E se mi suicidassi?


Se mi suicidassi?

Mediaticamente, intendo (vorrei tranquillizzare congiunti e tutti quelli che mi conoscono, che a me la vita non puzza per niente).

Ultimamente ricevo pochissime visite (oddio non come hai tempi in cui, già, meditai di chiudere baracca e burattini) ma sempre meno di quelle a cui ero abituata, i commenti scarseggiano e pure io non riesco più a seguire come un tempo i blog amici e lasciare messaggi intelligenti ed arguti.

Ultimamente anche se scrivo mi accorgo che lo faccio senza più molto entusiasmo ed infatti la qualità dei miei post ne risente (non che, in realtà, sia mai stata eccelsa); potrei chiudere il blog e lasciarlo lì per chi nutrisse ancora qualche curiosità.

Potrei, invece, cancellarlo definitivamente e non lasciarne più alcuna traccia.

P.s: su istigazione di Zac ho inviato una mail alla presidenza della repubblica contenente il post di richiesta di non incontrare i Savoia e non mi “suiciderò” prima di avervi fatto sapere se mi ha risposto o no.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Diario personale e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

43 risposte a E se mi suicidassi?

  1. Ferruccio ha detto:

    Sono cose che succedono, passano. Porta pazienza.
    Dal suicidio non si torna indietro:-)

    • silvanascricci ha detto:

      Effettivamente un taglio per il lungo della femorale del blog lascerebbe ben poche speranze di ripresa 🙂
      Grazie e ciao.

  2. Barabba Marlin ha detto:

    sono le 14:45 e vedo dal bannerino di ShinyStat che finora hai collezionato 328 contatti, non sono affatto pochi, proprio per nulla, ma a parte questo, non puoi decidere di chiudere il blog perché le visite o i commenti sono in calo, è un atteggiamento da dirigente televisivo, succube dello share. Inoltre ti svelo una cosa, se qualcuno ha un’iscrizione rss al tuo blog, non viene statisticato, ma l’abbonato legge comunque i tuoi post, inoltre i commenti non sono necessariamente indice di gradimento, io spesso non commento post che ritengo non abbiano bisogno di altre parole

    • silvanascricci ha detto:

      Oh, Barabba io non ho mica l’atteggiamento televisivo da rai o mediaset, ma, come dicevo in un altro commento, non mi piace molto l’idea di parlare nel deserto.
      La verità è che mi sembra di scrivere sempre più fiaccamente, e che questo venga percepito.

  3. la donna camèl ha detto:

    Magari non ti interessa saperlo, ma io ti leggo dai feed e forse altri come me. Purtroppo credo che l’aggregatore non lasci tracce nel counter, però è comodo e veloce e non avrei il tempo di visitare direttamente tutti i blog che seguo. Fino a ora non ho avuto niente di interessante da dirti e per questo non avevo mai commentato: sono spesso d’accordo con te.
    Tieni duro e fregatene dell’audience, sarai mica un funzionario di rai uno? 🙂

    • silvanascricci ha detto:

      Certo che mi interessa saperlo, eccome!
      Può essere che, in effetti, il modo di lettura con i feed non lasci tracce, non l’avevo considerato.
      Non è che ci tenga all’audience, ma non mi piace neppure presumere di parlare nel deserto.
      Grazie, ciao.

  4. camu ha detto:

    Secondo me è tutta colpa di Facebook, la gente s’è spostata in massa da quelle parti. Potresti, più che un suicidio, fare un trasloco 🙂

  5. Marinella da Durban R.S.A. ha detto:

    NON TI AZZARDARE A CHIUDERE IL BLOG …
    A COSTO DI SCOPRIRE DOVE VIVI E CONOSCERTI DI PERSONA PER CONVINCERTI, TANTO UNA VOLTA ALL’ANNO IO RIENTRO IN ITALIA E RAVENNA NON E’ COSI’ DISTANTE DA BOLOGNA, POI POTREI FARMI AIUTARE DALLA DOTTORESSA SPERADISOLE ECC. ECC.
    SILVANA NO TI PREGO, VERAMENTE!!!!!!!!!!!!
    VUOI VENIRE MIA OSPITE A DURBAN PER RIPRENDERTI DAL TRAN TRAN QUOTIDIANO??????

