Atei ed agnostici cercasi


Ringrazio Galatea, per avermi fornito questa informazione.

Ho finalmente conosciuto la mia collocazione giuridica.

Io, regolare cittadina di questo stato italiano, sarei illegale in quanto atea.

E l’ho saputo dal tribunale della “vita in diretta”, dal giudice don Mario Pieracci.

Se non proprio illegale per nascita, lo divento immediatamente se mi aggrego ad altri miei simili, magari, dio non volesse, fondando un’associazione di atei.

Quindi con chi me la prendo se non sono stata toccata dalla grazia del signore? Rimarrò illegale nel mio paese.

La notizia e video relativo sono stati presi da qui

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Varie ed eventuali e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

18 risposte a Atei ed agnostici cercasi

  1. sonia ha detto:

    Anch’io sono illegale come te. Anzi secondo la ministra Meloni dovremmo emigrare in un altro paese. Siamo fuori di testa???

    • silvanascricci ha detto:

      Cara Sonia, almeno siamo già in due.
      Non siamo mica solo fuori di testa ma anche fuori come dei balconi.
      Grazie del commento.
      Ciao

  2. cescocesto ha detto:

    siamo in tre. di cui uno in attesa dei moduli per sbattezzarsi.

    (la mia solidarietà per il tuo stato di illegalità. ma se lo dici ai polizitti te levano pure i punti alla patente?)

  3. franca ha detto:

    Siamo in tanti, pensa io sono anche scomunicata da almeno 25 anni, l’ho saputo ieri che chi non sposa in chiesa è scomunicato di diritto, dovrebbero però mandare a casa la comunicazione e toglierci d’ufficio dalle loro contabilità!

    • silvanascricci ha detto:

      Cara Franca stai scherzando?
      Mai e poi mai ci toglieranno dalla loro contabilità.
      Suvvia diamo a dio quel che è di dio, e a cesare quel che è di cesare.
      Peccato che le gerarchie ecclesiastiche facciano sempre un po’ fatica a distinguere quel che è di dio da quel che è di cesare; e nel dubbio si tengono tutto.
      Grazie del commento, torna quando vuoi.
      Silvana

  4. speradisole ha detto:

    Non appartengo alla UAAR e quindi su questo tema, mi sento un po’ fuori tema. Tuttavia debbo ammettere che in questi ultimi tempi un certo tipo di attivismo cattolico sta prendendo i contorni inquisitori dell’antico medioevo. La fede dovrebbe essere una scelta personale, e per me un dono prezioso da custodire, non può essere una bandiera, un motivo di guerra e tanto meno una politica. Se così fosse, il ritorno all’inquisizione, alle crociate e alle scomuniche pubbliche è la logica conseguenza.
    In quanto alle scomuniche, c’è da dire che il papa polacco aveva “scomunicato” e messo fuori dalla “chiesa” non dallo stato, i vescovi lefreviani (forse l’ho scritto male), perchè non accettavano le decisioni del Concilio vaticano II, il fatto che questo papa li abbia ripresi a braccia aperte la dice lunga sul suo modo di pensare. Tanto più che si trattava di preti che negavano persino l’olocausto. Un papa sconfessa l’altro, il che non è buon segno. Anzi è un ritorno ai vecchi metodi medioevali.
    Trovo anche che questo nuovo indirizzo assunto ufficialmente dalla chiesa, torni a guardare un po’ troppo sotto le lenzuola delle persone e trascuri i veri temi evangelici, colpa forse anche della tv, che richiede argomenti di un certo tipo, altrimenti la trasmissione “non tira” come dici tu.
    Confondere poi la laicità di uno stato con ateismo è il massimo della insipienza. Forse don Sturzo, don Milani, don Zeno e tanti altri, si rivoltano nella tomba a sentire queste cose. E persino il cattolicissimo La Pira o il frate don Dossetti.
    Scusami Silvana, ma conosci i miei commenti, spesso più lunghi degli articoli, ma l’argomento è molto interesante. Un abbraccio.

    • silvanascricci ha detto:

      La fede è un dono, ma allora perchè io devo essere considerata illegale nel mio paese?
      La costituzione dice che sì c’è liberta di religione ma anche libertà di pensiero, di parola e di associazione.
      Più che religiosi queste persone mi paiono fanatiche ed illiberali e purtroppo sono in costante aumento.

  5. Bibi ha detto:

    E’ da un pò di tempo che mi girano per la testa due argomenti e non ho ancora trovato la voglia o il tempo di mettere giù le mie solite due cxxxxxe. Uno di questi riguarda proprio la religione. Non solo quella cattolica..ma in generale. Argomento semplice semplice…roba da ragazzi, un pò come la formula per la quadratura del cerchio. Per restare on topic…ma se ognuno si facesse i cxxxi suoi rispettando un paio dei comandamenti tipo “non uccidere” e “non rubare” (il più ostico di tutti i 10 a quanto pare) non avremmo una bella “religione” buona per tutti?
    a.y.s. Bibi

  6. Non so se ridere per la pagliacciata che ha detto (vorrei ricordargli che esiste per la Costituzione libertà di pensiero tout – court e non solo libertà di religione) o fondare le “Brigate Atee” e dargli fuoco al grido di ‘Atei legalizzati!” 🙂 (scherzo)

    Propendo, ovviamente, per la prima scelta. Magari ridendogli in faccia ove potendo…

  7. Ernest ha detto:

    siamo davvero tutti clandestini!

  8. Marinella da Durban R.S.A. ha detto:

    Noi siamo quattro agnostici e cioe’ tutta la famiglia, pero’ siamo anche espatriati o emigrati, cosa ci succedera’ a questo punto ci metteranno qualche simbolo nel passaporto per cui per rientrare dovremmo chiedere il visto? Per fortuna che oggi sono tutti a ricordare di non dimenticare la Shoah….. piccole menti in grandi posizioni di Potere.

    • silvanascricci ha detto:

      Non vorrei mai che le stelle gialle o di altro colore tornassero a far bella mostra di sè.
      Certamente i segnali che si colgono in giro non sono particolarmente rassicuranti, da queste sparate di preti e di religioso hanno solo il collarino, fino ad arrivare, come dice Speradisole, ai lefevriani che vengono riaccolti gioiosamenete in seno alla chiesa senza che abbiano mai, minimamente, disconosciuto le loro teorie anti concilio ed antisemita-
      Tempi bui, cara Marinella, vedo arrivare….

  9. Marinella da Durban R.S.A. ha detto:

    Cara Silvana l’attuale Papa faceva parte della Gioventu’ Hitleriana quindi ….. non credo che la sua mentalita’ sia cambiata molto e anche in questo caso “l’abito non fa il monaco”. Un abbraccio

    • silvanascricci ha detto:

      Cara Marinella, è proprio quello che intendevo dire.
      E’ inutile celebrare con falsa enfasi e partecipazione gli olocausti e le stragi se poi la mentalità non cambia di un niente.
      Ciao

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...