Gli spot del TG1 per le farmacie


Quanto ha fruttato ai farmacisti lo scandaloso servizio andato in onda questa sera al TG1 delle 20.00?

Il servizio riguardava il caso della signora morta in Puglia dopo l’assunzione di sorbitolo; il servizio parte anche in maniera decente con la giusta informazione di diffidare degli acquisti in internet di questo tipo di materiali e l’informazione altrettanto corretta che il sorbitolo non è un farmaco bensì un dolcificante ampiamente utilizzato nell’industria alimentare presente anche in molti frutti come ciliege, susine, pere e mele.

Il proseguio del servizio non è altrettanto corretto e morale, nel momento in cui viene detto che il solo luogo sicuro in cui acquistare farmaci ed integratori è la farmacia.

E le parafarmacie? che sono?

Spacci di sostanze dannose alla salute?

E i farmacisti che lavorano nelle parafarmacie sono apprendisti stregoni che giocano con la salute della popolazione?

La lobby delle farmacie ha ricevuto un ulteriore regalo forse, pure, a titolo gratuito.

Perchè non dire, altrettanto, che l’integratore, il farmaco da banco comperato nella parafaramacia (termine, oltrettutto, fuorviante) ha le stesse garanzie di quello preso in farmacia, ma con il piccolo, insignificante, trascurabile dettaglio di costare molto, molto meno?

La disinformazione del TG1 continua imperterrita, in maniera ancora più subdola dell’epoca Minzolini.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Salute e sanità e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

6 risposte a Gli spot del TG1 per le farmacie

  1. AlessioVFR ha detto:

    …che dire, la notizia si commenta da sola, i giornalisti dovrebbero informarsi meglio e mantenere la neutralità, altrimenti diventano tutti opionisti, e ne abbiamo fin troppi..

    • silvanascricci ha detto:

      Sarebbe già molto fossero solo opinionisti, magari dichiarandolo, qui si tratta proprio di uno spot falso.
      Roba da garante della pubblicità…se il garante servisse.

  2. rasoiata ha detto:

    Siamo sempre allo stesso punto.
    Il tg1 va’:
    A) Non guardato
    B)Oscurato dalle frequenze della propria tv, cosi’ da non incapparci per sbaglio
    C)Bandito per decreto legge, e li si’ che non m’incazzo se pongono la fiducia.

    Besos
    Zac

  3. speradisole ha detto:

    Perchè tutto fa brodo per esaltare un esercizio monopolistico che risale ai tempi del primo Re d’Italia.
    Il sorbitolo ce lo troviamo dappertutto a tavola. Non è un farmaco. Come non lo è il fruttosio o l’aspartame. Ma detto com’è stato detto è sembrato oro colato.
    Sono d’accordo con te in nome “parafarmacie” è orribile. Come lo era il “parastato”. Un farmacista è tale sempre e comunque, non è mai “para” a niente.
    Ciao carissima, un abbraccio.

    • silvanascricci ha detto:

      Proprio perchè non è un farmaco la disinformazione è ancora più inquietante.
      Le notizie del TG1, Minzolini o no, sono sempre piuttosto di parte.
      Un abbraccio fortissimo anche a lei.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...