimo sono commercianti, liberi professionisti, artigiani che non hanno versato quasi nulla di contributi facendo spesso e volentieri in mare di nero.
      La vera riforma rivoluzionaria che Renzi potrebbe fare (e che mai farà) sarebbe quella fiscale. All’americana.
      Di lì discenderebbe tutto.
      Ciao e grazie
      Silvana

  10. riccardo ha detto:

    Ciao Silvana!
    Secondo me, siamo semplicemente in mano in mano ad una banda di invasati del grande, potente Dio Nuovo.
    Un concetto, questo del “nuovo”, del tutto privo di contenuto.
    Infatti, anche Mussolni, Craxi e Berlusconi erano il “nuovo”…
    Non paragono Renzi a quei 3 (più Grillo fanno 4, evviva!) ma come valutare il suo livore antisindacale?
    Come valutare la sua “riforma” (?!) del Senato, che di fatto sarà ridotto a salottino in cui non si deciderà niente di essenziale… per es. non si voterà più la fiducia al governo… e questo in nome di un efficientismo di chiaro stampo neocraxiano?
    Come valutare il suo andare avanti sempre e comunque, come se il dissenso e la discussione democratica equivalgano a mere perdite di tempo? Il caso Mineo docet.
    Voglio dire, la discussione democratica ed anche quella costituzionalista che in democrazia è il sale…
    Come valutare il fatto che l’uomo non parli mai di lotta alla mafia, alla camorra, come prendere lo svuotamento di fatto dei diritti dei lavoratori (certo, iniziata da altri ma da lui finora non certo interrotta)?
    Che cosa pensare del fatto che egli non si richiami mai alle radici della Resistenza e che non voglia definire il Pd partito di sinistra?
    Bello poi il “dialogo” con Berlusconi!
    E potrei continuare…
    Spero di non esserti sembrato troppo polemico, ma certe cose dovevo proprio dirle!
    Beh, che Dio ce la mandi buona…
    Un caro saluto
    Riccardo

    • silvanascricci ha detto:

      Caro Riccardo, intanto ben tornato in questi luoghi, i tuoi lucidi commenti fanno sempre piacere e sono stimolanti.
      Io non giudico positivamente Renzi e la sua politica, non ho votato per il PD e non credo lo farò in futuro se la politica del partito continuerà ad essere questa.
      Credo, però, che il livore sindacale (che sicuramente è un male) abbia trovato facile sponda in un sindacato francamente poco difendibile.
      Poco difendibile oltre che nelle grandi scelte di politica economica e sociale anche e soprattutto nelle piccole scelte all’interno delle fabbriche, degli uffici e degli enti pubblici dove, spesso per non dire spessissimo, il sindacato difende rendite di posizione e lavoratori che hanno atteggiamenti assolutamente indifendibili.
      Ed altrettanto facilmente si porta acqua al mulino di Renzi quando persone e pseudo intellettuali, che guadagnano moltissimi soldi con fancazzismo e tuttologia, parlano con sufficienza e puzza sotto il naso di 80 euro.
      Grazie e a presto.

      • TADS ha detto:

        hai perfettamente ragione, gli pseudo intellettuali, tuttologi e fancazzisti sono tutti, quasi, di sinistra, parassiti imbucati a vario titolo nelle aeree della comunicazione e della cultura da discount, avvezzi ad “interpretare” a proprio uso e consumo gli eventi.

        se me lo consenti chiarisco un concetto e poi tolgo il disturbo, io vivo a Torino, citta della Fiat, degli operai Fiat, moltissimi di loro beneficiari degli 80euro, tantissimi di loro iscritti alla fiom/cgil. Non ho ancora conosciuto un operaio che abbia abbandonato il “rosso” per tuffarsi tra le braccia di grillo. Che gli 80euro siano andati nelle tasche di un target specifico è innegabile, che gli 80euro siano arrivati alla vigilia delle elezioni è innegabile, che gli 80euro abbiano dato qualche goccia di valium alla camusso è innegabile, che renzi abbia stravinto le elezioni subito dopo è innegabile. Io non credo al destino e nemmeno alle “combinazioni fortuite” politiche, tu sei libera di farlo e io rispetto il tuo pensiero ma siamo comunque di fronte ad una operazione di marketing politico, un marketing politico che ha spalmato sulle spalle di tutti una regalia destinata ad una fascia mirata, trascurando i bisognosi veri.

