Patè de fois gras


Probabilmente quando sono nata pesavo 44-46 kg; nel senso che non ricordo di avere mai avuto un peso differente.

Sono rimasta incredibilmente costante per lunghi decenni della vita, due episodi a parte.

Il primo in un autunno di ventiquattro anni fa quando arrivai a pesarne 60, che, sulla mia altezza son chili non irrilevanti, ma ne avevo addosso quasi quattro di figlia, due di liquido amniotico, uno di placenta e tre di tette.

Il secondo in una primavera di molti anni fa dopo un digiuno di una settimana (e ben ragione aveva mia madre quando si preoccupò mortalmente dinanzi al mio drastico rifiuto di una ciotola di ciliegie), un intervento per peritonite con asportazione di una trentina di centimetri di intestino e quaranta giorni di dieta ferrea in cui arrivai a pesarne 39.

Tutto ‘sto preambolo per dirvi che sto ingrassando come un’oca da paté de foie gras.

Poichè questa stabilità mi ha permesso di non pesarmi praticamente mai, il fato, cinico e baro, mi stava aspettando al varco: la settimana scorsa mia madre, che ha il sacro terrore di dimagrire anche solo di qualche etto mi dice che devo guardare quanto pesa.

Vado a prendere la bilancia, la spoglio, la peso; dopodichè faccio la stessa cosa su di me (senza spogliarmi) e l’ago della bilancia mi sorprende in maniera sorprendente.

Fischio! peso ben 50 kg.

Indi per cui sono partiti i trip di spiegazione che, nell’ordine, sono stati:

1) la premenopausa

2) la tiroide

3) la rottura della bilancia nel tempo intercorso tra la discesa di mia madre e la salita della figlia

Mentre la prima e la seconda causa possono avere qualche barlume di credibilità, l’ultima è da escludersi.

Cinquanta chili sono la mia soglia psicologica per cui ho immediatamente pensato che dovevo, per la prima volta nella mia vita (peritonite a parte) mettermi a dieta; ed è per questo che, la stessa sera, nel coricarmi non mi sono portata sul comodino i ciccioli ed i salamini piccanti; mi sono limitata alla coppa di testa.

In un momento di lucidità ho pensato che, forse, non sono le tre cause di prima ad avermi ingrassato quanto piuttosto tutto quello di cui mi strafogo nel dopocena.

C’è, però, come in tutte le cose un lato positivo, mio marito dovrà smettere di dire che fa un minuto di silenzio davanti all’ossario tutte le volte che mi spoglio!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Diario personale e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

10 risposte a Patè de fois gras

  1. Adriana ha detto:

    … stessI pensierI… stesse impossibili giustificazioni…. da sempre 54 kg ….
    da sempre “PESAVO 54 kg ” !!.

    La bilancia non funziona!! Hahhah….
    CICCIA è BELLA … SISI….
    ma perdinci da stasera si ricomincia A CORRERE !!! E già 57 kg sono 57 kg …. premenopausa ?? cicCia invernale per stare più caldi.??? mannaggia mettiamo pure tutto ciò che vogliamo ma …. che BELLO quel minuto di silenzio davanti all’ossario!!!,,, speriamo riesca a tornare….. kisssssssss

    • silvanascricci ha detto:

      A pensarci bene non è che 50 kg siano poi tanti, è una questione di abitudine alla propria immagine.
      Per quanto riguarda il commento del mio consorte, a dirti la verità, in taluni momenti mi dava anche un filino di fastidio, che essere paragonati ad un ossario non è il massimo dei complimenti, ma che ci vuoi fare?!?
      Adesso ci provo a ritornare ai miei 46, ma se la fatica diventa troppa e le energie per l’impegno eccessive lascio perdere.
      Potrò consolarmi nel pensare che sarò più morbida….
      Besos, besos, besos

  2. frastellina ha detto:

    caspita, quando sei rimasta incinta avevi tre chili di tette?! …allora anche per me c’è qualche speranza di avere un seno degno di questo nome,in futuro!
    comunque, a parte questo, credo che su di te 50 kg stiano molto bene, a parte la cifra tonda che spiazza sempre un po’,all’inizio. spero di vederti prima del calo!
    baci

    • silvanascricci ha detto:

      Infatti non sto mica male, ho il viso meno scavato.
      Prima del parto è niente, avresti dovuto vedere durante l’allattamento che razza di latteria avevo, sono passata da una prima standard pre gravidanza alla terza incinta fino alla quinta!!!!
      Speravo mi sarebbe rimasta almeno una seconda ed invece sono, tragicamente, tornata alla prima; però dovevo avere una pelle di puro elastico perchè nonostante l’andata ed il ritorno non mi è venuta neppure una smagliatura.
      Besos

  3. speradisole ha detto:

    Sei sempre in forma splendida. E per la verità non sei mai stata neppure un ossario. Secondo me è un po’ di invidia che abbiamo tutti noi per la tua splendida forma.
    Detto e sostenuto più volte.
    Un abbraccio.

    • silvanascricci ha detto:

      Grazie carissima dott.
      Di certo io non potrò MAI dire di mio marito che è un ossario!
      Lei è un tesoro.
      Un abbraccio

  4. rasoiata ha detto:

    Pero’, a parte la coppa di testa, non c’hai detto il resto della dieta.

    Ciao
    Zac

    • silvanascricci ha detto:

      Caro Zac, non l’ho detto semplicemente perchè la dieta si è limitata all’eliminazione dei ciccioli e dei salamini piccanti.
      Non ti sembra già sufficiente come privazione?!?
      Ribesos

  5. Bibi ha detto:

    50 kg mica son tanti..non lo sono in assoluto ma anche in senso relativo perchè dipende da come sono spalmati.
    Esempio maschile: ci sono uomini che pesano 80 kg e sono in perfetta forma…altri meno perchè 30 kg dei suddetti 80 sono disseminati in un rotolo intorno alla vita…(ed ora indovina a quale categoria appartengo..).
    In ogni caso oltre alla coppa di testa..ti consiglio di controllare anche cosa bevi..ne senso che ho scoperto che il prosecco ha un effetto deleterio sul peso..meglio il vino rosso.
    a.y.s. Bibi

    • silvanascricci ha detto:

      Ammetto che sono spalmati in modo armonico.
      A me piace moltissimo il vino rosso, ma non posso berne molto (un bicchiere ogni tanto) perchè ho una discreta intolleranza al tannino.
      Siccome a Bologna sta cominciando a fare un caldo porco ho sostituito la coppa di testa con il gelato 😉
      Besos

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...