A vostra immagine e somiglianza


Che differenza c’è tra l’integralismo islamico e quello cattolico?

A ben guardare, facendo considerazioni serie, nessuno.

Nel  momento in cui una fede acceca il giudizio e nega libertà fondamentali le differenze si annullano.

Qualche sera fa stavo guardando una trasmissione con Don Gallo, la Binetti, Gasparri ed altri; stavano parlando del testamento biologico e delle libertà di scelta.

Posizioni estremiste erano espresse da nostra signora del Cilicio e Gasparri, mentre era proprio don Gallo a sostenere posizioni laiche e libertarie.

Le asserzioni della Binetti arrivavano a negare anche il suicidio e Gasparri che va sempre dove lo porta la convizione del momento le sosteneva con ardore battagliero.

L’ipocrisia della Binetti arrivava al punto di sostenere che con la legge sul testamento ognuno era libero di fare ciò che riteneva giusto nei limiti della legge e della religione, che in quel testo sono coincidenti, affermando che la nutrizione assistita non era accanimento terapeutico, bensì una sana ed equilibrata alimentazione non imposta, ma dovuta come carità cristiana e che, perfino il diritto al suicidio andava negato per legge.

Ognuno si regola anche secondo i dogmi e le indicazioni della propria fede, ma non può imporre la propria fede ed il conseguente modo di vivere a tutti, che abbiano altre religioni o che siano atei.

Si potrebbe, passasse una legge come quella appoggiata dalla Binetti, denunciarla per omicidio.

Prendiamo il caso di un malato di cancro in fase non terminale che nel caso vi arrivasse non vuole accanimenti terapeutici, non vuole una nutrizione medicalmente assistita, che non vuole che la sua vita dipenda da macchinari, tubicini ed altro.

Vorrebbe, se del caso e quando, morire dignitosamente, magari accanto alla famiglia e agli affetti di una vita o dell’ultimo momento, senza provare estremo dolore, ma sa anche che qualunque cosa lasci detto o scriva non gli sarà data soddisfazione; dovrà morire come prescrive la legge e la religione del suo paese.

Poniamo che da questa meccanizzazione della vita e della morte sia, profondamente, disgustato e angosciato non gli resterebbe altro che suicidarsi, magari in anticipo rispetto al decorso della malattia perchè non sa quando il momento della medicalizzazione della sua vita potrebbe arrivare.

Dovrebbe, pertanto, accorciare il suo tempo di vita e far subire ai suoi cari il peso di una morte precoce e non voluta in quel preciso momento perchè una Binetti, un Gasparri gli impediscono di decidere altrimenti.

Conosco già l’obiezione che questi signori metterebbero sul tavolo: quella persona non è psicologicamente equilibrata, serena e in pieno possesso delle sue facoltà mentali (ed è quello che hanno detto di Mario Monicelli),si sente abbandonata dalla famiglia; ed invece, cari signori, è proprio il contrario; la persona che dovesse scegliere questa via è di una lucidità estrema, ha un fortissimo equilibrio psichico e proprio in virtù di questi fa una scelta di libertà consapevole, ma voi, cari Binetti, Gasparri et similia sareste degli assassini, degli omicidi consapevoli.

Assassini non solo di libertà, ma proprio di vite umane; quelle vite umane che volete proteggere e tutelare ma solo alle vostre condizioni, in nome e per nome delle sole vostre convinzioni.

Perchè quello di cui avete terrore è proprio questo: che ognuno di noi abbia la libertà di vivere secondo coscienza con la capacità di decidere cosa fare della propria esistenza senza recar danno agli altri.

Quello che volete tutelare è soltanto la vita a vostra immagine e somiglianza, volete tutelare soltanto la vostra paura di un mondo diverso dal vostro, proteggervi dall’angoscia di non essere convincenti che per imposizioni, per legge e per fede.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Politica e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

25 risposte a A vostra immagine e somiglianza

  1. laura ha detto:

    io spero solo che queste persone,che ci voglionoimporre anche come morire,si ammalino,che provino un dolore così forte,una degradazione così terribile da rimangiarsi tutto quello che hanno detto.E’ facile parlare quando non ti tocca!Quando m ia madre si è ammalata di tumore abbiamo combattuto come leoni per curarla,ma quando dopo dieci anni il “mostro” si è ripresentato (questa volta al cervelletto)abbiamo solo sperato che la fine fosse rapida,il piu’ possibile dignitosa e indolore.Certo,io, tutti i giorni la rivorrei qui con me,ma non come gli ultimi tempi,facile parlare quando non vedi,non tocchi con mano quello che succede.

