Berlusconi forever


Io, donna di sinistra, sono favorevole alla durata del governo Berlusconi fino alla fine della legislatura con l’auspicio, sincero, che vinca anche le prossime elezioni.

So anch’io che, probabilmente, sono come quegli uomini che se lo tagliano per far dispetto alla moglie, però credo che serva una lezione di vita a tutti.

Non auspico un governo diverso dall’attuale perchè, come già successo negli ultimi anni, il centro sinistra si trova costretto a governare e far stringere la cinghia ai cittadini per cercare di riparare alle sciagurate scelte dei governi di destra.

E’ ora di dire basta a questo tipo di situazione; sarebbe, finalmente, giusto che possano governare ininterottamente per due legislazioni per dovere mettere una pezza loro stessi ai loro disastri.

Andremo completamente in vacca?

Può darsi ma è lo stesso, sono disposta a correre il rischio.

E’ giusto che spalino la merda che creano senza che tutte le volte tocchi farlo agli altri.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Politica e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

68 risposte a Berlusconi forever

  1. Poesia ha detto:

    Ma così sarebbe un prezzo altissimo da pagare.

  2. Svelsi ha detto:

    Non preoccuparti….troverebbero modo di dirti che la colpa è del governo Prodi del 96…….e 17 milioni di cefaletti abboccherebbero ancora.

  3. Silvana ha detto:

    Ma allora sarebbero proprio de coccio! Se la maggior parte della gente arriva davvero a fare la fame, forse cambierebbero idea, O No?

  4. Ierioggidomani ha detto:

    No, io è un rischio che non mi sento di correre…

  5. laura ha detto:

    teoricamente sarei d’accordo anche io,se non fosse che ,dopo la guerra,i fascisti sono tornati dicendo che :”sì,va bene qualche errore il duce l’aveva fatto…ma insomma anche tante cose buone”.Non c’è limite alla cretineria degli italiani se.anche dopo le sofferenze di una guerra,abbiamo rivalutato il regime che ci ha trascinati in quel gorgo terribile…e quindi meglio di no

    • silvanascricci ha detto:

      Ma Berlusconi, per la nazione, non ha proprio fatto nulla di buono; solo i suoi personalissimi interessi ha curato con molta attenzione.
      Ciao

  6. cescocesto ha detto:

    mmmm.
    la prospettiva non è proprio allettante, però probabilmente ce lo meriteremmo.
    forse però tra tre anni, con lodo alfano costituzionale e problemi giudiziari archiviati, il silvio se ne potrebbe anche andare felicemente in pensione al quirinale e lasciare gli altri a scannarsi per riparare i guai combinati dai suoi.

  7. umberto ha detto:

    che bello … sono un cefaletto…. meno male che per fortuna ci sono persone più intelligenti e capaci di me!…. putroppo io non so ragionare, e quindi nel dubbio ho preferito evitare di dare il mio voto ad un signore che ha regalato l’Alfa Romeo alla Fiat, con i conseguenti disoccupati che ne sono derivati (sapete, non essendo intelligente come il Sig. Prodi, avevo capito che se una azienda ne compra un altra che fa lo stesso prodotto è naturale che concentra in quello che ha la produzione e lascia a casa tutti quelli che non gli servono tenedosi logicamente le cose buone – gli immobili e i terreni si vendono e l’Alfa ne aveva parecchi), altresi essendo un cefaletto non potevo dare il mio voto a chi avrebbe venduto una azienda di Stato (la famosa SME) ad un prezzo di tre volte inferiore a quello che si è realizzato l’anno successivo. Logicamente chi avrebbe acquistato questa azienda, chissa come mai, era un noto imprenditore che gestisce un una serie di giornali che riescono a vendere qualche copia grazie alla presenza di una moltitudine di persone intelligenti (io, putroppo, essendo un cefaletto non li compro). Volendo cambiare poi soggetti possiamo pensare alla vendita Telecom, a chi la compro e cosa successe con paesi a noi vicino.
    Quindi nel dubbio preferisco rimanere un cefaletto, sapete com’e noi cefaletti amiamo poco metterci le supposte, figuriamo mettere qualcosa che persone più inteliggenti di noi sono cosi capaci di mettere. Ma visto che non tutti i gusti sono uguali, ci sono persone intelligenti che prediligono cose più grosse e definiscono gli altri cefaletti…. e va be…. meglio cefaletto che i……….. un caro saluto a tutti gli intelligenti da un misero cefaletto.

    • silvanascricci ha detto:

      Si è autodefinito lei…

      • umberto ha detto:

        certo, mi ci sono riferito in considerazione dell’affermazione fatta da vari soggetti che Le hanno risposto. Offendere chi vota diversamente da noi non è segno di una reale volontà di democrazia. Io rispetto chi vota diversamente da me, perchè ritengo corretto che in una democrazia tutte le idee siano da rispettare. Comunque noto con piacere che a fatti oggettivi non si sa cosa rispondere. La saluto e la ringrazio dell’attenzione che ha dedicato alle mie brevi affermazioni, se avrà voglia potrà verificarle e comprenderà che quello che abbiamo adesso non è il bene, è solo il male minore. Speriamo che arrivi finalmente una classe politica che si occupi dei reali problemi del paese. Secondo il mio modesto parere per adesso non la vedo ne da una parte ne dall’altra. un caro saluto e, anche se la penso diversamente da Lei, non le nego che mia piace il suo essere diversamente ironica.

      • silvanascricci ha detto:

        Sul fatto che lei non veda una classe dirigente degna di questo nome nè da una parte nè dall’altra non posso che concordare e concordo anche sul fatto che, in democrazia e non solo, le idee altrui vadano rispettate ed è proprio per questa ragione che non apprezzo chi utilizza un termine politico come insulto.
        Il fatto che persone che hanno opinione differenti dalle mie non vengano “censurate” in questo mio modesto blog è indice del fatto che apprezzo le diversità, l’unica cosa che non sopporto, e non è stato il suo caso, è l’insulto becero e gratuito.
        Però non è degno dei suoi interventi quell’accenno alla scusa banale e ritrita dell’invida, perchè può credermi o meno ma sono due i sentimenti che proprio non sono nelle mie corde e sono invidia e gelosia.
        La ringrazio per l’apprezzamento al diversamente ironica.

      • rasoiata ha detto:

        Mi scusi, Umberto, lei nel primo commento non accenna a una classe politica migliore, bensì cita i cliché triti e ritriti della Fiat, della Telecom, della S.M.E .

        Poi, nel secondo commento, vira decisamente verso il beppegrillismo.

        Se vuole farmi sapere qualcosa di interessante, risponda ai quesiti di Rick-ione.

        Perché lei sostiene che ci governa il “meno peggio”.
        Se lo lasci dire,
        lei, caro Umberto, vive su Marte.

        Vs.
        Zacforever

  8. Barabba Marlin ha detto:

    io non sono d’accordo; non mi va di pagare sulla mia pelle la mancanza di senso critico della fantomatica casalinga di voghera

  9. Barabba Marlin ha detto:

    è un po’ come dire: “che i mafiosi si ammazzino tra di loro”, ma nel farlo ammazzano anche tanti innocenti.

  10. rasoiata ha detto:

    E’ dal 94 che da’ la colpa a noi.
    Il tuo ragionamento non fa’ una grinza.
    Solo che io non ce la farei.
    Dico sul serio.
    In questo paese la fame e’ già prerogativa della maggioranza dei cittadini.
    La scuola non potrebbe essere messa peggio.
    I conti pubblici idem.
    La morale non ha più un significato.
    Sulla sanità calo un velo pietoso.
    Sinceramente non saprei immaginare una situazione peggiore della reale.
    Se chi l’ha votato per lustri non se ne rende conto, non m’interessa.
    Come se nel ’48 avessimo restaurato il fascismo per far capire alla cittadinanza le nefandezze di quel periodo.

