Chi vince, chi pareggia, chi non perde mai


Stavo guardando le prime proiezioni ed i primi dati reali di questa tornata elettorale regionale.

Il dato più ovvio che si nota marcatamente è il forte astensionismo registrato uniformemente su tutta la penisola ed è un dato che la dice lunga, al di là del posizionamento politico, di come le persone siano stanche di una politica logora, sfilacciata incapace di proposte reali.

Ed è un dato preoccupante.

Mi ha fatto impressione i dati di alcune regione in cui non si è neppure arrivati al 50% di affluenza, sembrano le percentuali degli stati uniti prima che il ciclone partecipativo di Obama calasse in quelle terre.

Essendoci alcuni duelli testa a testa sarà interessante vedere chi la spunterà; ma conosco già i commenti che pioveranno da tutte le parti.

Estrapolando i dati, sofisticando sulle comparazioni, filosofeggiando sui dati tutti avranno vinto o, male che vada, pareggiato; nessuno, in Italia, perde mai le elezioni.

Quanto mi piacerebbe che le elezioni assomigliassero al basket: vittoria-sconfitta, dentro-fuori, sì-no.

Ad oltranza, agli over time, finchè c’è fiato.

Neppure il pareggio è concesso.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Politica e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...