La saga degli uomini alfa e la saga degli uomini padani


Ci sono alcuni blogger che si divertono, dopo un po’, comprensibilmente si annoiano, con la saga degli uomini alfa e degli uomini beta come fa Bibiebibo.

Io mi sto cominciando a divertire con la saga degli uomini lumbard.

Qualche post fa avevo riportato un monologo di uno di costoro sulla presunta superiorità della razza bianca europea e degli eterosessuali.

Era stato un post di grande successo e di indubbia popolarità anche a giudicare dal numero di commenti giunti; nell’occasione mi ero pure molto alterata e scandalizzata.

A causa degli innumerevoli commenti che devono essere arrivata al blog originario della notizia e qualche segnalazione alla polizia postale il blogger si è vestito costretto a chiudere baracca e burattini.

Ma, degno esemplare della razza lombarda e, meglio sarebbe dire della razza bergamasca con qualche piccola goccia di vetusto e nobile sangue fiorentino, il nostro non si è dato per vinto e ha riaperto un altro blog dove ha continuato a farneticare per la sua strada.

Me lo sono ritrovato tra i piedi poichè wordpress lo segnala come un dei blog più letti oggi.

Non cito, ora come allora, il titolo del blog e, anche se lo scoprite, non affannatevi a mandare messaggi perchè il blogger ariano non li pubblica.

A quel punto ho cambiato atteggiamento; non più una sana reazione d’indignazione e di incredulità ma una ancor più sana reazione di risata.

E sì perchè a questo punto ho capito la vera, profonda ilarità (forse inconsapevole) di questo blogger i cui nobili lombi risalgono fino al medioevo e vantano parentele medicee.

Ho capito la profonda verità dello slogan sessanttottino: una risata vi seppellirà.

Vi faccio comunque dono di alcune perle di rara saggezza e, altrettanto, rara intelligenza spulciando qua e là nei suoi interventi, affinchè non solo io mi possa divertire.

In virtù dunque del mio retaggio, chiamo idealmente alle armi i miei compatrioti, indipendentemente dal loro credo politico e religioso, affinché siano pronti alla pugna, virtuale e non, e all’eterno scontro tra le forze del Bene e quelle del Male, che senza per forza finire nei campi di battaglia riguarda tutti noi indistintamente, quotidianamente.

Qui più che una chiamata alle armi di pugnaci guerrieri mi pare di intravedere l’armata Brancaleone.

Bianco europeo, appartengo alla sottorazza alpina con influenze nordiche e posso dunque dirmi di retaggio celto-longobardo quanto la Nazione Lombarda stessa; biondo scuro, occhi azzurri, naso leptorrino, dolicocefalo, carnagione bianco-rosea, longilineo, con gruppo sanguigno A+ (tipicamente germanico) e tollerante al lattosio, chiaro sintomo di arianità.

Ragazzi, capisco ma trattenetevi dalle risate sguaiate e tutti quelli di noi, come me, che appartengono al gruppo A+ siano lieti, quelli che sono intolleranti al lattosio non diano la colpa al gene difettoso bensì ai loro genitori che hanno la colpa di non essere ariani.

Dopo le superiori e un post diploma in e-commerce, per dare finalmente sfogo al mio umanesimo represso mi iscrissi a lettere moderne presso l’università di Bergamo dove tuttora studio; diciamo che non c’è alcuna fretta di consumarsi per mantenere la baracca tricolore.

Questa è la miglior scusa che io abbia mai sentito per giustificare la vocazione a non fare un cazzo nella vita.

I Bianchi sono i geneticamente più raffinati e di conseguenza i più distanti dai primati; sono i più estetici: volete mettere una Svedese con una Nigeriana? Una Boliviana? Una Maori? Una Cambogiana? Una Marocchina o un’Ebrea? Non c’è paragone tra la bellezza europea e la bruttezza delle altre schiatte

Secondo me se questo incontra una alla Naomi Campbell che gliela dà manda in vacca tutte le sue teorie.

In questi anni, anche per smarcarmi dal degrado omologante della gioventù moderna, accentuai il mio cattolicesimo estremo e la mia coriacea Identità orobica, senza troppo frequentare la mondanità e senza troppo legare con amicizie e compagnie, e senza mai fidanzarmi sebbene (e ci mancherebbe altro!) fortemente eterosessuale e ghiotto di carne femminea nostrana, ovviamente per motivi endogamici.

A parte la raffinata e molto erotica immagine della carne femminea nostrana, questo non si è mai fidanzato (e secondo me neppure mai avvicinato) non per altro che non siano motivi endogamici; vi credevate voi che fosse perchè nessuna ci stava manco morta!; eh no è perchè noblesse oblige.

Alla prossima.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Varie ed eventuali e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

21 risposte a La saga degli uomini alfa e la saga degli uomini padani

  1. Rick-ione ha detto:

    OH CAZZO! sono intollerante al lattosio, se bevo latte cago a spruzzo per gg e gg.
    E quindi non posso dirmi ariano?
    Sarà per questo che sono frocio?
    vi prego ditemelo, o ci perderò il sonno!