    Sarò un sognatore, ma sarebbe delizioso assistere a un altro piazzale Loreto.

    Poi, ti giuro, mi recherei di persona ai funerali di stato.

    Ciao,
    Zac

    • silvanascricci ha detto:

      Io mica voterò per il berlusca però mi scoccia anche che tutte le volte si cerchi di risanare poi, alle elezioni successive, rivincono perchè gli italiani si sono stufati di tirare la cinghia per uno o due anni (tempo medio di durata di un governo di centro-sinistra).

  11. Il problema è che non la spalerebbero ma ne ammucchierebbero altra. Cmq a sinistra devono averti lettaa dato che oggi nonostante il voto contrario dei Finiani, il Governo ha vinto e Cosentino potrà “difendersi” senza che le intercettazioni che lo riguardano possano essere usate dai giudici…

  12. rick-ione ha detto:

    anche a questo post rispondo come in quello precedente, ma vaffanculo eh?
    senza offesa silvanina ma un tu poi fà ste proposte oscene! e pensare di uscirne indenne…
    come direbbe il mio conterraneo, senza offesa eh? si fa pè scherzare! ;))

  13. la verità è che la merda la dobbiamo spalare noi, cacca di destra o sinistra…io sono Udc (“neanche noi sappiamo che fine faremo”); (“non capisco la linea politica di Casini”); ho paura che il berlusconismo sopravviverà a Berlusconi; allora andrò a vivere in Spagna.. ci sarà una nazione normale? si, ma dove? sulla luna?

    • silvanascricci ha detto:

      Ok, è vero la dobbiamo sempre spalare noi, però per dare la colpa ad altri di quella accumulata dovranno fare esercizio di memoria.

  14. Ernest ha detto:

    il problema però sarebbe che dopo probabilmente del paese rimarrebbe solo la cenere di un democrazia
    un saluto

  15. rick-ione ha detto:

    Vede caro umberto CEFALETTO (se lo dice da solo quindi non dovrebbe scattare la querela) quando afferma quello di cui sopra ha pienamente ragione, sono fatti, cose evidenti a tutti, che nemmeno il piu cefaletto dei cefaletti oserebbe smentire. ma da qui a consegnare il paese in mano ad un mafioso, tangentista, puttaniere, ce ne va e ce ne corre…

    da qui, a consegnare il paese in mano ad una persona che ha avuto come unico obiettivo quello di espandere fino all inverosimile la sua azienda, distruggendone altre concorrenti, ce ne va e ce ne corre…

    da qui a consegnare il paese in mano ad una persona che urla alla dittatura rossa e poi ha come amici, solo e soltanto, dittatori o guerrafondai, ce ne va e ce ne corre…

    da qui a consegnare il paese in mano ad una persona che ha 19 processi sul groppone (in toscano sarebbe schiena spalle) ce ne va e ce corre…

    da qui a consegnare il paese in mano ad una persona che definisce un mafioso (VERO! CERTIFICATO! GARANTITO DA 3 CONDANNE DEFINITIVE!) un eroe, ce ne va e ce ne corre…

    ma ovviamente tutto questo è invenzione o complotto dei comunisti, giornalisti, magistrati e da poco si sono aggiunti anche gli arbitri di calcio…

    mi dica lei se mi devo fermare qui per carità di patria o se devo continuare…

    ahinoi (NON ahilei) la lista è ancora lunghissima…

    • silvanascricci ha detto:

      Caro Rick la tua. come la mia, è solo invidia.

    • UMBERTO ha detto:

      Caro Rick-ione, mi scuso con lei ma nella prima risposta non avevo ancora letto la sua.
      Purtroppo di mafiosi, puttanieri, tangentisti ecc. è pieno il mondo e non mi risulta che da un lato vi sia un santo e dall’altro un diavolo. Quindi premesso questo la mia scelta è stata fatta tra due diavoli o due santi, e ho scelto quelle che ritenevo il meno peggio.
      Vede sulle urla ne ho sentite sempre tante, tanti amici della sinistra sono diventati amici della destra e nemici della sinistra e cosi via, quindi sicuramente si ricorderà di quanto ogni momento storico ha comportato dei cambi di idee su vari soggetti.
      Putroppo ci sono ancora persone che usano i termini comunista e fascista come insulti. Forse è ora che tutti si capisca che quello è il passato e se continuamo a guardare stupidamente al passato non andiamo avanti. Tanto di errori ne hanno fatto entrambi, quindi.
      I processi, come per tutti i cittadini, hanno valore solo con la sentenza definitiva, quindi uno può averne anche centinai, ma se non vi è una sentenza definitiva sono solo chiacchere.
      L’affermazione sull’eroe non sono di Berlusconi, quindi non c’entra. E anche su quello Le posso dire che rispetto le parole di tutti, ma sicuramente non le condivido.
      Forse Lei non si ricorda ma nei confronti di Falcone vi fu un fuoco di sbarramento enorme da parte di soggetti appartenenti alla sinistra. Vede Falcone è un eroe, ma non per questo questi signori di sinistra sono dei mafiosi, semplicemente a quell’epoca non condividevano quello che lui faceva.
      Negare che vi siano dei magistrati e dei giornalisti politicizzati è come negare che esiste il sole, e se Lei è veramente obbiettivo non potrà darmi torto. Anche di quelli ho rispetto, purchè non si infranga la Legge per interessi personali. Ma nessuno può dire che tutta la magistratura e tutti i giornalisti sono politicizzati, ma, purtroppo è come con gli extracomunitari, basta che uno commetta un reato e tutti a dire che sono tutti ladri. Anche i 99 extracounitari che sono persone oneste. Purtroppo questa è la realta.
      Avrà capito che non ho problemi a risponderle a tutte le affermazioni, perchè rispetto le opinioni ma non sono una persona che crede a tutte le frottole che si raccontano, perchè se dico che Lei (per modo di dire… mi raccomando non si offenda) è un tangentista, non lo dico perchè lo ha detto il tal giornalista, ma perchè questo corrisponde ad una sentenza DEFINITIVA.
      Infine stia tranquillo, non querelo mai nessuno, non sono una persona che si offende e non ho abbastanza soldi da buttare via in avvocati, e detta tra noi il termine cefaletto è anche simpatico.
      un caro saluto.
      Umberto

  16. rasoiata ha detto:

    Sottoscrivo ogni rigo di Rick.
    Avrei voluto scriverlo io.
    Per quanto concerne cefaletto, che al solito non lascia recapiti, lo invito a documentarsi sulla S.M.E., poi mi dica.

    Cara Silvana,
    ma cos’hai? Il bastone come i rabdomanti?
    Tu attiri un discreto numero di destrorsi,
    dev’essere il fascino della Donna di Sinistra.

    Ciao
    Zac

    • silvanascricci ha detto:

      Al cui fascino non riescono a sottrarsi ma poichè gli rode, insultano.

    • UMBERTO ha detto:

      Caro Zac, cosa intende per recapiti? Io mi firmo con il mio nome di battesimo, ma se vuole sapere anche il resto non ho problemi ad inviarle i miei dati.

      Per quanto riguarda la S.M.E. la tranquillizzo ho letto abbastanza per comprendere che su quel processo bisognava approfondire determinate anomalie.

      Se però ritiene che una persona che la pensa diversamente da Lei non possa partecipare ad una discussione civile, non ci sono problemi.

