I Bossi, le trote e le capre


Quanto sono stanca.

Una stanchezza immane si riversa sulle spalle.

Non chiedo la coerenza, che è arte difficile ed impervia; un certo senso di onestà e di decoro, invece, mi piacerebbe e lo gradirei.

La candidatura alle regionali del figlio di Bossi mi disgusta; l’unico merito che ha il Renzo è quello di essere figlio di papà; non sa un cavolo di niente, è stato pure bocciato 2 o 3 volte alla maturità in questa scuola italiana che, a dir loro, è un diplomificio.

Ebbene nemmeno in un diplomificio che dà a tutti un pezzo di carta il Renzo ce l’ha fatta al primo colpo e nemmeno al secondo; ha dovuto aspettare il terzo, ed in più si chiama Bossi, che nel nostro paese un nome importante apre le porte.

E adesso lo manderanno a fare il consigliere regionale a 8.000.000 euri al mese con i voti di papà, perchè se la campagna elettorale la dovesse fare con le sue forze prenderebbe due voti: il proprio e quello di sua madre (si sa che per le mamme italiane “ogni scarafone è bello a mamma sua”).

E se fossi leghista mi incazzerei ancora di più, perchè i leghisti non hanno figli meglio di quello di Bossi o almeno capra come lui da candidare?, ma stiano tranquilli, i loro figli come i miei, non verranno mai proposti per un simile lavoro.

Cornuti e mazziati due volte quelli del popolo verde, votano un partito che aborre, a parole, i nepotismi e gli intrallazzi di Roma ladrona; esalta, sempre a parole, il merito e le capacità e che, nel contempo, candida una trota di figlio che non sa parlare, non sa capire ma sa fare di conto, mentre i loro figli staranno a fare i disoccupati, i sotto pagati, a contendersi, in un’eterna guerra tra poveri, il lavoro con i tanto odiati extracomunitari.

Complimenti, grande intelligenza caro popolo delle camice verdi!

Io sarò cornuta ma almeno non  mazziata come i leghisti.

9 pensieri su “I Bossi, le trote e le capre

  1. quoto…amaramente quoto.
    Tuttavia non e’ solo nepotismo (e’ anche nepotismo, intendiamoci).
    C’e’ anche il problema che un cognome noto e’ un capitale politico pure se viene indegnamente portato (e non accade solo in Italia). Perche’ la chiamano politica ma in realta’ molti elettori la vivono come un reality 😦
    Se un “figlio di” viene nominato alla guida di un ente e’ un conto ma se viene (in qualche modo) eletto, chi lo vota non e’ solo cornuto e mazziato…e’ pure complice e contento di esserlo

    1. Concordo che sia anche complicità, ma temo che sia un termine a cui i leghisti non sono sensibili.
      Dare del cornuto ad uno che ritiene di avercelo duro, forse, fa più effetto!
      Ciao

  2. Scusa Silvana ma dire “grande intelligenza caro popolo delle camice verdi!” è un ossimoro..l’intelligenza è l’antitesi del leghista.
    Bossi candida il figlio,normale..i leghisti non fanno altro che fare quello che facevano altri prima: rubano ed occupano i posti…come tutti.E tra un pò si parlerà di “Milano Ladrona”.
    Tu sei lontana dal “popolo” leghista..io ne conosco parecchi..alcuni “esponenti” di spicco pure… che hanno conti in svizzera e società finanziare (sempre in svizzera..alla faccia dello scudo fiscale).

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...