Mia!


L’onorevole Butti, quatto quatto, ha presentato la settima scorsa una piccola bozza che verrà inviata in commissione parlamentare che prevede che se una trasmissione parla di un certo argomento (immagino di attualità, perchè la strage delle foche monache non interessa nessuno) nessun’altro, nella televisione pubblica potrà parlarne per i successivi otto giorni.

Facciamo un esempio: se lunedì qualche trasmissione rai (a caso, Porta a Porta) parla di Ruby nessuno potrà riparlarne,  nei talk show, fino al lunedì successivo.

Entro la prossima settima la voteranno…

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Politica e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

18 risposte a Mia!

  1. palbi ha detto:

    cazzo volevo parlarne io dell’onorevole butti ma adesso fino a giovedi prossimo sono fregato 😉

  2. rasoiata ha detto:

    Macché, cara Silvana, la boutade del Butti e’ solo fumo negli occhi.
    E’ il loro gioco, la loro arma, far parlare in tv il più possibile, meglio se di Ruby o Noemi, vorrai mica che parlino della riforma EnteroGelmini, che se noti e’ scomparsa come Kaiser Sose in I Soliti Sospetti.
    E più ne parlano, sia nel bene, sia nel male, un fottio di persone si convinceranno ulteriormente dell’ avversione di certi magistrati verso il nano, o, viceversa, del millantato priapismo del nano medesimo.
    In entrambi i casi risulta essere la tattica vincente del B., che conosce bene l’elettorato, e sa che se lo bombarda di gossip, l’elettorato lo premia.

    E’ tristissimo,
    ma e’ così.

    Besos,
    Zac

  3. Antonio ha detto:

    E’ un chiaro e manifesto atto di dittatura, poichè si intende mettere la mossarda(il bavaglio) ai conduttori ed all’opinione pubblica, che non deve sapere e non deve pensare! E’ una vera VERGOGNA! Ciao. Antonio.

  4. quarchedundepegi ha detto:

    Non è un inizio di “bavaglio” tipo quello che hanno fatto recentemente in Ungheria?

  5. Giovanni Farzati ha detto:

    E’ nel dna della televisone, battere un tema finchè c’è ascoflto, anche se molte volte questo ammorba; Rai, il canone, va abolito,anche mamma Rai sul mercato a tirare pugni, su questa legge, mi sembra che sia un bavaglio, cosa farà un direttore? per gli amanti del cappuccino, il commento della mattina è sull’ultima uscita in qualche salotto tv di politici eternamente arrapati (beati loro); anche se si prospettano tempi duri per la tv, che costantemente perde interesse e ascolti. Nel nostro prossimoumano mondo della comunicazione c’è l’on line che divora spazi mediatici..

    • silvanascricci ha detto:

      Beh questa storia del fatto che paghiamo il canone Rai e non paghiamo i canali mediaset è ora di smentirla, paghiamo ogni girono per rete quattro 130 milioni di euro al giorno; ai presente quanti canoni rai ci vengono fuori?

  6. cescocesto ha detto:

    questa mi mancava. geniali.

  7. Giovanni Farzati ha detto:

    130 milioni di euro al giorno, pesano allo Stato,ma io..e la massa quando mi arrivail bollettino a casa, mi viene un nervoso, perdo la mia felicità selvaggia, divendo uomo senza peli sulla lingua, vaffa…fischietto..si viaggiare..si pagare..

    • silvanascricci ha detto:

      Allora fai come me, fatti addebitare il canone sulla carta di credito così non vedi nessun bollettino.
      Però siccome le casse dello stato vengono rimpinguate da me e da te i soldi per rete 4 ce li mettiamo eccome.

  8. Giovanni Farzati ha detto:

    Mal di pancia, ho la carta..ma senza credito, questo mi causa dolore di testa, no al canone, anche in versi, arriva in canone con i denti di cane mi azzanna una mano, mi prende euro e divento terreo…ciao..scherzi a parte, tu hai ragione..ciao

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...