      A me piace sempre il confronto, ma se non sono gradito non disturbo. Non mi sono messo in questa discussione per un presunto fascino della Sig.ra Silvana, ma semplicemente perchè capitandoci per caso ho letto cose che non condividevo.

      Infine, mi scusi, ma cosa vuol dire destrorsi? Sa mi piace di più il termine cefaletto, mi fa sperare in un futuro migliore governato da persone intelligenti, che ritengono di avere la verità in bocca.

      un caro saluto.

      Umberto

  17. rick-ione ha detto:

    ci pensavo stamani al lavoro:

    ah mi sono anche scordato:

    …da qui a consegnare il paese in mano ad un tizio indagato a firenze insieme a dell’utri per concorso in strage MILANO FIRENZE ROMA, ce ne va e ce ne corre…

    caro umberto CEFALETTO, mi perdonerà, spero, se non riesco proprio a votare come lei, ma è piu forte di me…

    saluti

    • UMBERTO ha detto:

      Caro Rick, ci mancherebbe che tutti votassimo nello stesso modo. Sarebbe una dittatura e ne io ne lei vogliamo questo.

      In merito alle stragi sono sempre e solo indagini, quindi ribadisco che si deve rispettare la Legge e si può incolpare solo chi è condannato con sentenza definitiva.

      Ho fiducia nella Giustizia, quindi spero che la verità venga stabilita, e se questo signore sara condannato in maniera definitiva anche per me sarà un deliquente.

      Cordialmente
      Umberto

  18. UMBERTO ha detto:

    Gent.ma Silvana, forse la ho fatta un po arrabbiare e nel darmi la risposta ha fatto riferimento all’invidia che riguardava invece il discorso Marchionne. Noto con piacere che ha compreso che i miei riferimenti erano indirizzati esclusivamente ad un civile scambio di opinioni, e che entrambi, anche da idee di base opposta, riteniamo che quello che vi è adesso non va bene e confidiamo in un futuro che ci possa far governare da gente che pensa agli interessi dei cittadini e non ai propri.
    al Caro Zacforever ritengo primariamente utile precisare che nel primo commento ho precisato per quali motivi non avrei mai dato il voto ad una classe politica che ha commesso operazioni contro gli interessi dei cittadini (e ritengo che evidenziare che gli errori del passato serva ad evitare che ci si ritorni) dopodichè non sono un amante di Grillo versione profeta, mi piaceva quando faceva il suo lavoro di comico perchè lo sapeva fare bene. In questa fase ritengo che esageri un po. Pero Caro Zac dire cosa non va, anche nei confronti dei soggetti che abbiamo votato, non vuol dire essere Grillini, vuol dire solo essere obbiettivi.
    Il meno peggio è semplicemente determinato da un programma e da una volontà chè dall’altra parte non ho visto. Ma attenzione ho detto e ripeto il meno peggio, non quello che veramente servirebbe a questo Paese, perchè a questo Paese servirebbe una classe politica che abbia la volontà di risolvere i problemi, che abbia la capacità di dialogo tra i vari schieramenti per tutte quelle necessità che richiedono l’unione di intenti, che non si nasconda, sia da una parte che dall’altra, dietro il muro dell’avversario, ma che, con le proprie idee di base, cerchi sempre di trovare un punto di incontro con l’altra parte politica nell’interesse del Paese.
    Non vivo su marte, spero solo che prima o poi la gente scenda da marte e inizi a pensare che nella vita si deve cercare cio che ci unisce e non solo e sempre cio che ci divide.
    Cordialmente
    Umberto

  19. UMBERTO ha detto:

    Mi scuso di averla fatta arrabbiare.
    Umberto

  20. rick-ione ha detto:

    Caro Umberto CEFALETTO, lei puo girare e rigirare le frasi come meglio crede, ma se pensa di convincerci (e sta tentando di farlo vista la foga con cui risponde botta su botta) che votare il nanotangentistaputtaniere abbia portato vantaggi a questo paese, o è cefaletto davvero (e le assicuro che non la ritengo tale) o è in malafede!

    Lei ha ragione da vendere quando dice che qualcuno è innocente fino a sentenza definitiva, ma se permette ad uno cosi non consegnerei neanche il mio condiminio, figuriamoci lo stato!
    Le sentenze definitive ci sarebbero (GIA’)state se ogni volta non ci fosse un avvocatucolo a metterci lo zampino!

    Di sicuro ha ragione quando dice che ci sono magistrati politicizzati, cosa non lo è in italia? perfino gli arbitri di calcio lo sono! ma comè che colpiscono sempre e soltanto lo stesso? e dire che se c’è una categoria ben rappresentata in italia snoo proprio i politici!

    Ha stravolto completamente la giustiza a colpi di decreti legge votati fiducia su fiducia, ha stuprato la costituzione a colpi di decreti legge votati sempre fiducia su fiducia (con la complicità della sinistra).

    NO mi spiace ma un tizio cosi sta bene alle cayman a godersi in santa pace i frutti delle sue “avventure” piduistefinanziarie, non a capo di una nazione….

    Cmq lei mi piace (si tranquillizzi, mi piace come blogger. Non sono così affamato), perchè anche se la pensa diversamente da me non è un idiota, anzi…
    saluti, rick
    -ione

    • UMBERTO ha detto:

      Caro Rick, La ringrazio per la risposta, ma le assicuro che non è assolutamente mia intenzione convincere nessuno a votare il Sig. Berlusconi, ne tanto meno far cambiare idea sullo stesso.

      Mi piace il colloquio e l’approfondimento delle situazioni.

      Per quanto riguarda il Sig. Berlusconi Le assicuro che buona parte delle Sue considerazioni sono anche le mie, magari non uso toni forti ma lo considero inadatto al ruolo che ricopre, non tanto per veri o presunti intrallazzi, quanto per la purtroppo dimostrata mancanza di un vero senso dello Stato, di una incapacità congenita nell’approfondire le reali necessità della comunità e una spiccata mancanza di rispetto per le controparti.

      Un uomo politico deve saper sempre trovare un punto di convergenza, il soggetto invece sa sempre e solo dire complotti, comunisti ecc.

      Putroppo non vi erano soggetti migliori (il che è particolarmente grave) e tra tutti era il meno peggio, ma stia tranquillo se vi fosse stato un soggetto migliore, una persona che veramente voleva impegnarsi per migliorare il nostro Stato, non avrei avuto remore a votarlo anche se fosse stato di sinistra. Non vivo nella convinzione che una parte ha sempre ragione e l’altra ha sempre torto.

      Sono una persona che odia gli estremismi, siano essi politici, religiosi o di qualsiasi natura, quindi ritengo che si debba guardare ai contenuti e non alle appartenenze, indubbiamente mi riconosco di più nell’ambito della destra, ma non per questo parto dal presupposto che la sinistra sbaglia, anzi le posso assicurare che condivido tante battaglie che la sinistra porta avanti.

      Forse questi miei brevi interventi avranno fatto capire che non tutti quelli che votano a destra sono dei cefaletti, che nessuno può pensare che colui che la pensa diversamente da noi sia per forza scemo, ma che ognuno ha le sue idee e che va rispettato anche se non condiviso. E’ sempre facile eticchettare gli altri, ma è solo dal rispetto degli altri che si può costruire una vera democrazia.

      Infine le preciso che non convincerei mai nessuno a votare il soggetto, perchè le assicuro che se vi fossero stati soggetti validi non avrei sprecato il mio voto, non per un ripensamento attuale, ma semplicemente per la convinzione fin dal suo esordio sulla scena politica che era meglio che continuava a fare il suo lavoro. Devo riconoscere che è folkloristico, ma passato il momento di ilarità c’è necessità di serietà, e in quello, senza bisogno di sentenze, difetta parecchio.