        tante belle cose

        TADS

      • silvanascricci ha detto:

        Gli pseudo intellettuali, pseudo giornalisti, pseudo politici e fancazzisti sono da entrambe le parti e poiché costoro salgono sempre sul carro del vincitore in questi anni si sono quasi tutti spostati a destra.
        Io vivo a Bologna, città rossa (almeno una volta) e gli operai ed impiegati che da sinistra si sono spostati verso Grillo non sono certo pochi.
        Credo anch’anch’io che l’operazione non sia stata “fortuita”, ma ben studiata da uno che ha imparato da Berlusconi e dalla pseudo destra anche leghista come si fa a prendere per il cupo l’elettorato.
        Buone cose anche a te.
        Ciao

  11. riccardo ha detto:

    Come scrivi benissimo, cara Silvana, i fancazzisti si trovano ovunque.
    Sul versante sindacale, che dire?
    Sono sostanzialmente d’accordo con te ma per evitare equivoci dico questo: si tratta di estendere i diritti, non di limitarli ad alcuni; in questo, il sindacato si è rivelato gravemente deficitario.
    Anzi: come abbiamo visto nel caso di Pomigliano e di Mirafiori, spesso il sindacato non difende più neanche i cosiddetti “garantiti.”
    E sull’art. 18, ha brillato per la sua assenza…
    Gli 80 euro: secondo me, con le risorse che hanno poi permesso l’aggiunta in busta paga dei famosi 80 euro, Renzi avrebbe dovuto creare altri posti di lavoro, non dare dei soldi a chi ne aveva già; beninteso, chi ha ricevuto i mitici 80, non è che guadagni miliardi, non sto dicendo questo…
    Ma a chi come il sottoscritto e tanti altri di euro ne guadagna (finché gli dura il contratto) meno di 300, chi ci pensa? Allora perchè non creare del lavoro stabile e pagato decentemente?
    Del resto, chi insegna ogni giorno Nietzsche, Schopenhauer, le guerre puniche, l’illuminismo, Freud, il Risorgimento, Kant, Jung etc. etc. a decine di figli di papà o di arricchiti scalmanati ed arroganti, forse meriterebbe qualcosa che almeno “somigli” ad uno stipendio…
    Per non parlare di chi lavora nei call center, nei ristoranti, nei fast-food etc. etc.
    Scusa lo sfogo… che però è anche un ragionamento.

    • silvanascricci ha detto:

      Caro Riccardo, pure io non vorrei essere fraintesa sulla importante finzione del sindacato.
      Il problema di fondo, che è anche la motivazione della disaffezione verso questo istituto, è proprio la non tutela dei diritti fondamentali. Un gioco delle parti in cui non si capisce se il sindacato tutela solo se stesso o solo i propri iscritti, ma si capisce benissimo che tutela poco i lavoratori nel loro complesso.
      Capisco che il lavoro degli insegnanti sia di estrema importanza per il benessere di una nazione perché con la cultura si mangia, eccome se si mangia.
      Ma come accade per tutti i lavori fondamentali non è ritenuto importante pagarli come si deve.
      A te caro Riccardo scuso qualsiasi sfogo che poi, come giustamente rilevi tu, sfogo non è.
      Un caro saluto

  12. riccardo ha detto:

    Aggiungo solo questo: insegno in una scuola privata (dalle mie parti per entrare nella pubblica devi essere come minimo Harry Potter).
    Ma almeno quella scuola almeno paga… Perché ho sentito di “private” che non pagano nemmeno.
    E quando lo fanno, ti danno anche meno di una cifra compresa tra i 250 ed i 300 euro.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...