La lettera che tutti vorremmo scrivere


 

Egregio Signore,

Le scrivo per ringraziarla di aver rifiutato il controllo per il pagamento del mio idraulico il mese scorso.

Secondo i miei calcoli, devono essere trascorsi tre nanosecondi tra la presentazione, il controllo e l’arrivo nel mio conto dei fondi necessari per onorarlo.

Mi riferisco, naturalmente, al deposito automatico mensile della mia pensione, un accordo che, devo ammettere, ha più di otto anni.

Devo anche complimentarmi con voi per la rapidità con cui avete addebitato sul mio conto un supplemento di 30 euro per i disagi causati alla vostra banca a causa del controllo.

La mia gratitudine è tanto più intensa perchè questo incidente mi ha spinto a rivedere la gestione delle mie finanze.

Ho notato che mentre io per rispondere alle vostre telefonate e lettere, mi trovo di fronte dall’ente impersonale, esigente, programmato, che la sua banca a voi non succedete altrettanto.

Da oggi, decido che anche voi non avrete più a che fare con una persona in carne e ossa.

Il mutuo sulla casa e la relativa restituzione del prestito non sarà più automatico, ma arriverà presso la vostra banca con assegno, indirizzato personalmente e in modo confidenziale a un (a) dipendente della vostra banca che sarà necessario nominare.

Sappiate che qualsiasi altra persona, al di fuori di quella designata, aprirà la mia lettera commetterà un reato ai sensi della legge postale.

Vi invierò un modulo di domanda pregando il dipendente designato di completarlo.

E’ composto di otto pagine, mi dispiace, ma io non conosco il dipendente come la banca conosce me, quindi non c’è alternativa.

Si prega di notare che tutte le pagine della documentazione medica richiesta devono essere controfirmate da un notaio, ed i dettagli, obbligatori, della sua situazione finanziaria (reddito, debiti, attività e passività) devono essere accompagnati da prove documentate.

Poi, a mio comodo, stabilirò per il dipendente un codice PIN che lui dovrà rivelare a ogni contatto.

E ‘un peccato che questo codice non possa essere inferiore a 28 cifre, ma, ancora una volta, ho preso esempio dal numero di tasti che devo premere per avere accesso ai servizi telefonici dalla vostra banca.

Come si suol dire, l’imitazione è la più sincera forma di adulazione.

Lasciatemi sviluppare questa procedura.

Al momento della chiamata, dovranno essere premuti i tasti come segue:

premere asterisco (*) per selezionare la lingua;

il 2 per domande in merito a more
il 3 per trasferire la chiamata al salone
il 4 per trasferire la chiamata alla camera da letto nel caso in cui stia dormendo
il 5 per trasferire la chiamata al bagno nel caso in cui …
il 6 per trasferire la chiamata al mio cellulare se non sono a casa
il 7, per lasciare un messaggio sul mio PC, attenzione, in questo caso, viene richiesta una password. Questa password sarà comunicata in un secondo momento alla persona di contatto autorizzata in precedenza.
l’8 per tornare al menu principale e per ascoltare le opzioni da 1 a 7.
il 9, per qualsiasi domanda o reclamo.  Il chiamante verrà messo in attesa, all’attenzione del mio servizio di risposta automatico.
Il 10, ancora una volta per selezionare la lingua. Questo può aumentare le probabilità di attesa, ma la musica edificante vi allieterà.

Purtroppo, ma sempre seguendo il vostro esempio, dovrò riscuotere una tassa per coprire le spese di installazione di attrezzature utili a questo nuovo accordo.
Vi auguro un felice, se mai in modo un po ‘meno prospero, anno nuovo

Cordiali saluti,

La sua umile cliente.

La lettera, che noi tutti vorremmo scrivere alle nostre banche, è stata ripresa da questo blog http://pleurer2rire.wordpress.com/2012/01/17/la-lettre-dune-dame-de-86-ans-a-sa-banque/, ma posso garantire, per esperienze familiari, che racconta il vero.

Devo, però, far notare un piccolo dettaglio: l’idraulico si fa pagare con un addebito bancario.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Varie ed eventuali e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a La lettera che tutti vorremmo scrivere

  1. Secondo te possiamo fare una cosa del genere con Lamy?!

  2. Milvia ha detto:

    Un piccolo capolavoro… Come musichetta sceglierei il Bolero di Ravel, ossessivo e ossessionte.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...