      Ricambio, senza alcun timore, l’apprezzamento.

      Cordialmente

      Umberto

  21. rick-ione ha detto:

    Guardi, il problema del nostro “amico” comune non è la mancanza di senso dello stato, magari fosse quello! e già di per se sarebbe gravissimo, ma a sti punti mi accontenterei…

    E’ che ad esso non gliene frega una benemerita cippa di cazzo, dello stato italiano e dei suoi concittadini… e sa perchè? perchè deve salvare il culo suo dei suoi amici dei suoi parenti e dell’azienda…

    e la cosa drammatica è che l ha sempre detto, bastava ascoltare bene le sue frasi…

    fin dal suo esordio la prima cosa non è mai stata la libertà e il comunismo, ma i GIUDICI!

    l ha sempre posto come primo problema, I GIUDICI!

    E non capisco come non ve ne siate resi conto. e non c’entra niente destra e sinistra, e la riprova è MONTANELLI, uno dei pochi toscani di destra, e fiero di esserlo…

  22. rasoiata ha detto:

    Caro Umberto.
    Premetto che inizialmente l’avevo scambiata con il classico “destrorso” che passa il tempo a commentare sui blog “sinistrorsi” senza ritegno alcuno, offendendo e in maniera anonima.
    Non e’ il suo caso.

    Le devo delle risposte/domande.
    “Destrorsi” e’ un modo civile per definire gli ex fascisti.
    Termine che non trovo offensivo, parimenti le ricordo che per l’attuale premier io sono un “coglione”.

    Il “meno peggio”, come lo definisce lei, argomentando l’esistenza di un programma, e’ il “peggio” che poteva capitarci, a meno che lei non ritenga che fra l’attuale premier e Veltroni sia meno peggio il primo.
    E così per le accoppiate Gelmini/Turco, LaRussa/Parisi, Tremonti/Bersani o Capezzone/Soru.
    E’ ovvio che si può e si deve discutere fra persone che non la pensano allo stesso modo, ma mi permetta di ricordarle che vi sono milioni di Europei che credono nella revisione nazista, e che sostengono la tesi che i lager sono stati costruiti dagli alleati alla fine del conflitto.
    Cito questo esempio perché ci sono cose sulle quali la discussione e’ semplicemente superflua, se uno conosce la storia.
    E la storia dell’attuale governo e’ la più imbarazzante che il dopoguerra ci abbia mai sottoposto.
    Sul caso SME, caro Umberto,  il versamento di tangenti da parte di Silvio Berlusconi al giudice Filippo Verde, presidente del Tribunale civile di Roma, al giudice Renato Squillante che tuttavia, come capo dei GIP, svolgeva la sua attività esclusivamente in campo penale, ed agli avvocati Cesare Previti e Attilio Pacifico (il primo dei quali era legale della Fininvest), questo e’ il dato SME illegale e per il quale e’ stato processato, e assolto.

    Sul programma, le faccio presente che anche il PD ne aveva uno nello stesso periodo elettorale, lo trova ancora in rete se desidera approfondire.

    Per ultimo una domanda:
    Mi sa’ elencare le leggi promulgate dai governi Berlusconi(dal 94) che lei ricorda essere state un beneficio per la cittadinanza?

    Cordiali saluti
    Zac

  23. rick-ione ha detto:

    e ancora chiedo a Lei e a coloro che sono stati o ancora sono suoi fedeli elettori:
    come potevate ritenere credibile uno che si tiene in casa un mafioso che alla morte lo definisce eroe? e l ha detto, prima il suo avvocatucolo poi lui…

    come potevate riterere credibile uno che fa di tutto per sfuggire ai propri processi?
    anche nell’ipotesi che ci fosse stato un complotto contro di lui, CONTRO DI LUI E BASTA, a voi, che cazzo ve ne fotteva? Non sarebbe stato un complotto contro una parte del paese, sarebbe stato solo un complotto contro di lui e la sua maledetta azienda…

    come si puo ritenere crdibile uno che urla contro il comunismo e poi si comporta da tale? e tra i suoi amici preferiti ci sono putin e gheddafi?

    ma queste domande non ve le fate mai? ma la vostra coscienza non vi fa sentire complici di tutto questa merda che ci ha rovesciato addosso in 16 anni?

  24. alvi ha detto:

    Caro umberto,
    credo che rik e zac abbiano ragione.
    Non mi interessano le questioni personali di berlusca (soldi, giudici, donne..), ma in tutti questi anni con maggioranze schiaccianti, non ha fatto nulla.
    Prometteva la rivoluzione liberale e di modernizzare il paese rovesciandolo come un calzino, la stragarande maggioranza gli ha creduto e ha vinto, poi cos’ha fatto??
    chi l’ha votato, perchè l’ha votato? a cosa è servito votarlo?
    i 4/5 punti di cui parla per gli ultimi tre anni di legislatura sono le bandiere sventolate già nel 94 e riposte alla chetichella negli armadi a prender polvere.
    in realtà (a parte curare i suoi affari) non fa NULLA e il paese scivola dolcemente alla deriva.

    • UMBERTO ha detto:

      Cari Rick, Zac e Alvi, intanto vi ringrazio di avermi risposto in modo che possa ancora esprimere il mio parere.

      Premesso, come ho già spiegato, che non sono un sostenitore di Berlusconi, in quanto concordo con Voi sulla non rispondenza del soggetto alla carica che ricopre, ritengo però utile evidenziare che se fosse solo per Berlusconi non penso che avremmo leggi per i cittadini. Questa mia analisi, però, riguarda, putroppo la quasi totalità dei politici, in quanto pochi degli stessi fino ad ora mi hanno dato l’impressione di interessarsi ai reali problemi del Paese. Putroppo quei pochi fanno parte di entrambi gli schierameni, e quindi è impensabile una unione tra questi soggetti.

      Caro Rick la Sua analisi su Berlusconi è perfetta, come ho già detto è un soggetto inadatto alla politica. Sicuramente è stata un bravo imprenditore (se o meno con agganci politici mi interessa poco, tanto putroppo sappiamo che oltre una certa soglia vi sono degli intrecci poco edificanti) in quanto, comunque, ha creato una considerevole quantità di posti di lavoro e per me questa è la cosa più importante.

      Sicuramente la sua ossesione sono i Giudici, e questo è un assurdo in quanto, da persona che crede nella Giustizia, non comprendo tale animosità se non in un soggetto che ha motivo di preoccuparsi. E’ vero che effettivamente dalla discesa in campo vi è stato un incremento “anomalo” delle procedure nei suoi confronti, ciò non toglie che se uno è innocente lo dimostra nelle aule di giustizia e non con leggi e leggiole.

      Caro Zac, premesso che sono contento che ha compreso che io non sono un soggetto che si nasconde e offende gli altri, ma che sono una persona che ama il confronto e lo scambio di idee con il reciproco rispetto, le preciso subito che il termine “coglione” utilizzato dal Sig. Berlusconi ben fa comprendere quanto valga poco lo stesso. Nessuna persona che pensa diversamente da noi è un coglione, è una persona che ha le sue idee e che va rispettato proprio per la presenza di idee, sulle quali è bello confrontarsi per trovare i punti di convergenza e di divergenza, ma sempre con il rispetto dovuto all’altro.

