Un milione di persone


Per capire bene cosa significa un milione di persone

dal blog di Metilparaben

Per capire bene cosa non significa un milione di persone

dal blog di Politica e società

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Comici, Politica e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

16 risposte a Un milione di persone

  1. Franz ha detto:

    Denis Verdini dovrebbe ringraziare gli Abruzzesi che non sono andati con i carri armati, in Piazza San Giovanni!
    Comunque presto un milione di pernacchie seppellirà lui e soprattutto il suo padrone.

    Baci.
    Franz

    • silvanascricci ha detto:

      Ma ti rendi conto caro Franz che questi non ricostruiscono un paese terremotato (quando lo ricostruiscono) perchè è un atto di stato, perchè è un dovere civile, perchè è un dovere morale ma solo per avere voti e prebende.
      E si stupiscono pure se uno non fa atto di riconoscenze e di riverenza.
      Mah?!?

      P.S. per stasera mi sa che sarò costretta a vedere e sentire Santoro nel maxischermo del paladozza.
      Besos

  2. luciano ha detto:

    Sono disponibile a essere col milione in piazza ma solo al suo funerale

  3. riccardo ha detto:

    Ho seguito il filmato commuovendomi, se possibile, quasi più oggi che allora.
    Anche perchè mi spaventa il vuoto in cui stanno sprofondando il Paese, la politica, la società, la scuola, l’economia, la cultura… insomma tutto quanto.
    Chi ciancia di un milione di persone in piazza l’altro giorno, non sa neanche di che cosa parli. Infatti, è stato smentito perfino dalla questura e dal ministro degli interni.
    Circa il messaggio di Verdini, mi limito ad osservare che mi sembra anche sgrammaticato: cfr. soprattutto terz’ultima e quart’ultima riga, uso “disinvolto” delle virgole, pulman “oltre quelli già organizzati”… I pulman si “organizzano”?!
    O non devono piuttosto definirsi come “pronti”?.
    Il nostro Enrico, che scriveva di suo pugno i documenti più importanti, stava alzato notti intere a limare e rivedere ogni sillaba… dimostrava anche in questo un rigore morale ed intellettuale che dovrebbero essere d’esempio per tutti.
    Ciao!

    • silvanascricci ha detto:

      La cosa che mi infastidisce e disorienta di più è la differenza abissale che si è prodotta in 25 anni (che nella storia sono un soffio) nella classe politica italiana.
      Aldilà delle ideologie, oggi, manca completamente un disegno politico, un’idea di stato.
      Siamo ad un governo in proprio dove lo scopo è tutelarsi e fare gli affari propri, del proprio clan e degli amici degli amici.
      Sono profondamente sconfortata da questo stato di cose e mi chiedo, spesso, quale e quanto sia mia responsabilità.
      Ciao caro Riccardo, a presto

  4. CARLO ha detto:

    IL PADRETERNO CI HA DATO LA PROVA DELLA SUA GRANDEZZA CHIAMANDO A SE IL COMPAGNO BERLINGUER PRIMA CHE SI FOSSE VENDUTO L’ITALIA AL KREMLINO .

    • silvanascricci ha detto:

      In effetti tra essere venduti al cremlino ed essere regalati a Putin e al presidente del consiglio ci passa un mare di differenza

  5. STEFANO ha detto:

    SPERO CHE LA SUA ANIMA COME QUELLA DEI SUOI PREDECESSORI , SUOI COMPAGNI , SI PERDANO NEL FLEGETONTE

    • silvanascricci ha detto:

      Una certa confusione di idee devi averla dal momento che una volta ti firmi stefano ed una volta Carlo, ma pazienza, in fondo anche i tempi di oggi sono confusi!

  6. io ha detto:

    Ma smettetela……………….. avete rotto le palle tutti quanti con sti discorsi destri sinistri ma chi vi credete di essere? siete tutti uguali e non mettete in mezzo il grande berlinguer x la vostra lotta….. capito?

    • silvanascricci ha detto:

      Sapessi che rottura di palle ne ho io dei discorsi destrosi……………..
      Comunque il poter fare liberamente i discorsi che si vuole e tirare in ballo chi si vuole fa parte della libertà di parola di ognuno di noi.
      Mi dispiace per te ma è la democrazia, bellezza!

    • cescocesto ha detto:

      caro “io”, a me “uguale ai destri” (che poi.. destri??) non mi ci chiami.
      io son tanto buono e caro, ma questo non lo accetto!

  7. Aldo ha detto:

    Chi dice che Berlinguer avrebbe venduto l’italia al Cremlino, dimostra che assolutamente non conosce la storia e quello che era il compagno Enrico.
    Ricordati che Berlinguer è l’uomo che al Berlusca non volle riceverlo e lo mandò dal suo segretario, certi personaggi non rientravano nell’integrità morale di quell’uomo.
    Oggi non ce ne sono più, ne di destra ne di sinistra, oggi senza ideologia, siamo un paese che sta decadendo sempre più.

  8. riccardo ha detto:

    Condivido in toto quanto ha detto Aldo.
    Berlinguer fu l’uomo dell’eurocomunismo, dello “strappo” da Mosca e l’uomo che perseguiva l’ideale del socialismo nella democrazia.
    Fu, dulcis in fundo, l’uomo che disse (quando Montanelli invitava a “turarsi il naso” ed a votare Dc) che dovrebbe essere possibile vivere in una società che “non sia un letamaio.”
    Perciò, chi fa certe battute, peraltro di pessimo gusto, davvero non conosce la storia di Berlinguer e farebbe bene ad informarsi.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...