    • silvanascricci ha detto:

      Appunto, per loro sono cose astratte che non li riguardano.
      Chissà, forse, se toccassero con mano cambierebbero idea, ma a loro personalmente, perchè capitasse ad un loro caro non sono tanto convinta che modificherebbe il loro integralismo.
      Grazie della visita e del commento.

  2. Corvo Bianco ha detto:

    vabbe’…binetti e gasparri….
    “Le persone sagge parlano perché hanno qualcosa da dire. Le persone sciocche perché hanno da dire qualcosa”

  3. Stop ha detto:

    Vogliono imbrigliare in stupidi e boriosi discorsi quello che non possono capire:l’umanità, la libertà, la scelta.
    Come esseri immaturi strillano e invocano una realtà che non spaventi la loro illusione di onnipotenza.

  4. chiara ha detto:

    Non discutere mai con un idiota : ti trasina al suo livello e ti batte con l’esperienza quindi perdiamo tempo e risorse a star loro dietro.

    Battiamoli con l’unico modo che abbiamo : il voto

    Grazie

  5. Exnoglobal ha detto:

    Il pericolo insito nella fede religiosa è che questa permette a esseri umani altrimenti normali di cogliere i frutti della follia e considerarli sacri.

    (Sam Harris, La fine della fede)

  6. Zio Fester ha detto:

    Il vero problema , non sono loro che impongono la loro sciocchezza , ma coloro che , di quelle sciocchezze si nutrono e ne fanno una causa !
    Qual’ è la differenza tra un fondamentalista islamico ed un fondamentalista cattolico ” a parte il dio in cui dicono di credere ” !

    • Silvana ha detto:

      Ma chi le impone e chi se le fa imporre non fanno un tutt’uno?
      E per quel dio diverso che tutti i fondamentalismi impone si fanno guerre e si uccidono, sterminandole, quelle stesse vite che dicono di voler salvare.

  7. allarmato ha detto:

    Il cancro,cara Laura, è una brutta malattia,
    ma certamente non è di parte !
    Infatti non guarda in faccia:
    né ai ricchi, né ai poveri.

    • silvanascricci ha detto:

      Non credo che Laura intendesse dire che la malattia è di parte, quanto piuttosto decidere come vivere e convivere o meno con la malattia.

  8. rasoiata ha detto:

    Cara Silvana, ero entrato in “astinenza acuta”.

    Ti segnalo
    http://zacforever.wordpress.com/2010/02/16/addio-paola/

    ciao
    Zac

  9. speradisole ha detto:

    Che dei politici, per nulla preparati, per niente umani ed integralisti vogliano decidere su come gli altri, non loro, debbano morire, non solo è scandaloso, ma nemmemo immaginabile.
    Quando non si può impedire alla natura di fare il suo corso è del tutto inutile accanirsi e fare soffrire una persona.
    Quello che rattrista e spaventa è che il nostro “fine vita” possa essere condizionato da personaggi come la Binetti o Gasparri, che per un voto in più loro sì, venderebbero l’anima.
    Ma non sono sicura che ci credano nell’anima.
    Ciao Silvana, bellissimo post, argomento difficile, ma da tenere sempre presente sui blog. Il pericolo si avvicina.
    Ciao un abbraccio.

    • silvanascricci ha detto:

      Mi rendo conto che l’argomento non sia ameno, ma è necessario tenersi all’erta perchè questi sono pronti a tutto.
      Un abbraccio anche a lei e spero che stia meglio.
      A presto.

  10. alvi ha detto:

    Cerdo che il fondamantalismo sia fondamentalismo e basta.
    Non ha nessun senso cercare differenze tra i fondamentalismi: islamici, cattolici, biondi, bassi, secondigeniti, pelati… è uguale

    E vale anche in altri ambiti. I mistici sono tutti uguali, che sia Francesco o Rumi, o Teresa d’Avila o Budda non cambia.

    Guardiamoci dai fondamentalisti.

    OHM

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...