Non tutti i bisognosi sono uguali


Vi “posto” una risposta vera e reale alla richiesta di aiuto di una signora che si è rivolta a Berlusconi per avere un aiuto.

La signora in questione ha 49 anni, cinque figli ed uno stipendio da maestra elementare; non riceve nessun aiuto dal suo ex e, quindi, si era rivolta al premier per avere un aiuto.

La risposta le è arrivata un mese dopo e, testualmente, recitava: “Pur comprendendo la Sua difficile situazione, debbo comunicarLe che non posso farmi carico dei casi individuali, anche se degni di considerazione.

Quotidianamente mi pervengono numerose domande di aiuto, volte a sensibilizzarmi un atto di personale generosità: comprenderà quanto sia difficile, aldilà di ogni buon intendimento, poterle accogliere.

La Presidenza del Consiglio, d’altra parte, non dispone di fondi da erogare in favore dei singoli cittadini in difficoltà.

Le auguro di superare presto le difficoltà del momento”.

Commenti? perchè a me quelli che vengono non sono, francamente, riportabili in luogo pubblico.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Varie ed eventuali e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

16 risposte a Non tutti i bisognosi sono uguali

  1. rasoiata ha detto:

    Piazzale Loreto.
    Nessuna pietà.

  2. alvi ha detto:

    Da tempo si dice che nel Nostro Paese i giovani sono PENalizzati e allora Berlusconi (che è bbuono!) non potendo aiutare tutti ma proprio tutti, ha cominciato dando una mano ai più giovani e in particolare alle donne, da sempre svantaggiate nelle nostre società.
    Il Nostro Presidente non è solo bbuono, ma anche (cit. veltroni oseo) giusto.

    • silvanascricci ha detto:

      Ah ecco! è la questione della PENalizzazione che non avevo colto.
      La citazione a Veltroni è d’obbligo e non poteva mancare.

  3. umberto ha detto:

    Se l’Italia fosse veramente uno stato sociale questi problemi verrebbero affrontati in maniera adeguata e vi sarebbe un capitolo di bilancio dedicato ed adeguato a queste situazioni.

    Ma noi siano un fasullo stato sociale, uno stato che spreca risorse, che da soldi a chi non ne ha bisogno, che mantiene una miriade di enti inutili.

    Dopodichè vi sarebbe un’altra personale considerazione, ma anche quella non è riportabile in luogo pubblico.

  4. alvi ha detto:

    dimenticavo:
    da ognuno secondo le sue possibilità a ognuno secondo i suoi bisogni.
    Cioè:
    ti mostro il culo perchè è la mia parte migliore e mi servono soldi
    ti guardo il culo perchè di più non posso e pago se no non me lo mostri.

  5. Antonio ha detto:

    V E R G O G N A AAAAAAAAA!
    Per le feste e le escort ce l’ha i soldi e come! Vergopgna!
    Organizza una colletta per questa gentile signora in difficoltà. Credo che tutti i tuoi lettori non si tireranno indietro, a seconda delle loro possibilità. Un abbraccio. Antonio. P.S. Sarò sempre felice di vederti passare dal bulino poetico. Grazie. Ciao. A.

    Per quanto riguarda il breve post successivo, cara Silvana, ti dico che la proposta pecorello ( o pecorina? ) è l’ennesimo tentativo- inutile- di salvare il deredano al proprio padrone. Ed anche a tale proposito bisogna gridare VERGOGNAAAAAAAAAA!!!
    Un abbraccio. Antonio.

    • silvanascricci ha detto:

      E pensare che, il giorno prima, avevo detto con mio marito la stessa cosa di Pecorella, lo avevo fatto per dire una suntuosa cazzata ed invece…
      Vedi che potrei anche fare la politica di professione senza sfigurare!
      Un abbraccio
      Silvana

  6. Giovanni Farzati ha detto:

    Un Premier non può certo dare aiuto a tutti, ma credo che molto possa fare, dai, non prendiamoci in giro, la presidenza senza forza economica? cazzate! le solite battute di chi è sazio e non comprende chi ha fame. Politica, soldi, potere..quanti sono i sindaci in Italia che donano lo stipendio al comune?? su quais 8000 comuni, credo una percentuale molto bassa. Per non prlare poi di ministri e portapacchi

    • silvanascricci ha detto:

      Il fatto è che qui non è tanto la questione se la presidenza del consiglio abbia o no forza economica quanto piuttosto il millantare la propria generosità e poi rispondere con lettere del genere.
      Si spende, e tanto, per i propri porci comodi e mi va anche bene, ma almeno non facciamo i santi.

  7. speradisole ha detto:

    Quante malignità vorrei dire Silvana.
    Questo è il “gergo” del potere. Come presidenza del consiglio non ha a disposizione soldi per aiutare tutti i bisognosi, stronzate!
    Come Presidenza del Consiglio può fare in modo che i suoi cittadini stiano meglio, interessandosi delle loro necessità, con leggi giuste.
    Il lavoro, quello sano, quello che puzza di sudore ma odora di dignità, non è per lui.
    Ciao carissima.

  8. Bibi ha detto:

    La signora ha sbagliato, doveva far scrivere la lettera ad una delle figlie, la più piccola …perchè più piccole sono..meglio “scrivono”. Secondo me avrebbe risposto subito e si sarebbe trovato un appartamento libero all’Olgiatina.
    E’ tutta questione di forma, lui ci tiene alla forma.
    a.y.s. Bibi

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...