    SILVANA NON FARE SCHERZI!!!!!!!!!!!!!

    UN ABBRACCIO GRANDISSIMO

    Marinella

    • silvanascricci ha detto:

      La carissima dott. saprebbe benissimo come, dove e quando trovarmi.
      Attenta Marinella, potrei prenderti sul serio e VOLERTI incontrare la volta che vieni a Ravenna, per quanto riguarda Durban….
      Scherzi a parte mi sembra, sempre più spesso, di dire banalità e quel che è peggio di dirle in modo scontato.
      Un abbraccio.
      S.

      • Marinella da Durban RSA ha detto:

        Silvana, tu, la dott., un’altra mia amica che ha un blog, scrivete dei bellissimi articoli ma soprattutto scrivete quello che vi dice il cuore, lo stomaco e il vostro quotidiano, probabilmente se vivessi in Italia scriverei anch’io le stesse cose.
        Proprio per questo non devi demordere, continua con la tua ironia, non so quante persone che vivono all’estero ti leggono quotidianamente ma sei un anello di congiunzione importante per noi gente comune che non frequenta diplomatici o associazioni governative dove il lezzo alcune volte e’ insopportabile.
        Mi auguro che sia solo un momento diciamo di “noia” passeggero, per quanto riguarda le vacanze italiane noi arriviamo il 27 giugno a Bologna …..
        vedi tu, il mio indirizzo di posta ce l’hai e ti posso inviare il mio nr. di cellulare italiano.
        Un abbraccio grandissimo,
        Marinella

      • silvanascricci ha detto:

        Ti incontrerei stravolentieri, il 17 giugno è dietro l’angolo.
        Facciamolo sul serio, io ho già conosciuto persone incrociate sul blog ed ho avuto bellissime sorprese;se mi invi il tuo nr. di cellulare nella mail mi fa molto piacere.
        Un enorme abbraccio.
        S.

  6. rasoiata ha detto:

    Non pensarci neanche per scherzo.

    Considero questo post come una sorte di scherzo carnevalesco postdatato.

    Non e’ importante la quantità di chi ti legge, ma la qualità.

    Una volta ero un cantante.
    Una sera, vicino aMilano, sbagliammo posto, nel senso che pensavamo di suonare in un club di rockettari, ci trovammo in una discoteca di musica house, come successe ai Blues Brother’s.
    I componenti del gruppo mi dissero, verso meta’concerto, “Ehi Zac, c’è solo una persona, cosa facciamo, continuiamo?”.

    Ero l’unico illuminato dal faro, mi fermai, guardai l’unica spettatrice, e le dissi:

    “Cara fanciulla, noi stasera suoneremo per te”.

    Ciao
    Zac

    • silvanascricci ha detto:

      Caro Zac, in realtà non è uno scherzo di carnevale in ritardo.
      Non ho molti stimoli in questo momento, mi pare di girare intorno alle stesse cose.
      E’ vero che non importa la quantità, ma io non amo molto parlami addosso; mi piace parlare con gli altri.
      ….facevi il cantante?!?!

      • rasoiata ha detto:

        Si’, cantavo, feci anche due cd in quanto negli anni novanta ebbi la fortuna di vincere Arezzo Wave.
        Sembrava che potesse diventare un lavoro, ma dopo due tournée in giro per lo stivale, capii che la mia vera arte era dipingere, il resto del gruppo non la prese bene, ci sciogliemmo e tutto fini’.
        Resta il ricordo di essere stato uno tra i primi gruppi italiani che venne trasmesso live su MTV.
        Mi chiamavano “l’animale del palcoscenico”, mia madre si vergognava di tale appellativo.

