Casalinghe pentite


Wisteria Lane, provincia di Voghera.

Le casalinghe italiane sono le più disperate d’Europa.

Secondo un recente studio, le mamme a tempo pieno hanno un tasso di insoddisfazione pari al 76%, record del continente.

Regine del focolare? mica tanto.

La crisi economica e il calo del potere d’acquisto pesa per quasi metà delle intervistate; l’assenza di sostegno alla famiglia, la carenza di aili, lo scarso sostegno della sanità, la mancanza di dialogo con il patner sono i fattori maggiori di insoddisfazione.

I mariti italiani, tanto per dire, sono i più pigri del mondo, meno collaborativi di messicani, turchi e portoghesi.

Progressi non se ne vedono, anzi.

Ad ogni riforma e finanziaria, è un po’ peggio.

Una casalinga su due, se potesse tornare indietro nel tempo, non si risposerebbe e due su tre non farebbero più figli.

Il modello famigliare italiano, dicono gli esperti, è fermo alla réclame degli anni sessanta.

Se non ora, forse mai,

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Femminile e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

13 risposte a Casalinghe pentite

  1. palbi ha detto:

    Sai cosa ti dico? Ben gli sta a queste casalinghe disperate che da 20 anni a questa parte sono l’ago della bilancia di tutte le consultazioni elettorali e hanno sempre, ma proprio sempre, votato nel modo peggiore possibile !

    PS: ovvio che il tema e’ trasversale agli schiarimenti ed e’ piu’ culturale che politico. Ma io spernacchio lo stesso cosi’ la prossima volta ci pensano 2 volte quando hanno in mano la scheda elettorale ;-P

    • silvanascricci ha detto:

      Eh, ma ci sono anche casalinghe che non vorrebbero esserlo e non trovano uno straccio di lavoro, oppure altre che sono state costrette a lasciarlo per mancanza di asili e strutture e i cui mariti non hanno mai fatto un cavolo per aiutarle.

  2. quarchedundepegi ha detto:

    Sembra che il maschio italiano sia rimasto ai tempi del padre-padrone. Non ha capito che non è disonorevole dare una mano in casa o andare a spasso col passeggino per permettere alla moglie casalinga di riposare un poco…
    Coll’arrivo della mentalità araba la situazione, nella media, la situazione peggiorerà.

    • silvanascricci ha detto:

      La mentalità araba non ha nulla da insegnare alla mentalità italiana (di moltissimi), fidati…. al massimo gli darà qualche ulteriore alibi e giustificazione.

  3. ele2999 ha detto:

    Però, dico io, ste donne potevano pure testarli un attimo sti mariti prima di sposarseli e farci dei figli?

  4. quarchedundepegi ha detto:

    Appunto! Non ho voluto neppure pensare che la mentalità araba possa insegnare. Sono loro che, venendo qui, potrebbero imparare qualcosa.
    @ ele2999
    Come si fa a testare un marito prima del matrimonio?

  5. ele2999 ha detto:

    @ quarchedundepegi
    Beh di modi ce ne sono tanti. Per esempio si può convivere per un annetto (prima di sposarsi e procreare) per verificare che sappia per lo meno da che parte si comuncia a fare i lavori in casa. E che li faccia senza storie.

  6. Marinella da Durban R.S.A. ha detto:

    Casalinghe disperate, casalinghe frustrate, mariti che non aiutano, mariti padri padroni, maschi da testare prima del matrimonio = MADRI CON MENTALITA’ OTTUSA, MADRI TROPPO RELIGIOSE, MADRI MASCHILISTE …..
    Insomma chi mette al mondo I MASCHI siamo noi donne, come mai ancora oggi si crescono i figli in modo diverso?????? Perche’ il primo specchio e’ la famiglia poi arriva la societa’.
    Mia suocera ha cresciuto due figli maschi negli anni ’60 con un marito padre padrone, fortunatamente non aggressivo e violento, insegnandogli in primis il rispetto per la donna, per la moglie e come mandare avanti una casa. Io che invece sono stata cresciuta, figlia unica, da una madre maniaca della casa e ossessionata dalla differenza tra i ruoli maschi e femmine, quindi all’essere succube e devota ai voleri del marito ho sviluppato un vero e proprio ribrezzo per entrambe.
    Naturalmente come coppia siano anomali, nel senso che siamo due casalinghi pur essendolo solo io di fatto ed quello che abbiamo e stiamo trasmettendo ai nostri figli e’ il risultato del nostro background, non abbiamo cambiato una virgola del nostro stile di vita, ora sono adolescenti che non si fanno condizionare dagli stili di vita delle altre famiglie anche se totalmente diverse dalla nostra. Fra qualche anno e saranno adulti che in attesa di trovare la persona giusta per crearsi una famiglia potranno vivere da single senza fare ricorso a “MAMMA'” ma sopratutto saranno due compagni di vita che non imporranno il loro essere maschio per farsi servire e riverire, questo erano il nostro obiettivo come coppia ed io posso dichiararmi una casalinga felice e serena ….. fortuna! Puo’ darsi ma lo devo soprattutto ad un’altra DONNA, mia suocera.

    Un abbraccio da Marinella

    • silvanascricci ha detto:

      Sono convinta pure io che le donne “facciano” gli uomini, ma non è da disprezzare o sottovalutare neppure l’impatto della cultura sociale.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...