    • silvanascricci ha detto:

      Lascia stare le ragioni, tu sei quello che sei.
      Cosa c’è di sbagliato?
      Boh, dimmelo tu perchè io non ci arrivo a capirlo da sola!

  2. Mi sembra lo sproloquio di un bambinone che vuole giocare alla guerra, forse è solo, non ha mai scopato, si diverte a scrivere queste stupidità, elementari, bene, male, padani, patane,patate, ravanelli, citrulli…A cosa serve questo? a far ridere, bene Silvana quando prendi in prestito quella bella e vera frase di un lontano 68, “una risata vi seppellirà”; o meglio, anche un vaffa o un dalemiano “vada a farsi fottere” credo sia appropriao al caso con affetto, da 100 chilometri sotto Napoli, la distanza tra Piazza Plebiscito e casa mia…

  3. spazioalmaso ha detto:

    Ogni tanto una risata ci sta pure bene. Pensavo all’inizio del post di fare un commento serio su ciò che penso, ma alla fine ho preferito lasciar stare. Quel che è certo è che va preso per quel che è: un simpaticissimo bontempone che almeno ci regala cinque minuti di allegria. Il problema è se poi le applica nella vita le regole che enuncia!!!

    Comunque, il passo più bello è stato quello dell’Università!Ho avuto anch’io la sensazione che fosse la scusa più idiota mai sentita per giustificare il suo non fare un cazzo!
    Un saluto
    Tommaso

    • silvanascricci ha detto:

      Ciao caro Tommaso.
      Non credo che applichi le sue teorie nella vita reale; anche perchè mi da l’impressione di un povero cristo che nessuno si fuma.

  4. Si, ti ho scritto, ricevuto???? ciao Giovanni

  5. Emigrante ha detto:

    Secondo me si tratta di un Troll. Pura provocazione

  6. frastellina ha detto:

    noblesse oblige!?!? io avrei usato un fine francesismo…. ma lasciamo stare 😀
    ps. questo è il primo commento che ti faccio dal mio nuovo pc!!! mi sto facendo pubblicità dappertutto… oh dico: a Pianoro, il paesino dei morti viventi, c’è la connessione internet!!! un piccolo passo per la >Fra, un grande passo per l’umanità! anche perchè mi sa tanto che x un po’ tu, Cesco e la Ragazzaconlavaligia dovrete sorbirvi la mia euforia post-pc

  7. cescocesto ha detto:

    clap, clap, clap.

    brava, cara silvana.
    io sono finito ieri sul suo blog, e non sono riuscito a non incazzarmi. gli ho pure lasciato qualche commento, e all’inizio mi ha risposto. quando anch’io gli ho citato -come hai pensato tu- naomi campbell, iman o tyra banks, lui ha risposto: “le negre sono scimmie”. quando gli ho fatto notare che pure bush, decisamente non un “negro”, sembra una scimmia, mi ha spiegato che è perchè è chiaramente di origine ebrea. al mio terzo commento ha cancellato tutto e bloccato la possibilità di lasciarne altri.

    mi stavo per incazzare ulteriormente, ma poi per fortuna sono finito qui e una risata mi ha seppellito.
    grazie.

    ps. glielo dici tu che il gruppo A+ è il più diffuso anche in sud corea?

    • silvanascricci ha detto:

      E’ già molto che ti abbia fatto passare e risposto a ben due messaggi.
      Come sai certi personaggi sono allergici alle critiche.

  8. Bibi ha detto:

    @ silvana

    beh..la saga degli uomini beta è giusto un divertimento..questo invece è proprio da ricovero alla faccia della legge Basaglia.
    I poveri beta sono un circolo culturale per ritardati sessuali che non riescono ad interagire con l’altro sesso (uno a caso..visto che adesso pare che vogliano fondarne uno loro privato..) mentre questo è “un povero pirla” (mi autocito..) che diffonde idiozie. Chi è più pericoloso?
    Francamente sono indeciso, se dovessi ragionare in termini assoluti…direi che il povero pirla è innocuo vista la dimensione epocale delle cazzate che scrive..ma considerato che abbiamo un presidente del consiglio che ne spara anche di più grosse e viene votato dalla maggioranza degli italiani…non mi fiderei tanto.
    a.y.s. Bibi

    • silvanascricci ha detto:

      Ma proprio per questo, caro Bibi, incitavo ad una rivolta di risate.
      Davanti al riso il re è nudo, non si può vietare a nessuno di ridere a crepapelle.
      O vogliamo fare un decreto per vietare anche questo? a quel punto, forse, una rivoluzione ci sarebbe.

  9. Zion ha detto:

    un fallito onanista di proporzioni indicibili!
    Gente così ha il diritto di voto…rabbrividisco.

  10. Bibi ha detto:

    Oltre che pirla è anche molto indeciso il ragazzo.
    Infatti continua ad aprire e chiudere blog…se gli serve una mano gli fornisco gratuitamente uno spazio presso il mio hosting…dove lo si trova un altro elemento così?
    a.y.s. Bibi

    • silvanascricci ha detto:

      E’ impareggiabile il soggetto.
      Gli escono da una continua, estenuante giornaliera attività di masturbazione cerebrale!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...