Cedere, cedere, cedere


Vi propongo questo spunto di riflessione:

Lo “appeasement”, l’eterna tentazione  di cedere alle prepotenze dei prepotenti come Saddam Hussein per quieto vivere e ripetere il fatale errore delle democrazie europee di fronte a Hitler a Monaco nel 1938 senza capire che il mostriaciattolo austriaco sarebbe stato insaziabile.

Ma che cosa sta facendo l’Italia di tanti giornali di carta o di elettroni, di tanti politici, di tanti cittadini, del capo dello stato, nei confronti di coloro che fanno e disfano le leggi e la republica per il loro tornaconto economico, politico e giudiziario.

La dinamica non è forse la stessa, che si tratti di politica interna o internazionale? Non aveva forse vinto le elezioni anche la Nsdap di zio Adolfo?

Cedere ai bulli una mano per quieto vivere significa cedere domani un braccio e poi tutto il resto, esattamente come accade nei confronti dei bambini viziati che divengono adulti insopportabili e pericolosi.

Certo non voglio sovrapporre esattamente la situazione germanica di allora con quella italica odierna, loro erano molto più seri, noi tendiamo sempre un poco alla farsa.

Ma il pericolo esiste.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Politica e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

8 risposte a Cedere, cedere, cedere

  1. Franz ha detto:

    Cara Silvana, questo tuo post mi ha ricordato molto, nei toni e nei contenuti, quello scritto da Alessandro Gilioli nel suo blog ‘Piovono rane’ un paio di giorni fa (clicca qui).
    Anche se questo tipo d’allarme è tutt’altro che fondato e molto ragionevole, continuo a pensarla in maniera più positiva, o forse più ottimistica; se vuoi divertirti a cercarlo, fra i molti commenti di quel post ce n’è uno mio in cui cerco di ribattere allo sconforto del famoso giornalista e blogger.

    E, come sempre, aggiungo il mio salutone e un abbraccio.
    Franz

    • silvanascricci ha detto:

      E’ molto simile, sì.
      Io mi auguro sul serio che tu abbia ragione ed io un torto marcio, anzi è uno dei pochi casi in cui avere torto mi piacerebbe moltissimo.
      Un salutone anche a te, caro Franz

    • Franz ha detto:

      Come spero tu abbia capito, volevo scrivere “tutt’altro che infondato”, poi è saltata la “in”.
      Tanto poco infondato che, pur cercando di conservare un atteggiamento positivo che ritengo più saggio e più utile, non ti nascondo che un po’ di spavento lo sta facendo passare anche a me, quel signore diversamente alto, diversamente democratico e diversamente sano di mente, con le sue ultime uscite nanodittatoriali.

      Ciao !

      • silvanascricci ha detto:

        Avevo i mmaginato che fosse un refuso.
        Del miglior presidente del consiglio del mondo e di tutti i tempi recenti e remoti vorrei dire, soprattutto, diversamente democratico.
        Bacioni

  2. Ernest ha detto:

    Il pericolo esiste eccome… hai proprio ragione, il parallello storico con le debite proporzioni ci sta assolutamente!
    un saluto

    • silvanascricci ha detto:

      Certo che c’è da dire che noi, per quanto facciamo, nel fascismo come oggi non avremo mai la tragica grandezza dei tedeschi.
      Siamo sempre un po’ grotteschi e arruffoni.
      Nel buono e nel cattivo non riusciamo mai a fare il meglio.

  3. rick-ione ha detto:

    il pericolo è già in atto, e molto di più che nella scorsa legislatura.
    appena eletto dissi: speriamo che dopo essersi fatto i cazzi suoi per 5 anni, da ora in poi si faccia anche i nostri…
    mai previsione fu piu sbagliata, ahinoi…
    i suoi problemi sempre in primo piano, i nostri chi cazzo se ne frega? il governo del fare… si del fare poco poco…
    siamo sempre piu nella cacca…
    post azzeccato in pieno!
    un abbraccio ed un bacio dalla polare toscana…

    • silvanascricci ha detto:

      Vedi che sperare nell’impossibile (il miglioramento del berlusconismo) non è mai buona cosa.
      Un abbraccio anche dalla polare emilia.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...