      In merito alla mia scelta, le dico che tra Veltroni e Berlusconi non avrei dubbi a scegliere il primo, in quanto, anche se non ha brillato particolarmente come sindaco di Roma (qualche stupidata la ha fatta anche lui) lo ho trovato comunque una persona interessata ai problemi reali. Purtoppo (logicamente per modo di dire, perchè non condivido la riunificazione del potere in mano ad un’unica persona) però non scegliamo il singolo, ma una formazione politica, e in quella a cui apparteneva Veltroni non mi rispecchiavo come indirizzi. Ho avuto il piacere, proprio perchè mi piace approfondire, di leggere il programma del PD, e non le nego che tante cose mi avevano interessato, ma su alcune non avevo trovato quello che mi aspettavo da uno schieramento che guardasse al futuro e non al passato. Lo ho trovato di più nella parte opposta e la ho votata.

      Gli altri soggetti che lei cita invece non mi piaciono per nulla, e quindi le dico che, a parte capezzone, preferisco quelli del centro destra.

      Putroppo non ha bisogno di ricordarmi che vi sono degli emeriti imbecilli che rinnegano l’olocausto. Questi sono presenti non solo in europa, ma li troviamo anche in varie parti del mondo. Vede è uno dei pochi casi in cui non rispetto il pensiero dell’altro, in quanto rinnegare questa infamia non vuol dire essere dei revisionisti, vuol dire semplicemente essere delle bestie.

      Ma su questo c’è anche un particolare importante, che a me da particolarmente fastidio. Come Lei sa ogni anno si ricorda questa immane tragedia, si dice che dobbiamo ricordare perche cio non si ripeta. Ma se si ricorda all’inizio degli anni novanta si è verificata la stessa situazione in un paese a noi confinante, e tutta la comunità internazionale se ne è completamente sbattuta fino a quando, come al solito, sono intervenuti gli americani e hanno risolto il problema. Vede il problema non sono gli imbecilli che rinnegano l’olocausto, sono tutti quei falsi metodi diplomatici che consentono a qualsiasi pazzo dittatore di fare quello che vuole. Nella storia questo ha consentito al pazzo tedesco di combinare quello che putroppo sappiamo, quindi sarebbe ora che invece che pensare al ricordo si pensasse a prevenire che in tutte le parti del mondo i pazzi vengano messi nelle condizioni di non nuocere all’umanità.

      Per quanto riguarda la SME la sua ricostruzione, che è poi quella delle sentenze, la rispetto ma non la condivido. come sa sul caso sme vi sono state circa 12 sentenze, quindi appare strano che due soli giudici corrotti abbiano potuto modificare dodici collegi giudicanti. E qui sorge il mio dubbio, o erano tutti corrotti, e allora bisogna procedere contro tutti, o queste corruzioni appaiono poco chiare. Come Lei sa craxi chiese a berlusconi di intervenire per fermare la “svendita” della sme da parte di prodi a de benedetti. Questo intervento era dovuto al fatto che craxi si era reso conto che il prezzo proposto era notevolmente inferiore al valore dell’azienda, difatti l’anno successivo venne venduta a tre volte il prezzo proposto da de benedetti. Lei comprenderà la mia perplessità su un processo che non ha chiesto per quale motivo si sarebbe venduto a cosi poco prezzo una azienda dello stato, ovvero un’azienda mia, sua e di tutti i cittadini.

      Sulle Leggi promulgate quella che mi piace di più è la 626/94, la famosa legge sulla sicurezza sul lavoro. Vede putroppo ancora oggi in Italia si muore troppo sul lavoro, è vero che molte morti potrebbero essere evitate se si cercasse di fare più attenzione (se ci fa caso purtroppo muoino sempre le persone che hanno una considerevole esperienza e quindi si sentono più sicuri) ma un governo deve cercare sempre più di garantire la sicurezza dei propri cittadini. La Legge 626 è stata poi modificata da quel pasticcio che è la 81, quattrocento pagine di inutilità.

      Vi sono altresì altre Leggi che non mi dispiaciono, ma per tutte non ritengo che sia merito di Berlusconi. Il merito è delle persone che compongono il governo, perchè se fosse per berlusconi mi sa che come leggi saremmo messi mali. Anche il centro sinistra ha fatto delle buone leggi, perchè come dico sempre tutti fanno qualcosa di buono e qualcosa di sbagliato.

      Caro Alvi, Lei ha perfettamente ragione, con la maggioranza sempre avuta si doveva fare tanto di più. Ma putroppo non è cosi facile come sembra. Bisogna avere tanto coraggio e il soggetto non ne ha cosi tanto. Vede in Italia tante cose andrebbero cambiate, perchè vi sono troppe deficenze da parte dello stato, ma questo sarà possibile solo quando tutti i cittadini avranno il senso dello Stato.

      Infine, a cosa è servito a votarlo? semplicemente a non votare per una parte in cui uno non si riconosce. Anche lei, giustamente, vota per una parte opposta alla mia, ma anche se non condividerò il suo voto non le chiederò a che serve votare dalla sua parte. La democrazia è fatta di idee diverse.

      Un caro saluto

      Umberto

  25. UMBERTO ha detto:

    Scusate ma mi sono dimenticato un piccolo particolare, la storia dell’eroe non è di berlusconi, ma di dell’utri. come già detto rispetto le idee di tutti, ma non avrei definito eroe un soggetto condannato, con sentenza definitiva, per mafia. Dopodichè può darsi che nei confronti di dell’utri si sia comportato da eroe e quindi lui lo veda come tale. Non mi sento di gidicare il giudizio morale di un cittadino, però dell’utri è un senatore della repubblica e pertanto certe uscite sarebbe meglio che le evitasse. E’ vero che ormai politici, magistrati, rappresentati dello Stato hanno perso l’abitudine di fare in silenzio il proprio dovere, però sarebbe ora che si ritornasse alla serietà. I politici che esprimano il loro pensiero con la promulgazione delle Leggi, i magistrati che parlino solo a mezzo di sentenze, i rappresentati dello stato che si occupino di farlo funzionare, ma il decadimento è proprio dal continuo parlare a vanvera perchè se è innegabile che ogni cittadino deve poter esprimere liberamente le proprie opinioni, altrettanto innegabile è che chi occupa incarichi di responsabilità si renda conto che le sue parole non possono essere considerate alla stregua di quelle di un normale cittadino.
    E’ proprio vera la frase: se vuoi parole chiedi ad un uomo, se vuoi fatti chiedi ad una donna. …. forse servirebbero più donne nei posti di responsabilità!

  26. alvi ha detto:

    Ragazzi che fighi che siamo, se va avanti così diventiamo una fondazione (vi piace Libertà, Uguaglianza, Fratellanza?) e Silvana la Presidente la invitano a Cernobbio a prendere il the con 3mountain, marce-gallia, ecc..
    Per Umberto: non voglio farla lunga, ma è da un pò che non voto più perchè mi sono rotto le palle di votare contro qualcuno se poi chi vince non fa nulla che mi sembri utile.
    Paradossalmente a sinistra aumentano i delusi che si astengono, mentre a destra si digeriscono rospi e altro (Sgarbi direbbe – senza offesa – pezzi di merda intieri) per evitare cosa?? che i cosacchi abbeverino i cavalli nelle fontane di roma?
    a presto.

    • silvanascricci ha detto:

      Alla francese, s’ils vous plait, che fa tutto un’altro effetto.
      Ma se la compagnia di Cernobbio non mi piace posso darmi malata presentando regolare certificato medico?
      Baci
      Silvana

      • umberto ha detto:

        Caro Alvi non condivido mai l’astensione perchè serve a poco. Anche perdendo si dimostra di esserci, astenendosi invece non si capisce se si è pro o contro.

        Condivido la sua analisi della riduzione del voto a sinistra, putroppo questa è determinata dalla delusione di non veder realizzate le aspettative.

