Cara agenda


Cara agenda.

L’agenda è, in fondo, una sorta di coperta di Linus per moltissime persone; ne ho conosciute che si sono disperate fino allo sfinimento alla perdita della loro amato e preziosissimo contenitore di frammenti, memorie, giornate intere.

Ma non era solo in questo senso che intendevo “cara”.

Abbiamo speso, proprio noi cittadini, la meravigliosa somma di 300.000 euro (non ho sbagliato neppure di uno zero) per comperare le agende ai senatori.

Cavoli, viene da pensare, ma di che son fatte ‘ste agende? di pelle umana, come la mitica poltrona del capo di Fantozzi?

Quasi.

Si tratta infatti di agende di elevatissima fattura, con la copertina in pelle nera (per quelli di destra) o rossa (per quelli di sinistra) mentre il centro si deve adattare, con bassorilievo del logo “S” sulla copertina e con “tagli, cuciture e rifiniture da effettuare a regola d’arte” (come recita il bando bando della gara d’appalto); a ogni senatore ne spettano di diritto dieci esemplari (tre da tavolo e sette tascabili) da distribuire o regalare.

Ergo 3150 agende (?!?).

Scusate, ma non ne bastavano due (ad essere larghi), una da tavolo ed una tascabile? poi perchè questi devono regalare agende che abbiamo pagato noi?

Già questa cosa, presa così, fa abbastanza girare gli zebedei, ma quel che è peggio che tutte queste agende contenevano un paio di “errorini” mica da poco:

1) i mesi di marzo, aprile, maggio e metà giugno non compaiono nelle agende; si fa un mirabolante salto mortale triplo carpiato, passando dal 29 febbraio al al 21 giugno

2) i mesi di luglio ed agosto ricompaiono, come una novella estate di San Martino, dopo il 10 ottobre.

Forse, a ben pensarci, mica sono poi errori, semplicemente un adeguarsi ai ritmi di lavoro dei nostri deputati: un gran casino per non fare una minchia.

Magari qualche problema, forse, una agenda del genere può crearlo in quelli che l’hanno ricevuta in regalo (da noi).

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Politica e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Cara agenda

  1. ilgattosyl ha detto:

    Cara Silvana, i tuoi post normalmente mi fanno ribollire il sangue (non a causa tua sia chiaro) ma questo ancor di più.
    Lavoro nel settore della stampa e ti posso assicurare che un’agenda strafiga, per quanto possa costare, con 15/20 euro la porti a casa. In questo prezzo sia chiaro, comprendo il legittimo margine che un produttore deve ovviamente fare (il costo reale sarebbe ancora inferiore). A maggior ragione se ne ordini 3.000 esemplari.
    Quanto al problema dei mesi che saltano invece so di che si tratta e ahimè è un inconveniente che a volta accade. Si tratta di gruppi di pagine (chiamate segnature) che saltano o si ripetono in posizioni sbagliate. Mi è capitato anche a me tra l’altro sul libro di un autore importantissimo e ti posso assicurare che ho passato un brutto quarto d’ora.
    In ogni caso si contesta la fornitura e chi le ha prodotte le rifà a sue spese.

    • silvanascricci ha detto:

      Gli errori possono capitare, non dico mica di no! a me poi ne capitano in quantità industriale.
      Però cazzarola, un’agende che costano così tanto dovrebbero essere fatte a mano, con incisioni prodotte da amanuensi certosini.
      E poi 10 a cranio?
      Come direbbe qualcuno: minchia!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...