Sii bella e stai zitta


Circa due mesi fa mi è venuto in mente di fare un esperimento che dimostrasse come la stragrande maggioranza degli uomini preferisca incontrare una donna oca e scema ma giovane e carina intenzionata a fare la velina (tipologia A) ad una donna preparata, colta, con un una professione interessante ma meno giovane e altrettanto bella (tipologia B).

Mi sono creata due identità fittizie e le ho iscritte in un famoso sito di incontri italiano.

E’ stata una faticaccia creare delle personalità coerenti e strutturate che fossero credibili allo stesso modo, ma soprattutto è stata una fatica boia dare risposte sceme alle domande e nelle conversazioni online e gestire i numerosissimi contatti della tipologia A; molto più semplice è stato gestire la tipologia B anche per la scarsità di contatti.

La metodologia è stata la seguente:

– ad entrambe le tipologie ho attribuito nomi semplici ed usuali: Anna e Francesca

– entrambe le tipologie sono state collocate come residente nel nord italia

– entrambe le tipologie sono state dotate delle stesse caratteristiche fisiche

– entrambe le tipologie dichiaravano di cercare in rete le stesse cose ed di avere le medesime finalità

Le cose che divergevano nelle due tipologie erano esclusivamente nei seguenti elementi:

– l’età: la prima dichiarava 23 anni; la seconda 38 anni

– la professione: modella la prima; fisico, con dottorato di ricerca in fisica nucleare, la seconda

– reddito: nullatenente la prima; medio alto la seconda

– cultura generale: praticamente ignorante la prima; particolarmente colta la seconda

Nei circa 60 giorni di esperimento questo è stato il risultato: alla tipologia A sono arrivati circa 500 messaggi, infinite conversazioni online sulla chat e una settantina di proposte di incontro reale.

Le persone che hanno contattato la tipologia A sono state le più disparate per età, provenienza, e grado culturale; nessuno, e dicasi nessuno, si è trovato a disagio a risposte francamente imbarazzanti per la loro pochezza, tutti hanno, al contrario, continuato a cercare e contattare questa tipologia.

Le persone che hanno contattato la tipologia B sono state circa una ventina ed abbastanza omogenee per età (fascia media 30-40 anni) e tutte provenienti dal centro nord e con una buona cultura generale; la tipologia B avrebbe potuto, nel mentre che chattava, farsi la manicure ed andare a fare shopping tanto poche erano le discussioni online ed ha avuto una sola richiesta di incontro reale.

Ho dovuto eliminare dall’esperimento un ragazzo di 25 anni che aveva contattato la tipologia B perchè ne sapeva a pacchi sulla fisica e temevo di essere sgamata.

L’esperimento che ho voluto fare non ha certo carattere di scientificità nè pretende di averla però dà uno spaccato abbastanza significativo di cosa interessa sul serio gli uomini.

Giovinezza, bellezza e, possibilmente, una mente vuota.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Femminile e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

29 risposte a Sii bella e stai zitta

  1. Exnoglobal ha detto:

    Senza alcun dubbio avrei tampinato la B..per me la fisica è sempre stata un mistero affascinante :-)))

    • Silvana ha detto:

      Idem.
      Anche per me la fisica è un mistero che mi affascina forse proprio perchè non conosco una cippa e non ci capisco un’acca; la trovo meravigliosa soprattutto da quando il mio gentil consorte ha, più volte, tentato di spiegarmi il meccanismo per il quale se ognuno di noi andasse ad una velocità milioni di volte superiore a quella della luce potrebbe vedere il passato.
      Non sai cosa darei per poter vedere il mio mito storico: Alessandro Magno.

  2. Bibi ha detto:

    “Giovinezza, bellezza e, possibilmente, una mente vuota”…azzo hai fatto l’identikit della garfagna…
    la gelmini potrebbe inserirsi ma solo per l’ultima caratteristica.
    a.y.s. Bibi

  3. mstatus_01 ha detto:

    In tutta questa misteriosissima, inquietante e conturbante vicenda, non ci ho capito molto salvo che la femmina del tipo A o B era sempre la stessa.
    Femmina che con l’inganno, probabilmente ispirata da Satana, ha cercato di turlupinare degli ingenui e poco accorti maschi con la possibilità di indurli a scellerati comportamenti che potrebbero compromettere seriamente la salvazione della loro anima.
    Un comportamento, da parte di questa femmina (tipo A e B) disdicevole per non dire demoniaco.

    • Silvana ha detto:

      Sicuro di stare bene?!?!

    • alvi ha detto:

      Non condivido il commento caro mstatus.
      Satana esiste perchè Dio esiste, non può esserci il bene senza male.
      La femmina AeB che è dentro ognuno di noi ha un ruolo preciso: ci permette di mettere alla prova i nostri talenti perchè solo così possiamo scoprirli e forgiarli nel fuoco della nostra ispirazione.
      Benedetta ogni prova che il cielo manda sul mio cammino: è una scala che posso usare per elevarmi o un’occasione per comprendere i miei limiti e pregare l’Assoluto che mi sostenga.
      Senza, saremmo solo animali da soma che tirano l’aratro a testa bassa senza mai vedere il sole.
      Non si scoraggi.
      Alvi

    • rasoiata ha detto:

      No, non sta bene.