        La paura dei cosacchi era negli anni 50, tanta acqua è passata sotto i ponti. Le paure attuali sono diverse.

  27. rasoiata ha detto:

    Esimio Umberto,
    Il 9 aprile 2008 Silvio Berlusconi dichiara di considerare un eroe il plurupregiudicato Mangano,
    lo puo’ constatare lei stesso

    Lei sostiene che la 626 sia stata una legge per i cittadini,allora mi risponda su questa dichiarazione, resa il 26/08/2010 dall’attuale ministro Tremonti che lei ritiene piu’ capace di Bersani:

    “Robe come la 626 sono un lusso che non possiamo permetterci”

    Se ha fatto caso la data in cui il commercialista travestito da economista dichiara cotanto disprezzo per la 626 e’ una data nella quale la 626 non esiste, e gia’ stata sostituita dalla legge 81.

    Potrei stare qui a fornirle mille precisazioni sull’operato pubblico e privato di gente come Dell’Utri o Previti o Confalonieri o chi desidera lei, di rapporti con la massoneria, con le mafie, con centinaia di faccendieri.
    Non lo faccio per questione di tempo, ma mi creda, c’e’ di che fare accaponare la pelle.

    Purtroppo, ho modo di frequentare quegli ambienti periodicamente e le garantisco che il benessere del cittadino e’ l’ultima cosa che interessa a questi personaggi, a meno che lei non sia sposato con la figlia di quello o abbia rapporti in affari con quell’altro, si chiama nepotismo.

    Lo ripeto, mi creda.

    Per ultimo, ho come l’impressione che il Suo animo sia progressista, laburista, di sinistra, non lo dico per scherzo, credo proprio che Lei sia rimasto terribilmente deluso dalla sinistra italiana, non le nego che lo sono anch’io, ma le persone passano mentre gli ideali restano.

    La saluto.

    Zacforever

  28. umberto ha detto:

    Caro Zac la ringrazio di avermi sengalato sia le parole di berlusconi che quelle di Tremonti.

    Ho ascoltato la registrazione di berlusconi e, come già detto prima a livello umano le posso accettare (chiaramente dice che il mafioso è stato in carcere benchè malato fino all’ultimo senza fare il suo nome e quindi lui lo considera un eroe mentre tanti “pentiti” hanno preso la paghetta – se pensiamo a quanto prende un operaio che lavora onestamente ci sarebbe da prendere i pentiti e buttarli in mare – semplicemente facendo il nome di berlusconi e sono diventati automaticamente uomini liberi malgrado avessero commesso ogni nefaldezza) mentre a livello di personalità politica avrebbe dovuto evitare una simele baggianata. il pensiero è libero, ma ………..

    Ho esaminato anche quello che dice Tremonti. Non ha detto una cosa sbagliata, per un motivo molto semplice, la 626 da me citata non è quella che nell’odierno sentire è la sicurezza sul lavoro. Oggi si confonde la 626 con la 81, e in questa confusione c’è cascato pure lui. Lei ricorda che la 626 erano poche regole ma chiare! la 81 è un guazzabuglio di regole che servono solo ed esclusivamente a creare confusione! sulla sicurezza non deve esserci confusione! MAI!!!

    Tremonti ha corretto il tiro, difatti ha chiarito che non diceva non serve la sicurezza, ha detto troppa confusione. E sulle norme relative alla sicurezza c’è confusione e una grande mangeria! Questa legge 81 è stata fatta in maniera assurda, basterebbe scrivere: per questo lavoro ci vuole questo quello e quell’altro! abbiamo un sacco di esperti nei ministeri preposti. MA QUANTO CI VUOLE A SCRIVERE COSA UNA DITTA DEVE AVERE PER LA SICUREZZA? NULLA …. ma se ne sbattono terribilmente! hanno demandato il tutto al datore di lavoro! questo è l’errore terribile! lo Stato deve dire chiaramente cosa serve e gli ispettori del ministero del lavoro devono verificare che ci sia quello che prevede la Legge! non rompere la balle se un piano di sicurezza secondo loro doveva avere la virgola a desta o meno! è solo carta! quello che serve non è la carta! ma con la carta si fanno le multe, con poche regole chiare no! ….. e intanto le stragi sul lavoro continuano! …. e queste ditte hanno le carte a posto, perchè il piano della sicurezza è corretto! ma la gente è morta!
    non ha torto tremonti, bisogna togliere la carta inutile e evitare che le stragi continuino! la 626 non era la migliore, ma era un inizio da cui sviluppare qualcosa di buono! e invece………..

    Su Bersani il mio giudizio è negativo per vari motivi, ma uno mi piace particolarmente! i farmaci ai supermercati! ….. ma che razza di norma è questa? …. allora se vogliamo favorire le fasce più deboli, invece che creare delle sottofarmacie imponiamo semplicemente un prezzo ai farmaci! non ci vuole molto, ma bisogna avere il coraggio di scontrarsi con le case farmaceutiche! Vede io non credo alle false liberalizzazioni, perchè questa operazione non ha portato benefici ai cittadini, ha semplicemente incrementato le vendite alle case farmaceutiche, le quali producono sia il farmaco “nominativo” che il generico ed hanno potuto incrementare le vendite. Peralto sarebbe interessante comprendere come mai ai supermercati! ma sa …. la coop se tu chi può darti di più……. e con le coop si fa tanto …. comprese le banche!

    Con i tre soggetti che lei cita non ho rapporti di parentela….. su previti il mio giudizio è particolarmente negativo, su Dell’Utri e Confalonieri non ritengo che l’umanità avrebbe sofferto in loro assenza… ma non li ritengo negativi come previti. sono persone che hanno fatto il loro lavoro e, a certi livelli, gli intrecci, putroppo, sono naturali.

    Non ho comunque minimamente il dubbio che gli possa interessare il benessere dei cittadini. Queste sono persone che gli interessa il loro tornaconto, dopodichè gli altri possono morire serenamente.

    Le assicuro che non sono un sostenitore della sinistra (anche se un giorno divertendomi ho fatto un test ed è venuto fuori che sarei uno sfegatato di sinistra! o il test era sbagliato o nel subconscio sono la reincarnazione di marx!) ma non ritengo che le idee di uguaglianza, rispetto, solidarietà siano idee sbagliate. Anzi le ritengo la base di una democrazia. Lei sa benissimo che Mussolini prima di fondare il partito fascista era un socialista e nel suo intento vi era la costruzione di una nazione “sociale” …. putroppo sia l’idea socialista come quella comunista è una ottima idea ma impossibile da realizzare, lo abbiamo visto in unione sovietica ed in italia. quando il potere è in mano ad un unica persona si arriva sempre e comunque alla dittatura.

    Se fossi stato di sinistra (sempre tralasciando la mia eventuale reincarnazione) le assicuro che sarei inorridito quando alle precedenti elezioni avessi visto accogliere con ovazioni i rappresentanti della sinistra (o centro sinistra) ad una convention (mi sembra che si scriva cosi) di industriali e banchieri, perchè questi sono le controparti della sinistra e se accolgono con ovazioni, come cittadino di sinistra avrei sentito puzza di bruciato.

    Comunque ha ragione, le persone passano e gli ideali restano. Io credo in uno stato democratico e sociale.

