La caduta degli dei


Marina, selvaggia bellezza a cavallo di una tecnologica moto d’acqua, ricorda Galatea, la più bella delle Nereidi.

Pier Silvio, un semidio invidiato dagli umani e temuto dagli dei, come Achille, eroe greco.

Poveri eroi, poveri miti che brutta fine, essere così tanto caduti nella polvere da essere assimilati a mortali, seppur non tanto comuni.

Che siano Marina e PierSilvio parenti non v’è dubbio, sarà per questo che “Chi” utilizza proprio queste due figure per sanitificare l’ascesa al cielo, potendo considerare, alla larga, anche Galatea ed Achille parenti essendo, quest’ultimo, figlio della nereide Teti.

Quello, altrettanto certo, è che “Chi” non teme il ridicolo e non teme, neppure, ardire nei confronti.

A me, sinceramente, viene proprio da ridere, e non piangere attenzione, ma proprio da ridere perchè quando si eleva troppo il paragone e quando si è così spudoratamente leccanti si cade nella farsa e nel ridicolo.

Neppure Mussolini, che era Mussolini, ha mai avuto cortigiani così tanto stupidi e, alla fin fine, irriverenti nei suoi confronti.

Sto anche aspettando la terza puntata per sapere a quale figura eroica, storica o mitologica verrà paragonato Silvio in persona, io qualche ideuzza l’avrei ma potete, anche voi, suggerirmi accattivanti e suggestive figure.

Unica cosa chiedo: che mai e poi mai Silvio o qualcuno del suo parentato venga paragonato ad Alessandro Magno, mio amore storico, perchè allora qui m’incazzo di brutto, sul serio e faccio la rivoluzione.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Varie ed eventuali e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

14 risposte a La caduta degli dei

  1. Iban ha detto:

    a plutone che azzz!!!

  2. Madame Bovary ha detto:

    A Zeus in persona, carissima

  3. Tonino ha detto:

    La storia si ripete, ripercorre gli stessi sentieri anche a distanza di più di 2000 anni.
    Una semplice proporzione :
    Ulisse : Diomede = Berlusconi : Fini !

    La storia ci narra che i due eroi greci s’introdussero nella città di Troia per trafugare il ”Palladio ”.
    Il simulacro della dea Pàllade fu scarventato giù dall’Olimpo sulla città di Troia a sua protezione fino al giorno in cui venne trafugato. Diomede rubò il simulacro,ma Ulisse costrinse con la forza, un pugnale sulla gola del suo compare, che era stato lui l’eroe dell’impresa.
    Fatti i dovuti scongiuri, sostituite i due eroi con quelli moderni ,che eroi non sono e ..l’equazione è risolta.

  4. lorettadalola ha detto:

    Olio e Stanlio! ma loro almeno facevano ridere e si sa il riso fa buon sangue e in più cuor allegro il ciel l’aiuta…sarà per questo che si sono immolati al sacrificio di farci piangere per tenerci coi piedi per terra – Santi subito!

  5. rasoiata ha detto:

    Priapo.

  6. rick-ione ha detto:

    la prima è bella come io sono etero.
    sembra il su babbo con la parrucca.
    se a voi etero pare una gran fiha, dovete ammettere che il vs senso del gusto sta decadendo al pari dell’italica cultura.

    sul secondo non dico niente perchè come altre volte mi sembrerebbe di sparare sulla croce rossa.

    entrambi li vorrei vedere lavorare 8h al giorno alla catena di montaggio in quella fabbrica di merda a cui anche loro ambiscono a copiare il contratto di lavoro e le relazioni (a senso unico) sindacali!

    • silvanascricci ha detto:

      Io sono una donna, tu sei gay; lasciamo agli altri giudicare Marina, ma se devo dirti la mia opinione la penso esattamente come te, è una ciofeca terribile.
      Anche a me piacerebbe vederli con una tuta da operai alla catena di montaggio di Mirafiori o Pomigliano a 1200 euri al mese, magari insieme a Tronchetti Provera.

  7. Ernest ha detto:

    Ma mitologicamente a Minzolini cosa facciamo fare?

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...