Nuove abitudini


E’ da qualche tempo che non mi alzo più imbambolata maledicendo la sveglia alle 7.30.

Adesso mi sveglio alle 5.30 maledicendo i mie arti che, peggio di una sveglia, mi richiamano dal sonno con brucianti dolori; e non è nemmeno come la sveglia che posso spegnere e riaccendere quando voglio.

Il dolore non riesco a spegnerlo altrettanto facilmente.

Mi alzo per non svegliare nessuno e nessuno disturbare con i miei pianti e lamenti sommessi, vago per casa come uno zombie aspettando l’orario per prendere l’antidolorifico che per qualche ora mi permette di sopportare il dolore che come un’unghia rovente mi taglia le carni.

Accendo il computer, leggo i miei blog preferiti, guardo i giornali online e quando le mani me lo permettono scrivo qualcosa sulla tastiera.

Intanto la città, che è ancora addormentata, si risveglia piano piano; cominciano a passare le prime macchine i cui fanali fendono le tenebre che, appena appena, cominciano a rischiararsi.

Cominciano a vagare i primi pedoni, infreddoliti, aspettando il primo autobus.

C’ è un parallelo tra il mio dolore, il suo lieve attenuarsi e le luci del mattino che fendono l’ombra.

Adesso l’anestetico comincia un po’ a fare effetto, posso vestirmi, lavarmi e cominciare un’altra giornata di lavoro.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Diario personale e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

12 risposte a Nuove abitudini

  1. palbi ha detto:

    mi dispiace molto sentire questa cosa
    Capisco cosa vuol dire portarsi dietro una malattia ma non so cosa significhi avere a che fare con il dolore.
    Coraggio ! Ti faccio dei grandi auguri !

    palbi

  2. magocamillo ha detto:

    Coraggio Silvana, forse la primavera ormai prossima e l’arrivo del caldo, ti faranno sentire meglio.

  3. Ernest ha detto:

    e sono convinto cara silvana che sarà una bellissima giornata!
    un saluto

    • silvanascricci ha detto:

      Me lo auguro, spero che i medicinali comincino a fare effetto continuatamente, perchè come si dice a Bologna: me an’ninposs piò!!!!!

  4. io darei retta all’oroscopo di pesatori che ne sa sempre una più del diavolo, e stavolta è anche stato chiaro (poi sai bene che agli oroscopi bisogna credere ciecamente quando danno buone previsioni e dire che sono tutte cazzate quando prevedono sfighe):
    Quando è necessario siete in grado di lottare come nessun altro, ma la natura rimane estranea al gusto perverso del combattimento. ORa dovete fralo entrare in campo, perchè qualcuno vi ci spinge.
    [..]Le condizioni oggettive non più scorrevoli sono la leva di un salto di qualità sempre più vicino.
    so che non ne puoi più, ma pensa che sei forte. so che non ne puoi più anche di essere forte, ma pensa lo stesso che lo sei.

    • silvanascricci ha detto:

      Sul seri sei convinta che io sia forte? perchè smpre più spesso ne sono sempre meno convinta.
      Ma farò come dici ascolterò il Pesatori che è in me.

    • io sì, ne sono convinta. abbiamo preso il caratteraccio della nonna, ma per la miseria, vuoi che non abbiamo preso anche qualcuno dei suoi pregi!?!?
      (ok, l’ordine nel mio caso non è tra questi, ma insomma, ci siamo capite..)

  5. cescocesto ha detto:

    confidando nella potenza dei farmaci, ti prometto che a marzo quando ricomincio le lezioni vado a punzecchiare i miei prof di reumatologia finché non trovano qualche soluzione efficace contro questa bestia.

    un abbraccione

  6. Franz ha detto:

    Si fa fatica ad accettare che una cara amica sia vittima di un dolore fisico così acuto e cronico, nonché schiava degli antidolorifici; continuo a sperare che tu possa trovare molto presto vie di guarigione rapide e naturali.
    Probabilmente avrai già avuto molti consigli, e ne sarai anche stanca; cionondimeno, vorrei indicarti un medico, specializzato in neurochirurgia, ma esperto anche di medicine alternative (soprattutto fitoterapia, omeopatia) e ottimo massaggiatore, con tecniche in parte sue personali, che riceve anche a Bologna.
    Ha quell’approccio ‘olistico’ che manca di solito alla medicina ufficiale; mi fece guarire sorprendentemente da una lombalgia acutissima, e mi diede alcune dritte alimentari che (sia pur dopo una necessaria scrematura) hanno migliorato molto il mio stato di salute generale.
    Se ti può interessare ti invierò in privato i suoi recapiti telefonici.

    Ciao Silvana, un caro abbraccio.
    Franz

    • silvanascricci ha detto:

      Caro Franz,
      pur lavorando nell’ambito ospedaliero non ho nessuna preclusione per le altre medicine.
      A maggior ragione adesso, quindi accetto molto volenmtieri i recapiti del medico.
      Ciao, grazie e un carissimo abbraccio anche a te.
      S.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...