        Pensa, Cara Silvana, che nel 92 scrissi una canzone, publlicata in un cd che si intitolava “sesso e intelligenza”, e la canzone faceva:
        “Kareem, sei piccolo e beone”.
        Sul retro della copertina v’era un avviso, diceva:
        Kareem e’ Silvio Berlusconi.
        Ovviamente, ma questo già lo immagini, il Kareem originale era inteso Abdul Jabbar.

        Baci
        Zac

      • silvanascricci ha detto:

        Il connubio sesso ed intelligenza è notevole.
        Jabbar che grande giocatore che è stato…fantastico.
        Pensa che a casa mia dicono che canto come Paolo Conte, che di per sè sembrerebbe un complimento ma non lo è affatto, sottolineando maliziosamente la mia scarsissima capacità di essere intonata, ma me ne infischio e continuo, tranquillamente, a cantare.
        Baci.
        S.

      • rasoiata ha detto:

        Brava

  7. rasoiata ha detto:

    Aggiungo, la mia istigazione era intesa su supporto cartaceo.
    Ciao

  8. speradisole ha detto:

    Non dirlo neanche per scherzo.
    Una voce come la tua non può mancare nel web ed anche se sembrano pochi i lettori, gli estimatori ci sono e sono tanti.
    Un abbraccio. Ti mando un omaggio. Sei la mia grande maestra.
    http://www.fotocommunity.it/search?q=camelie&index=fotos&options=YToyOntzOjU6InN0YXJ0IjtpOjA7czo3OiJkaXNwbGF5IjtzOjg6IjIwNTI3NTYyIjt9/pos/5

    • silvanascricci ha detto:

      Ehi, dott. sto diventando ordinaria ed anche un tantinello mediocre.
      Grazie dell’omaggio, per quanto riguarda essere la sua grande maestra, parliamone perchè decisamente non mi sembra il caso, eventualmente il contrario su tante, tantissime cose.
      Un bacione.

  9. Itaglianibravagente ha detto:

    Ciao Silvana, non credo tu debba commettere questo atto di autosoppressione mediatica.
    Primo perché comunque sono sempre passata a leggerti, pur non lasciando ogni volta un commento.
    Così credo, faranno, facciano ed abbiano fatto in molti. Secondo perché puoi sempre prenderti una pausa di riflessione, la quale non per forza di cose deve implicare una cancellazione del blog.
    Terzo perché è sempre più difficile trovare persone che hanno qualcosa da dire.
    Non importa se ciò che hanno da dire lo pubblicano ad intervalli più o meno lunghi.
    Ma soprattutto diventa sempre più raro trovare persone autoironiche ed ironiche.
    Un caro saluto e a rileggerti quando vuoi.

  10. Exnoglobal ha detto:

    No..non farlo…sei una delle poche che rimane nella “modica quantità di cazzate”…pooi..adoro la tua concisione……

    • silvanascricci ha detto:

      La modica quantità di cazzate è meravigliosa.
      Quindi, deduco, che restando le modica quantità abbia facoltà di restare.

      • Exnoglobal ha detto:

        Si..si..fidati.
        Magari scrivi solo quando hai un’ispirazione luminosa..quando l’impulso a farlo non è proprio sopprimibile…quando riessci a ritagliarti un pò di tempo, senza sacrificare la tua vita sociale….

        NON sto chiedendoti di scrivere di meno :-)))
        NON suicidare il tuo blog..lascialo in memoria di quella bella persona che ci piaceva tanto ricordare..così :-)))

        PS..la “modica quantità di cazzate” è una battuta riciclata….lo ammetto.

      • silvanascricci ha detto:

        Sarà pure riciclata ma efficace.

  11. Falco Nero ha detto:

    Click. passo e chiudi, ho letto il tuo “suicidio mediatico”, a volte fare un click definitivo non serve, basta (altre virgolette) “tirare il fiato”, mi è capitato raramente di leggerti, forse abbiamo orari diversi…. ma curiosando nei tuoi post ho letto quello scritto al Presidente e quello del Papa sul Risorgimento….. e allora dico ma una come te, madovetennevoiannà ? rimani valà…. ciao.

