Chi salverà gli italiani?


Secondo me, Bersani non ha nessuna voglia e poca intenzione di tornare al governo dopo Monti.

Se, però, lo vuole, o lo deve fare, mi permetto di dargli alcuni consigli: non tiri troppo la corda con il suo elettorato; perchè è vero che magari non voteranno/voteremo per la destra, non voteranno neppure per Vendola, se ne staranno semplicemente a casa.

Chiaramente questo avrà lo stesso effetto che votare per la controparte, ma penseranno che non avrà importanza; non serve votare per un partito che appoggia tutto, ma proprio tutto di questo attuale governo; non serve votare a sinistra se la sinistra fa politica di destra.

L’elettorato di Bersani è stanco del discorso che bisogna rimettere in sesto il paese per fare arrivare il turno di quelli che pagano sempre, perchè quel turno non arriva mai.

Stia attento Bersani a non appoggiare mai completamente le politiche sul lavoro della CGIL, che si è visto che la Cassandra Landini ha, poi, spesso ragione.

Stia attento Bersani a seguire Casini, che si preferisce sempre l’originale ad una copia, per di più mal riuscita.

Se Bersani vuole, veramente, governare questo paese deve stare attento a non perdere i voti di quelli che glielo potrebbero permettere.

Stia attento Bersani a voler salvare l’Italia senza salvare gli italiani.

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Politica e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a Chi salverà gli italiani?

  1. rasoiata ha detto:

    Perche’ credi che “non voteranno neanche per Vendola?

    Pongo la domanda proprio perche’ io sono certo dell’esatto contrario.

    Noi accoglieremo a braccia aperte una valanga di delusi del PD.

    Ripeto:

    ne sono certo.

    di solito ci prendo.

    ciao
    Zac

    • silvanascricci ha detto:

      Perchè anche le ultime vicende di Vendola (che non sono un complotto) non aiuteranno i delusi del PD a buttarsi da quelle parti, penso che andranno di più verso Grillo.
      Lo vedo, anche, dai sondaggi della mia regione, che varranno quel che valgono però…
      Besos

      P.S. anch’io, spesso, ci azzecco

  2. rasoiata ha detto:

    attendiamo di vedere chi ci azzecca di piu’.

    Grillo verra’ votato da una larga parte di leghisti under 40, io non conosco nessuno che vota pd che abbia voglia di dare il voto a Grillo.

    Su le “ultime vicende”, se ti riferisci a sardelli, pure io avrei fatto carte false per avere un primario cosi’ nella mia regione.

    se invece intendi i 45 milioni, questa e’ la risposta di Nichi:

    “L’inchiesta, condotta anche in questo caso dalla pm della Procura di Bari Desiree Digeronimo, riguarda una transazione da 45 milioni di euro mai portata a termine tra la Regione Puglia e il Miulli. L’accordo sarebbe servito a chiudere un contenzioso amministrativo da 80 milioni. Il Miulli aveva presentato ricorso al Tar per chiedere il ripiano dei 42,6 milioni di disavanzo maturati dal 2002 al 2007. L’ospedale sosteneva di essersi indebitato per costruire la nuova grande sede con fondi propri (76 milioni fino a fine 2008) perchè non aveva potuto utilizzare i fondi pubblici destinati all’edilizia sanitaria. In pratica il Miulli sosteneva che le spese sarebbero state maggiori rispetto ai rimborsi della Regione per le prestazioni sanitarie.

    Pochi minuti dopo il take derll’Ansa, arriva la replica di Vendola. “Ribadisco la mia totale assoluta estraneità a fatti che sono al di là di ogni mia immaginazione”. E ancora: “Qualche ora fa ho ricevuto la notifica di una richiesta di proroga di indagini da parte del gip di Bari. Si tratta di un procedimento penale del quale non avevo mai avuto alcuna notizia. Dal tenore dell’atto non sono in grado di capire ciò che mi sarebbe addebitato, ma, considerati i nomi coinvolti, deduco che si tratti di questioni relative all’Ospedale Miulli di Acquaviva delle Fonti. Sono rammaricato di aver ricevuto solo oggi questa notizia – prosegue – perché se la stessa mi fosse stata comunicata appena ventiquattrore prima, come è nel mio costume, avrei potuto informare la stampa e l’opinione pubblica in una unica soluzione”. “Quanto al merito, se per il professor Sardelli mi si addebita di aver fatto vincere il migliore – prosegue Vendola – qui per davvero non riesco ad immaginare nulla che possa riguardarmi, e tuttavia riserverò a questo secondo appuntamento, come nel mio stile e nella mia cultura, il medesimo impegno e la medesima serenità che si deve al lavoro della Magistratura. Spero che la vulgata del non c’è due senza tre non mi riproponga l’ulteriore amarezza di nuove comunicazioni per addebiti che sento sinceramente e convintamente molto lontani dal mio modo di essere”.

    • silvanascricci ha detto:

      Sinceramente mi auguro di sbagliare.
      Qui in Emilia ne ho sentito più di uno fare tale affermazione, anche perchè nella mia regione i leghisti non sono poi tanti.
      Per contro sono moltissimi i giovani che voteranno Grillo, non tanto per ciò che dice, ma come moto di ribellione verso una politica che, francamente, è impresentabile.
      Che questo sia un bene non lo dico e non lo penso, però è la realtà.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...