Purtroppo i precedenti ci sono


“Una strage senza precedenti”.

Così il presidente del consiglio Monti ha commentato la bomba davanti alla scuola di Brindisi di oggi.

Purtroppo, il presidente è facilmente smentibile.

In questo paese i precedenti sono tantissimi, sono troppi.

Per essere esatti ci sono almeno 11 precedenti che hanno prodotto 150 morti e 652 feriti.

Piazza Fontana – 12 dicembre 1969

Gioia Tauro – 22 luglio 1970

Peteano – 31 maggio 1972

Questura di Milano – 17 maggio 1973

Piazza della Loggia – 28 maggio 1974

San Benedetto Val di Sambro – 4 agosto 1974

Stazione di Bologna – 2 agosto 1980

Rapido 904 – 23 dicembre 1984

Firenze via dei Georgofili – 27 maggio 1993

Milano via Palestro – 27 luglio 1993

Castelvolturno – 18 settembre 2008

Tutte queste stragi hanno in comune la mancanza di identificazione dei mandanti; si può scegliere quale matrice selezionare, ma nessuna di queste è mai stata fatta da anarchici.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Politica e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a Purtroppo i precedenti ci sono

  1. Milvia ha detto:

    Hai fatto bene, Silvana, a ricordarle tutte le stragi… “senza colpevoli” che hanno martoriato il nostro paese. Però credo che con “senza precedenti” Monti intendesse che è la prima volta che un attentato viene fatto contro una scuola. Guai mai, da parte mia, prendere le difese di Monti, ma anch’io ritengo che per l’obiettivo scelto questa sia una strage senza precedenti. In comune con tutte le altre avrà una cosa: la mancata condanna dei mandanti.

    • silvanascricci ha detto:

      Sì è vero che la scuola ha una valenza simbolica particolare, ma i morti innocenti sono tutti uguali e in questo senso ho voluto intenderla.

  2. scudieroJons ha detto:

    Se volevi davvero parlare di morti innocenti allora dovevi prenderla un bel po’ più alla lontana, cominciando per esempio da quelli massacrati da Bava Beccaris nel 1898. Monti ha semplicemente detto una delle solite banalità che si dicono in queste circostanze, e ringraziamo che è una persona misurata e non ha lanciato allarmi né annunciato leggi speciali. Quello che invece questa volta non è consentito è la dispersione delle indagini, dopo tutti gli indizi che che sono stati rinvenuti. Noi non dobbiamo sapere tutto sulle indagini in corso, per non intralciarle, ma una cosa dobbiamo dirla in modo chiaro: non è consentito lasciare anche questo delitto senza colpevole.

    • silvanascricci ha detto:

      Purtroppo in questo paese i morti innocenti si sommano con inquietante facilità, le stragi sono tantissime e ne ho, alcune volontariamente e altre involontariamente, moltissime.
      Spesso e volentieri rimangono impunite, spesso sugli esecutori materiali, sempre sui mandanti.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...