O mia bela madunina


O mia bela Madunina che te brillet de lontan
tuta d’ora e piscinina, ti te dominet Milan
sota a ti se viv la vita, se sta mai coi man in man
canten tucc “lontan de Napoli se moeur”
ma po’ i vegnen chi a Milan

L’antiterrorismo è stato allertato per la grave minaccia che incombe sul presidente del consiglio e su tutta la democrazia italiana.

Un efferrato terrorista è stato arrestato oggi pomeriggio, dopo il vile e violento attentato nei confronti di Silvio Berlusconi.

Prontamente fermato ed arrestato l’attentatore è stato perquisito e gli sono stati trovati addosso pericolosissime armi: un crocefisso, uno spray urticante al peperoncino e una miniatura del duomo di Milano con cui il vigliacco criminale ha rotto il setto nasale e il labbro al capo del governo.

Il presidente, prontamente soccorso, non prima di essere uscito dalla sua macchina sanguinante come un San Sebastiano col costato coperto di frecce, è stato ricoverato al S. Raffaele e sottoposto a tutte le moderne diagnostiche di immagini (TAC, PET, risonanza magnetica) e a tutte le cure del caso.

Ovviamente tutti i politici, a parte il debosciato Di Pietro, hanno espresso la loro solidarietà al presidente ed esecreato il gesto folle del terrorista istigato dalla bieca violenza della sinistra.

Il clima di odio, fomentato da questa parte politica irresponsabile, era inevitabile portasse a gesti sconsiderati.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Varie ed eventuali e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a O mia bela madunina

  1. dimentichi di dire perché il vile sciacallo portava con sè il crocifisso, che è un chiaro indice di appartenenza a un qualche gruppo terroristico: tutti i terroristi ppregano prima di compiere l’attentato. ed ecco spiegato tutto. probabilmente, nel caso avesse sbagliato mira, aveva già pronto il terribile spray al peperoncino, che insieme al napalm era usato durante la guerra in vietnam, come tutti sanno.

    sono sconvolta da questo esecrabile (com’è stato giustamente detto nell’edizione speciale del tg5), codardo, aberrante, ripugnante atto di violenza. un tentativo di abbattimento della democrazia.

    • silvanascricci ha detto:

      Effettivamente ci dicono sempre che gli islamici dell’11 settembre hanno pregato tutta la sera prima di fare saltare gli aerei
      Gli spagnoli hanno sterminato i popoli dell’america latina in nome della croce.
      I crociati andavano in terra santa brandendo il crocefisso.
      E’ veramente un’arma pericolosa.

  2. Lorena ha detto:

    Cari amici “vecchi e “nuovi” di tastiera, molti di voi mi conoscono già da tempo, altri di recente, chiedo scusa a tutti di questa “forzata” latitanza perché è da martedì 2 dic. che non sono entrata nelle vostre pagine di blog. Quindi eccomi qua a dedicarvi un’altra pagina intima della mia vita. Il 5 dicembre molti di voi erano a Roma, ebbene anch’io ero in un mio viaggio personale, ANCH’IO VESTIVO DI VIOLA per la mia battaglia personale… Il 4 dic. sono entrata in ospedale a Sant’Arcangelo (Rimini) per essere operata ai seni. Rammento: il 6 dic.2007 fui operata di mastectomia al seno sinistro (tutto andò per il meglio, non feci terapie, ne ci furono recidive di sorta), ma l’intervento che mi fecero di ricostruzione al seno, andò peggiorando di giorno in giorno…, mi fu messa una protesi più grande della mia capienza per questo si formarono orribili aderenze (che ultimamente mi facevano pure male)…insomma mi vergognavo di me stessa non ne potevo più. Già l’impatto dal punto di vista psicologico fu devastante. di dover “obbligatoriamente” accettare una mutilazione del genere, a questo dovetti aggiungere una ricostruzione difettosa al massimo grado da vedermi tutti i giorni davanti allo specchio… E finalmente a distanza di due anni, come un miraggio, ecco arrivare la soluzione. Dopo gli opportuni accertamenti, preventivi, dei giorni precedenti l’intervento, il 4 dic. .sono stata operata dalle 12 alle 14,30, lentamente giorno dopo giorno, sono andata migliorando e il pomeriggio tardi del 7 dicembre sono stata dimessa. Ho avuto vicino parenti ed amici meravigliosi, che tuttora mi riempiono di affetto e di amore, amici che sapendo il mio calvario da allora ad oggi, sono più felici di me di sapere che ho risolto per sempre questo problema. Ricapitolando: al seno sinistro mi hanno rimosso la protesi, mettendone una più piccola e più morbida e togliendomi tutte quelle schifosissime aderenze, per eguagliarlo all’altro al seno destro mi hanno applicato una nuovissima tecnica di lipofilling cioè mi hanno tolto del grasso dalla pancia (così ho snellito anche questa) e me lo hanno riempito, così da sembrare il più naturale possibile e da non creare nessun tipo di rigetto verso un corpo estraneo. Tutto è bene quel che finisce meglio di così non potevo auspicare. Le mie festività natalizie, alle porte, saranno, gioiose, dolci e serene all’insegna (prima di tutto dei miei famigliari) poi degli amici che mi stanno contendendo per avermi tra loro nei festeggiamenti (mi trovo ad avere anche l’imbarazzo della scelta). Ieri sono andata a togliermi i punti sempre a S.Arcangelo e il chirurgo si è complimentato e mi ha detto che e tutto ok. Così da ieri ho “ufficialmente” ripreso tutte le mie attività ” (sono le mie linfee ed energie di vita), sport ecc. E questa mattina sono tornata al lavoro. Come?? Nonostante la nevicata (lieve) di ieri su Bologna, ovviamente in bicicletta. Ed ora GIOVANNA cara, amica mia, questo pensiero è per te, in un tuo post di qualche tempo fa, parlammo di svolta epocale della nostra esistenza, questa è la mia svolta, riappropiarmi di me stessa per vivere per sempre nel migliore dei modi. Giuro non mancherò più sulle vostre pagine. Un abbraccio e un bacio con tutta la carica positiva che ho dentro ad ognuno di voi. Vostra Lorena.

    • silvanascricci ha detto:

      Cara Lorena, sono contenta che le cose si siano finalmente sistemate.
      Già la patologia neoplastica non è un’esperienza facile da affrontare e superare, a maggior ragione quando colpisce il seno che ha valenze psicologiche, ataviche e sociali molto più ampie di altri organi.
      Un caro abbraccio e di nuovo benvenuta
      Silvana

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...