Chiesa, chiesina


Chiesa, chiesina

la tua storia ci è vicina.

Il tuo nome viene ricordato

esplorando il tuo passato.

Tu che anni ne hai tanti

hai aiutato molti viandanti.

E noi tutti ti osserviamo

andando a scuola ogni dì.

Non che io voglia essere cinica, ma al bambino che ha scritto questa poesiola andrebbe raccontata anche un’altra cosa; non una filastrocca e neppure una storiella, bensì un’amara storia vera.

Proprio perchè di anni, la chiesa, ne ha tanti sa benissimo come comportarsi su questa terra, sarà perchè ha aiutato tanti viandanti che proprio non ce la può fare a pagare l’IMU sui suoi beni commericali.

Perchè proprio mentre noi comuni mortali stiamo per pagare la II e/o III rata dell’IMU la chiesa non lo farà, nemmeno la prima, oltretutto, ha pagato.

I parlamentari italiani non hanno trovato il tempo per redigere il regolamento con le nuove modalità di pagamento dell’imposta sugli immobili per enti religiosi, ma anche fondazioni, partiti e sindacati.

Bastasse poi solo questo…il governo mega dei supertecnici ultra esperti non ha ancora prodotto l’atto amministrativo del ministero del tesoro che dica quando l’attività «dichiarata» non profit di chiese, partiti e fondazioni è da considerarsi esclusivamente non commerciale e quanto debba essere versato al fisco.

Una pistola carica a salmi hanno puntato alla tempia vaticana e, quelli, di salmi se ne intendono.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Politica e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

20 risposte a Chiesa, chiesina

  1. Etrusco ha detto:

    E noi ce lo pigliamo sempre nel culo, grazie Bersani, grazie Alfano grazie Casini, ci penseremo noi la prossima volta che andremo a votare?

  2. Giovanni ha detto:

    miracoloooooo… grazie a tutti quelli che hanno nascos… ehm… fatto in modo che la “povera” chiesa non sborsasse dei soldi e potesse usarli per i poveri…avvocati dei preti… sempre più schifo direi e meno male che qualche alto prelato dichiarava che era giusto che anche la ccar pagasse … poi è rinsavito???

  3. quarchedundepegi ha detto:

    Questa sì che è una bella notizia!

  4. Anticasta ha detto:

    E, noi Italiani, con questi governi degli ultimi 20 anni stiamo diventando sempre piu’ schiavi. Serve una ribellione massiccia contro questi profittatori.

  5. Mario ha detto:

    …e figuriamoci se la Chiesa S.p.a. poteva per una volta rispettare le regole dello stato italiano sul quale pretende però di influenzare la vita (e la morte)

  6. Nelly ha detto:

    Una spledida notizia, grazie.
    Ovviamente, l’imu alle banche e sindacati e sedi di partiti non sono mai iniziati.
    compresi i centri sociali..e voi zitti?

    • silvanascricci ha detto:

      Eh, una bazza proprio.
      Se è per quello manco alla chiesa è mai iniziato; quindi pari sono.
      E poi io nel post ho citato anche i partiti, le fondazioni ed i sindacati quindi che ci azzecca il tuo commento?!?!

  7. Chiesa ha detto:

    non potete propRio stare senza di me vero? 😀
    ma…stavolta imparerete! 🙂 Non ho nessuna intenzione di tornare!
    chiesa!

  8. rasoiata ha detto:

    Sono decenni che combatto una guerra.
    Pensa che anni fa’ mi presentavo di fronte al “patronato” armato di palloni di ogni sport, attendevo i pargoli che si recavano a catechismo e li invitavo a giocare con me al posto di andare dalle suore.
    Qualche vittima l’ho fatta.
    A oggi battaglio con mio fratello, che ha due figli in eta’ da catechismo, una nuora che insegna religione, suo marito devoto a padre pio.
    Cosi’, ogni volta che sono a passeggio con i miei nipoti e loro vedono una cartaccia o una sigaretta gettate a terra, mi dicono:
    “Zio Zac, chissa’ chi e’ stato il maleducato a gettare le cicche per terra”

    Allora mi accovaccio e rispondo loro:

    “E’ stato il prete, cari ragazzi, ne fanno anche di peggio”.

    Poi la sera mi telefona la nuora e mi cazzia.

    Ma ormai il messaggio e’ stato consegnato ai pargoli.

    Besos
    Zac

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...