      Oppure e’ una forma ironica di scrittura risalente al secolo di Boccaccio.

      Ne dubito.

  4. rasoiata ha detto:

    Ma come ci si sente nella parte della velina finta?

    “Un intelligente può fingere di essere stupido, ma il contrario è ovviamente impossibile.”

    credo l’abbia detta Woody o un’altro simile.

    Io non avrei fatto una tale fatica per poi scoprire quello che già sospettavo.

    Ciao
    Zac

    • silvanascricci ha detto:

      Lo sospettavo pure io, ma ne volevo una prova diciamo “certa”; a volte restare sulle proprie convinzioni senza una verifica può diventare fuorviante.
      Devo dirti che è stato pure divertente vedere come nessuno abbia mai replicato alle mie scemenze, esperesse nella tipologia A, dicendo: sarai pure bella, ma hai un cervello capace di sparare solo cazzate, nessuno, nessuno.
      Ciao
      S.

      • Bibi ha detto:

        Eppure io mi troverei benissimo nel ruolo del “velino”…aprire bocca e dare aria a qualsiasi stronzata con il sorriso sulle labbra…peccato che il fisico non mi aiuti…
        a.y.s. Bibi

      • silvanascricci ha detto:

        Non è semplicissimo fare la velina od il velino e sparare cazzate mentre ti verrebbero in mente rispote argute, io poi che sono anche ironica e, a volte, un po’ acida mi sono morsa la lingua più di una volta in questa parte che mi sono imposta per fare la mia personale “ricerca”.
        Poi, a dire il vero, il fisico (e l’età) non aiuta neppure me.

  5. Bibi ha detto:

    Mi sono dimenticato di una cosa….(l’età avanza ed il neurone fa sempre più fatica..).
    Quando si parla di questo tipo di chat e cioè finalizzate ad incontri più o meno….sex oriented c’è un particolare curioso da sottolineare.
    La gran parte dei nick femminili che si propongono in tali situazioni sono in realtà uomini….
    Non esiste prova “provata” di tale affermazione…ma fidati dell’esperienza mia e di Chiara (che ne ha più di me nel settore mentre io lo notavo per motivi tecnici).
    a.y.s. Bibi

    • silvanascricci ha detto:

      Io decisamente non ho esperienza in questo settore, quindi mi fido.
      Una domanda: ma quale sarebbe lo scopo di fingersi appartenenti ad un sesso diverso dal proprio?

  6. Bibi ha detto:

    Guarda…la cosa assume contorni strani…si va dalle perversioni più strane ai semplici scherzi..in ogni caso…è patologia conclamata.
    E’ un mondo difficile…
    a.y.s. Bibi

    • silvanascricci ha detto:

      Lo scherzo, benchè un poco cretino, lo posso anche capire, se dura poco, ma il farlo credere pervicacemente e con soddisfazione è, appunto, una perversione patologica.
      Che sia un mondo difficile me ne sono accorta in questi due mesi di “prova2, mi è capitato un po’ di tutto…
      Ciao
      S.

  7. riccardo ha detto:

    Ciao Silvana.
    Il tuo è stato un esperimento davvero interessante.
    Io, benchè uomo (o forse, proprio perchè lo sono, o credo di esserlo) non riesco proprio a capire come molti miei “colleghi” possano rimbambirsi per certe che considero solo delle caricature di donne.
    Non che abbia niente contro le belle e giovani ragazze, ma secondo me se all’aspetto estetico non si accompagna anche un cervello e (possibilmente!) un cuore, quella non è una donna. E’ una bambola. Ed ame non piace giocare con le bambole!
    Ciao!

    • silvanascricci ha detto:

      Bentornato caro Riccardo,
      credo che il piacere di giocare con le bambole nasca dalla paura e dal sentirsi inadeguati a sostenere colloqui, rapporti se pur leggeri, e confronti; quando delle bambole ti stanchi le metti in un angolo e non ci pensi più.
      Con donne, ed uomini, che hanno cuore, cervello, sangue e passioni è, invece, difficile e, a volte, doloroso.
      Un caro saluto
      S.

  8. frastellina ha detto:

    il risultato dell’esperimento l’ho facilmente intuito prima della la 2° riga del post. comunque complimenti per la tenacia: partorire risposte “velinesche” a un ritmo da conversazione in chat senza tradirsi dev’essere impegnativo. ma per la scienza, questo e altro! 😀
    ciao!
    _Fra_

  9. nuvoletta ha detto:

    mi inchino.. sei un genio

  10. eletta senso ha detto:

    anch’io mi sono divertita a fare esperimenti. alcuni risultati si possono leggere nella categoria “uomini”. comunque il test mi ha lasciato una nausea persistente e non riuscirei più a ripetere…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...