    I filosofi hanno finora soltanto interpretato il mondo in diversi modi; ora si tratta di trasformarlo. …….. Si può dire che sia una affermazione sbagliata? no…… semplicemente da una idea giusta si è pervenuti all’errore. la dittatura!

    un caro saluto

    Umberto

    • silvanascricci ha detto:

      Su la vendita dei farmaci nei supermercati posso dire, a ragion veduta la mia, perchè è un settore del campo in cui opero.
      Per dirla tutta i supermercati non vedono farmaci bensì parafarmaci o farmaci da banco; ossia tutti quei medicinali che ti danno, tranquillamente, in farmacia oppure i rimedi omeopatici od, ancora, prodotti a base di erbe.
      Potete fare una prova, entrare in un supermercato che abbia la “farmacia” con una richiesta del medico di base su ricettario regionale (che so un antipressorio, un antibiotico) e vedrete che ne uscirete a mani vuote.
      Non mi si venga poi a dire che lo stesso prodotto venduto in farmacia ha il valore aggiunto dell’informazione perchè non è vero.
      Mi è capitato di comperare l’aspirina in farmacia (anche quelle dove non sono conosciuta) e me l’hanno data senza darmi nessuna indicazione su come utilizzarla e quali potevano essere le controindicazioni.
      L’avrebbero data anche a mio marito che assume antiaggreganti che decisamente cozzano con l’aspirina.
      Non c’entra nulla neppure il discorso del farmaco di nome o generico, primo perchè questo non viene venduto nelle parafarmacie secondo perchè la differenza sta nell’importo da pagare dal momento che la differenza sull’esenzione totale o meno del farmaco non sta nella presenza o mancanza del marchio quanto piuttosto nel fatto che il farmaco sia classificato dall’Aifa in fascia A piuttosto che C.
      Un caro saluto
      Silvana

  29. umberto ha detto:

    Nulla da eccepire, ma secondo lei serve veramente che la vendita avvenga in un supermercato o sarebbe stato più utile imporre alle case farmaceutiche di ridurre i prezzi di tutti i farmaci, compresi quelli omeopatici? Non sarebbe stato meglio approfondire i consumi di farmaci, sopratutto nelle persone anziane, e modificare la classifica Aifa?
    Lei sa perfettamente quanti anziani sono costretti ad acquistare dei farmaci senza poter contare sul servizio sanitario, magari sono farmaci che non gli servono, ma, essendo convinti della bontà dei risultati, ne sopportano il costo enorme. Io avrei inciso su quelli.
    Cordialmente
    Umberto

    • silvanascricci ha detto:

      No, onestamente, non ho nulla da eccepire sul fatto che parafarmaci e farmaci vengano venduti al supermercato, anzi mi pare un atto meritorio cercare di provare a scardinare la mafia dei farmacisti, perchè mi creda che tale è.
      Per quanto riguarda il costo dei farmaci, se si vuole il libero mercato, non si possono calmierare i prezzi, calcolando che noi italiani dobbiamo pagare royalt altissime non avendo una casa farmaceutica che sia una, non avendo mai finanziato seriamente ed in maniera organica la ricerca sui farmaci, sulle nuove terapie geniche e sulle staminali,
      La classificazione Aifa non andrebbe cambiata perchè rischiamo una spesa farmaceutica fuori controllo ed un’incetta di farmaci inutili nei nostri cassetti che attendono solo di scadere.
      Il farmaco venduto nelle parafarmacie non è un farmaco ad alto costo e non è neppure una terapia salvavita; il vero problema delle spese farmaceutiche è la spesa ospedaliera è, arrivati lì, che rischiamo di non avere più soldi per terapie importanti (la informo che una terapia oncologica può costare anche 10.000 euro alla settimana) e le assicuro che nella mia regione non stiamo sprecando niente, anzi al contrario abbiamo contratto i costi ed abbiamo risparmiato un sacco di soldi ma, adesso non ce la facciamo davvero più, non ci arrivano, come nazione, soldi da nessun brevetto perchè non inventiamo più nulla, non scopriamo più nulla.
      Mi creda i nostri migliori cervelli stanno andando all’estero, ed hanno ragione, perchè non possono pensare di campare tutta la vita con 600-800 euro al mese; i ricercatori non devono essere assunti a vita, possono anche essere assunti su progetto ma per quel progetto devono essere pagati bene, se non benissimo.
      Saluti
      Silvana

      • umberto ha detto:

        non posso che essere pienamente concorde con Lei, salvo sempre la mia contrarierà ai supermercati, e la ringrazio di avermi chiarito alcuni aspetti che non conoscevo.

        L’esistenza di una mafia delle farmacie putroppo è una triste realtà e difatti avrei visto di buon occhio un incremento delle stesse senza questo continuo passaggio in “famiglia”.

        I nostri migliori cervelli è un bel po di anni che vanno all’estero. Purtoppo in Italia abbiamo i “baroni” delle università e i giovani non possono entrare, salvo che noi siano figli degli stessi.

        Bisognerebbe destinare parecchi fondi alla ricerca, premiare i meritevoli e cacciare a pedate tutti quei soggetti che non fanno un bel nulla, e sono tanti. Quanti di questi esimi professori pubblicano ricerche loro!

        Saluti

        Umberto

  30. rasoiata ha detto:

    Sui farmaci ha risposto già l’esperta Silvana.
    Io mi permetto di aggiungere, caro Umberto, quanto segue:

    Lei e’ per uno stato democratico e sociale.
    Lei ha fatto un test.
    Lei e’, senza dubbio alcuno, una persona che si preoccupa per le persone meno fortunate.
    Lei ha un’argomentazione precisa.

    Mi ripeto, lei ha tutti i connotati di una persona di sinistra.

    Un lieve distinguo sul Mussolini socialista:
    Fu un socialista nei primi periodi di esperienza politica, diresse per due anni l’Avanti, poi fu espulso dal partito perché si dichiaro’ “interventista” nel conflitto mondiale, il primo.

    Poi rivelo’ la sua essenza di dittatore, culminata con la messa fuorilegge di tutti i partiti ad esclusione di quello fascista.

    Vede, Umberto, io ho 43 anni e mio nonno fu podestà del paese in cui vivo.
    Sono cresciuto fra busti Mussoliniani e parenti legati alla nostalgia littoriana.
    Al compimento dei 18 anni, conoscendo personalmente Almirante, fui candidato in lista per il MSI/DN e beccai pure un congruo numero di voti.

    Poi cominciai a ragionare con la mia testa, mi interrogai su quale fosse la società ideale(mi perdoni il termine utopistico) e a 21 anni cambiai credo politico, che sino ad allora era frutto degli insegnamenti dei miei parenti.

    L’ho sempre considerato il mio più grande peccato di gioventù.

    Lungi da me il paragone con Mussolini, ma come vede io non sono mai stato intimamente un fascista, come il nano da Predappio non e’ mai stato intimamente un socialista.

    Un saluto.
    Zacforever

  31. umberto ha detto:

    Caro Zac la Sua analisi è perfetta e ricalca adeguatamente quello che sono in me stesso, pertanto Le assicuro che non mi da alcun fastidio essere considerato una persona di sinistra.

    Però vi è una componente di me che non può essere considerata di sinistra, in quanto, come da Lei correttamente evidenziato nella ricostruzione della vita di mussolini, anche io non disdegno l’ipotesi della guerra come risoluzione del problema. Per me è e rimane l’ultima ipotesi, ma non la escludo assolutamente a priori.

    Questa mia particolareità, converrà con me, mi esclude automaticamente dal pensiero di sinistra, perchè nella sinistra non ho mai riscontrato la volontà di difendere i deboli a qualunque costo.

    Putroppo riscontro tanta bella facciata, tanti luoghi comuni, tante parole ma poi pochi fatti.

    Io non sono per la difesa, per esempio, degli immigrati senza se e senza ma…… io sono per la difesa degli immigrati onesti, che sono la maggioranza, ma i disonesti li caccerei a pedate.