  12. Madame Bovary ha detto:

    Ho valutato il post con una sola stella perchè l’intenzione non mi è piaciuta per niente.
    E che c…o per una volta che si trova qualcuno spiritoso, autoironico e senza tanti peli sulla lingua non si può assolutamente lasciarlo andare.
    Quindi rimani, Silvana che noi leggiamo, eccome se leggiamo.

    • Silvana ha detto:

      Non è che sia proprio una decisione presa, è un’ipotesi che mi frulla in testa.
      Magari ha ragione chi dice di prendermi una pausa.

      • Falco Nero ha detto:

        Fa piacere anche a me sapere (spero) di avere altre opportunità di poterti leggere…e adesso non fare scherzi vè !! 🙂 a presto !!

  13. rasoiata ha detto:

    Devo aggiungere qualcos’altro.
    O io sono completamente fuso, e ti assicuro che non e’ così, oppure la tua autocritica pretende delle personali considerazioni:

    a) non ho notato un discernimento verso il basso dei tuoi scritti, e nemmeno un accrescimento delle banalità, che qui non riesco mai a trovare.

    b) Pausa? No, ma dico, qui ci si prendono delle pause così? Con il nano che mal che vada ci sorbiremo altri due anni se non muore prima, tu paventi una pausa?
    Sono completamente contrario

    c) al mattino salgo in auto, al primo semaforo rosso prendo l’iPhone e mi dico:
    “E adesso Silvana”
    non hai il permesso di togliermi un tale piacere.

    Per ultimo, considerati pure il mio pusher cerebrale, mica puoi mandarmi in astinenza…

    Ciao
    Zac

    • silvanascricci ha detto:

      Questa caro Zac, è davvero una delle più belle motivazioni che mi sono state suggerite per provare a tenere aperto il blog: quella di essere il tuo pusher cerebrale; qiesta e quella di Exnoglobal sulla modica quantità di cazzate sono davvero degne di nota.
      Probabilmente è proprio questo dovere, necessariamente, parlare delle miserie, delle meschinerie e degli interessi personali del nano a stendermi, a rendermi monotona e priva di slancio.
      Perchè dopo un poco sei sempre a mescolare le stesse minestre.
      E’ uno sfinimento.
      Un abbraccio.
      S.

  14. Bibi ha detto:

    Statistiche, accessi, commenti…lasciano il tempo che trovano.
    Nel mio blog ho installato due plugin per il rilevamento statistico, volevo vedere quale era il migliore. Come risultato mi sono trovato in una situazione simile a quella vissuta da don Camillo e Peppone riguardo all’ora ufficiale di brescello…ognuno da i suoi numeri e sempre diversi…
    Commenti..mah.. non guarderei al numero ma alla sostanza.. cioè vedo blog o articoli sui vari social networks (minchia che cultura oggi…) che hanno centinaia di commenti ma sono tipo : ke figo!.. bello! … SEI 1 S…….. o cose così, due o massimo tre lettere perchè di più il cervello dell’utente non ne computa.
    Inoltre i commenti sono relativi, nel senso che uno scrive ma non necessariamente si aspetta un commento. Io stesso spesso leggo ma non sento la necessità o l’obbligo di dire “ok..sono d’accordo”..oppure scrivere ciao.. e quindi non mi sorprende se spesso nessuno commenta quanto scrivo (anche perchè probabilmente supero e di molto la “modica quantità di cazzate” anzi..forse sono fuori scala in questo senso..).
    Ma poi alla fine penso che non sono queste le cose che ti hanno spinto alle considerazioni del suicidio mediatico. Il nocciolo è la stanchezza od il senso di vuoto che ogni tanto attanaglia chi scrive e “tiene” un blog ed a maggior ragione un blog come il tuo che ha un seguito ed un suo perchè.
    In buona sostanza… non ti crucciare.. capita a tutti e poi passa. Per un pò non si ha nulla da dire e poi magari guardi fuori dalla finestra del tuo autobus quotidiano (fonte di ispirazione fantastica che non possiedo) e un tombino che fuma..od un passante che si infradicia in una pozza d’acqua od un vestito particolare..od un tipo strano ti fanno accendere una lampadina in testa e poi quando arrivi a casa, accendi il pc e riversi sul bianco dello schermo pensieri e parole. Perchè poi alla fine è di questo che si tratta..pensieri e parole.
    a.y.s. Bibi
    P.S….e con questo commento mi rimetto in pari con quelli mancanti…
    PP.SS. scherzi a parte..periodo di fuoco lavorativamente parlando e quello per il blog è tempo rubato ..

