Ordinarie follie


1) Scilipoti al governo, enorme passo avanti dell’agopuntura

2) Ospedale del Mare di Napoli è stato costruito nella zona gialla del Vesuvio, a cento metri dalla zona rossa e a quattro chilometri, sottovento, dall’inceneritore; per fortuna la costruzione si è bloccata, ma il concetto è giusto: se qualcuno deve morire è meglio siano i già ammalati.

3) “Ho dato dei soldi a Ruby per toglierla dal marciapiede ed evitare che si prostituisse”, finalmente sappiamo la verità: la nipote di Mubark faceva la mignotta a insaputa dell’importante zio e Berlusconi il redentore di pecorelle smarrite.

4) Dovere di elogio, il pluralismo secondo l’Agcom: se un giornalista parla male di un potente dovrà trovare qualcuno (a sue spese?) che ne parla bene.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Varie ed eventuali e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

6 risposte a Ordinarie follie

  1. Silla ha detto:

    Agopuntori…igieniste dentali….tutti al potere con Berlusconi, ma come mai la Sanità fa acqua da tutte le parti?

  2. rasoiata ha detto:

    A tal proposito, il caro Gilioli scrive:

    “Prima dice – e fa votare dalla sua maggioranza – che era convinto si trattasse davvero della nipote di Mubarak.

    Poi aggiunge che le ha dato dei soldi perché non si prostituisse.

    Il sillogismo si chiude facile facile: Berlusconi pensava che il presidente dell’Egitto avesse una nipote mignotta.

    Roba che se non l’avessero buttato giù, Mubarak ci dichiarerebbe guerra domani.

  3. cescocesto ha detto:

    ma scilipoti sarà sottosegretario alla sanità con delega alla medicina alternativa?

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...