    Io non sono per la difesa dei lavoratori senza se e senza ma, io sono per la difesa dei diritti dei LAVORATORI, non per la difesa dei fannulloni.

    Sono per il rispetto delle regole, per il rispetto dello Stato, sono per la meritocrazia e, cosa ulteriormente negativa, sono favorevole alla pena di morte.

    E tanti altri potrebbero essere gli esempi sulla mia personalità, quindi comprenderà che non posso essere di sinistra.

    Vede per me la cosa importante è difendere il debole, nella sinistra putroppo ho prevalentemente riscontrato la difesa del furbo! la giustificazione di comportamenti illeciti, si ricorda la famosa frase: “sono compagni che sbagliano” …. compagni un c……. sono deliquenti, non sono minimamente degni di essere considerati compagni!

    Non consideri la Sua esperienza di gioventù negativa, approfondire le cose serve per poterle capire e scegliere.

    Vede le idee di marx erano perfette, e l’applicazione che è stata stravolta, non siamo tutti uguali. C’e chi è più bravo e chi è meno bravo, il più bravo deve aiutare il meno bravo, ma questo deve muovere il c……. e non aspettare sempre che gli altri lo aiutino.

    Un caro saluto

    Umberto

    • silvanascricci ha detto:

      Certo che anche questa destra in fatto di buone azioni a parole ne fa tante.
      Prendiamo ad esempio la meritocrazia, parola di cui ultimamente ci si riempe la bocca sempre più spesso poi, nella realtà, la meritocrazia sta nel darla, nella concussione, nella corruzione o nel prostarsi ai piedi del potere.
      Non è vero che io, donna di sinistra, voglia difendere gli extra comunitari a prescindere dai loro comportamenti, chi delinque paga, ma pagano tutti siano essi italiani, comunitari od extra, che siano Tanzi o l’ultimo degli immigrati.
      Io che sono una donna di sinistra, oserei dire che lo sono geneticamente, faccio un lavoro per il quale tutti i santissimi giorni sono a lottare contro i fannulloni e quello che mi dispiace è che constato che sono pochi, davvero pochi, ma che questi pochi sviliscono l’intera categoria e questo mi dà la gastrite; ed è proprio per i non fannulloni che mi faccio in quattro per punire, con i pochi mezzi messi a mia disposizione, anche dalla tanto decantata riforma Brunetta, chi si comporta in questo modo perchè sono stufa di far passare la teoria che chi si comporta con correttezza, impegno e dedizione sia un fesso e cretino.
      La pena di morte non la condivido e non per buonismo ma, semplicemente, perchè non serve a niente; negli USA sono proprio gli stati con la pena di morte ad avere il più alto tasso di criminalità sono invece favorevole alle pene detentive ed anche all’ergastolo e sarei ancora più contenta se ci fosse davvero la tanto celebrata certezza della pena.
      Marx non diceva che gli uomini sono tutti uguali diceva che dovevano essere garantiti a tutti le stesse possibilità e questo, mi permetta, non solo è giusto ma anche economicamente conveniente, perchè garantire a tutti di poter sviluppare le proprie potenzialità significa anche avere un maggiore bacino di utenza da cui pescare le migliori intelligenze, poichè converrà con me che se garantiamo a tutti la possibilità di una forte ed alta scolarizzazione (pubblica, gratuita e di buon livello) rischiamo di trovare intelligenze e capacità che andrebbero sprecate se il soggetto in questione non avesse la possibilità di studiare e di istruirsi.

      Posso farle una domanda personale? lei in quale città vive?
      Se non lo ritiene opportuno può anche, tranquillamente, non rispondermi.
      Cordialmente
      Silvana

      • UMBERTO ha detto:

        Concordo con Lei che anche questa specie di destra di parole ne fa tante e fatti pochi.

        Non avevo dubbi sulle sue qualità, ma converrà con me che troppi a sinistra giustificano comportamenti illegali con la scusa delle colpe della società. Io non accetto questa scusa, non tutti quelli che sono nati in situazioni difficili sono diventati deliquenti, quindi la società non ha colpe, la colpa è del singolo.

        Concordo con lei che sono pochi i dipendenti pubblici fannulloni, putroppo ne pagano le conseguenze tutti. La riforma brunetta non è male, ma è solo un punto di partenza. Ma per sradicare i fannulloni ci vuole serietà in primo luogo da parte dei sindacati. un fannullone deve essere licenziato senza tante frottole.

        La deterrenza dell’applicazione della pena di morte deriva dalla tempestività. Come lei sa in america tra la condanna e l’applicazione passa troppo tempo. dopodichè non è con la pena di morte che si risolvono i problemi, ma sapere che se uccidi ti uccidono a qualche bestia fa ragionare e, forse sbagliando, sono convinto che qualche omicidio in meno c’è stato proprio in considerazione della pena.

        sulla certezza della pena sono pienamente concorde con Lei, putroppo alcuni giudici non applicano la Legge, la interpretanto. E quando si interpreta qualsiasi cosa si trovano tutte le scappatoie.

        Su Marx sono d’accordo, difatti è l’interpretazione alle sue parole che ha determinato un’applicazione errata.

        Sulla scuola potrei essere d’accordo, ma vede la scuola pubblica è patetica, politicizzata e inefficente. Se iniziassimo a eliminare i troppi privilegi, se iniziassimo a togliere la politica, se iniziassimo a ricordaci che a scuola si va a studiare e non a passare il tempo, allora avremmo una scuola che può far crescere tutti nella stessa maniera, dare quelle opportunità che oggi a troppe persone sono negate.

        In merito alla domanda personale non ho problemi a risponderle, vivo a Loano (SV).

        Cordialmente

        Umberto

      • silvanascricci ha detto:

        Sulla pena di morte dissento completamente anche nella replica, non c’entra nulla la durata della detenzione prima dell’esecuzione capitale, in Texas le esecuzioni avvengono più rapidamente eppure Dallas ha più criminalità di quanta non ne abbia New York.
        Inolte un’altra anomalia degli stati uniti è quella del reato federale, perchè a parte i reati finanziari, di terrorismi e pochi altri un reato può essere giudicato con una pena in uno stato e con una pena in un altro.
        Eppure ribadisco, non sono gli stati con la pena di morte ad avere il tasso di criminalità più basso.
        Prendiamo ad esempio il Canada, paese che ritengo alquanto civile, non ha pena di morte eppure è uno dei paesi con il più basso tasso di criminalità del mondo, da cui deduco che la criminalità non vada di pari passo con la pena di morte bensì con una buona qualità della vita complessiva ed un buon grado di civiltà e governo etico.

  32. alvi ha detto:

    La pena di morte non serve a combattere / diminuire la criminalità, ma solo a “vendicarsi”.

  33. UMBERTO ha detto:

    Certo che la pena di morte serve a vendicarsi, anche la detenzione serve a vendicarsi, difatti l’errore è proprio quello di non esercitare un effettivo recupero del detenuto.

    Come tutte le pene, anchè quella di morte è un deterrente, non è detto che funzioni ma si spera di si.

    Concordo pienamente sull’assurdità della tipologia di pena tra uno stato e l’altro, ed è quello che succederà man mano in Europa in quanto ogni stato comunque conserverà la propria legislazione.

    Ritengo la Sua analisi del Canada perfetta, però bisogna obbiettivamente riconoscere che il Canada è stato oggetto di una immigrazione molto più controllata rispetto agli Stati Uniti. Ciò non toglie che ove c’è una maggiore qualità della vita per tutti i cittadini vi è meno propensione al commettere reati.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...