    • silvanascricci ha detto:

      E’ vero tutto quello che hai scritto e probabilmente si tratta solo di un periodo di stanchezza e di crisi d’ispirazione.
      Me la ricordo benissimo la scena di Don Camillo e Peppone, mi sono sempre piaciuti i libri di Guareschi ed anch’essi hanno il loro perchè.
      Ciao
      S.

      • Bibi ha detto:

        E comunque non finisce mica qui….devo dire che sei una delle blogger più interessanti che ho incrociato (a parte la ragazza con la valigia…che scrive poco..è distratta dall’OP… deve studiare…e poi adora Lady Gaga..e questo è forse il suo più grave difetto..ma è una delle più divertenti e fantasiose presenze del web) e quindi aspetto altre tue esternazioni. Con calma…senza fretta…lasci tutto..anche il cappotto e te ne vai…scusa..questo è “amici miei” quello vero.. quello della supercazzola con scappellamento a destra.
        a.y.s. Bibi
        P.S. e la canzone di vecchioni non mi piace…(guarda a cosa mi attacco per stimolare una reazione.)

      • silvanascricci ha detto:

        La ragazza con la valigia saltella di fiore in fiore e non vi si ferma mai a lungo.
        Forse ho davvero bisogno di lasciare anche il cappotto ed andare via, con calma e senza fretta.
        P.S. per Vecchioni 😉

  15. frastellina ha detto:

    mi accodo agli altri no, anche se con un po’ d’invidia,leggendo i messaggi precedenti. 328 visite… E TI SEMBRANO POCHE?!?!?!?
    tu davvero non sai cosa vuol dire parlare al deserto…

    con stima e affetto,
    Fra.

    • silvanascricci ha detto:

      Rispetto ad un tempo non son tanti.
      Come ho già detto ad altri ho perso l’ispirazione e scrivo banalità.
      Ciao, a presto.

  16. cescocesto ha detto:

    ho aspettato a commentare perchè volevo commentare “a freddo” (a caldo avrei scritto qualcosa del tipo “no, ommioddddio non lo fare”, come una pessima groupie al momento dello scioglimento dei take that).
    io esco ora, come sai, da un periodo di “stanca”: pochi commenti, meno visite, stanchezza del blog in generale..
    il mio consiglio è: prenditi una meritata vacanza. stacca un po’, che a volte i ritmi del blog ci “incastrano” nostro malgrado (soprattutto tu che scrivi quasi quotidianamente), e vedrai che tra tra una settimana, un mese, (speriamo non) un anno, leggerai/vedrai/penserai a qualcosa e il successivo pensiero sarà “devo assolutamente scriverlo sul blog!”.
    ecco, quello sarà il momento giusto per terminare la vacanza.

    un secondo appunto: il numero di commenti dimostra che i tuoi lettori sono ancora tanti. direi però che chi ti legge quotidianamente potrebbe impegnarsi a commentare un pochino di più, giusto per farti sentitre che ci siamo. perchè ci siamo, eh!

    • silvanascricci ha detto:

      Grazie della comprensione, Cesco.
      Credo che sia davvero un periodo un po’ di stanca.
      Comunque ti ringrazio dell’invito ai commenti 😉

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...