Calumet della pace o canna del gas


Dopo le esternazioni del premier con la stampa estera: non mi ricandido nel 2013, lascio lo scettro ad Angelino Alfano, al Quirinale ci vedrei bene Gianni Letta; nel partito dell’amore sono andati in fibrillazione.

Alle sparate del grande capo a cui, sinceramente, non crede nessuno, e da lui stesso, oggi, già smentito nell’eterno giochino del dire e rimangiare.

Ai colonelli del partito, dicevo, gli è partito l’embolo poichè ognuno di essi si ritiene l’unico degno successore del premier quando finalmente ci sarà la sua dipartita, politica o fisica che sia, poichè neppure loro credono alla favoletta di Scapagnini che l’Unto del Signore camperà fino a 120 anni.

Ma ieri sera, in qualche ristorante romano, con una cena leggera, si sono parlati, hanno sepolto, almeno per ora, l’ascia di guerra e si sono accordati, più o meno, su cosa va a chi.

Come nella grande tribù dei Scilipoti hanno fumato il calumet della pace o, quantomeno, si sono attaccatti alla canna del gas.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Politica e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

8 risposte a Calumet della pace o canna del gas

  1. Nebbia ha detto:

    Siamo alla canna del gas.

  2. Verbena ha detto:

    Il fumo uccide – il gas pure (c’e’ ancora speranza)

  3. Simonetta ha detto:

    Fermi tutti.
    Il gas lo apro io.

  4. Silvestre ha detto:

    Alla notte dei lunghi coltelli.

    Bondi gia’ eliminato

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...