Il senso dei tagli


Gli studenti, i laureati, i professionisti di prestigio votano a sinistra.

I tagli alla cultura e all’università hanno un senso.

Mica possono sovvenzionare l’opposizione.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Politica e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

6 risposte a Il senso dei tagli

  1. Exnoglobal ha detto:

    Quando tenti di “acculturare” o peggio di “indottrinare” vi sono sempre un certo numero di allievi che mettono in discussione il “maestro”.Con i giusti strumenti si possono fare una cultura indipendente e speso antitetica…per cui è molto più sicuro lasciare la gente ignorante :-)))

  2. alvi ha detto:

    Resta da capire chi o cosa sovvenziona la sinistra quando è al governo (e magari perchè la sinistra è elite e non popolo che unido jamas serà vencido)

    • silvanascricci ha detto:

      Certo che la sinistra non attrae più il popolo ed infatti si vedono i risultati elettorali.
      Sempre più gli operai votano Berlusconi sebbene io non capisca come faccia un operaio a votare per chi sostiene i padroni, ma ancora meno capisco i disoccupati che votano per la destra, questa destra che, di fatto, ha creato il 29% di disoccupazione giovanile (dati istat di oggi).

  3. Marinella da Durban R.S.A. ha detto:

    Buon Anno Silvana, la italo-sudafricana ti augura un 2011 con tantissima salute e poi tutto il resto!!!!!!!
    Vedo che l’Italia si sta velocemente Africanizzando e parte proprio dall’educazione scolastica, quando si dice globalizzazione!!!!!!!!!!!!
    A questo governo non piacciono gli immigrati e ancora meno i neri ma utilizzano gli stessi metodi dei Governi Liberi Neri per rimandare le masse nell’oblio dell’ignoranza perche’ facilmente gestibili.
    In Africa tantissimi governi si definiscono di sinistra ma di fatto sono un misto fra il tribale e la dittatura e chissa’ perche’ l’inizio dell’Indipendenza Africana dal colonialismo e’ passata dalla distruzione lenta e metodica della SCOLARIZZAZIONE o EDUCAZIONE SCOLASTICA ….
    Giusto per farti un esempio tangibile l’anno 2010 dopo la sbronza dei Mondiali, il Sudafrica ha avuto 6 settimane di sciopero da parte dei lavoratori pubblici compreso quindi gli insegnanti e proprio nel periodo pre-diploma.
    Le scuole private hanno continuato il loro lavoro normalmente mentre le scuole pubbliche hanno avuto il maggior svantaggio in tutto cio’ percio’ il Governo per non ammettere di aver lasciato i propri studenti NERI/BIANCHI/INDIANI poveri nella merda ha ABBASSATO la percentuale per ottenere il Diploma di Maturita’ dal 40% al 30% ….. naturalmente si sono alzate del 6,75% le promozioni annue. Povero Nelson Mandela ma soprattutto povero Sudafrica che avra’ come nuovi Universitari giovani che non parlano Inglese, che nelle materie matematico-scientifiche a mala pena raggiungono la media del 4, ma come vuole l’ANC & co IL POTERE NERO deve a tutti i costi governare il paese e continuare la lotta contro l’Apartheid.
    In Italia la politica Berlusconi/Bossi sta portando alla stessa conclusione, piu’ ignoranti saranno i nostri giovani e piu’ rimarra’ al potere il nuovo MUSSOLINI del secolo.
    Auguri all’Italia per il futuro ingresso nell’Unione Africana e nel Terzo Mondo.
    Un abbraccio, Marinella

    • silvanascricci ha detto:

      Bentornata carissima Marinella!!!!
      E tanti auguri anche a te e ai nostri rispettivi paesi perchè mi par di capire che ne abbiamo tutti un gran bisogno.
      Un abbraccio affettuoso.
      S.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...