Non ci posso credere


A me pare di sognare.

H1N1 – Buon senso 2-0.

La paura fa novanta direbbe qualche cabalista, per evitare il contagio dalla febbre maiala hanno inventato l’acquasantiera elettronica antivirus.c_news.asp?id=26808, a Floris viene l’influenza e sospendono la trasmissione che doveva parlare, ohibò, di giustizia e scuola pubblica (per grazia divina non si trattava di sanità altrimenti si poteva parlare di sfiga pura)floris-influenza-ballaro_8fb1f412-d2d7-11de-a0b4-00144f02aabc.shtml

*********

Per chi non riuscisse ad aprire i links

Terrore H1N1: in chiesa arriva l’acquasanitiera antivirus

L’idea è nata quasi per caso nella mente del barista brianzolo Luciano Marabese, durante una chiacchierata nel suo bar con gli amici. Adesso la sua acquasantiera elettronica si è guadagnata le prime pagine dei giornali di tutto il mondo e sono già centinaia le richieste di acquisto portate avanti dalle chiese cattoliche.

“Molte persone avevano smesso di intingere le mani nell’acqua benedetta poiché temevano il rischio di infezioni”, spiega Luciano Mirabese. Attraverso il nuovo dispositivo è invece possibile scongiurare il rischio di contagio e allo stesso tempo mantenere inalterata una tradizione cattolica centenaria come quella del segno della croce con l’acqua benedetta.

Ai fedeli è sufficiente porre le mani al di sotto dell’erogatore e il dispositivo emetterà automaticamente la quantità sufficiente di acqua benedetta per “segnarsi”. Un meccanismo semplice, quindi, e del tutto simile a quello dei comuni dispenser di sapone dei bar e degli autogrill. “I fedeli erano inizialmente disorientati da questa innovazione tecnologica ma poi l’hanno accolta con molto entusiasmo”, racconta don Pierangelo Motta, parroco della chiesa dei Tre Fanciulli a Fornaci di Brioso in provincia di Milano che ha ricevuto la prima acquasantiera in regalo dal suo inventore.

Un’innovazione al passo coi tempi e adatta ai nuovi fedeli, sempre meno propensi a intingere le mani nell’acqua comune e a scambiarsi i segni di pace proprio quando nel mondo è in atto una feroce guerra sanitaria contro il virus H1N1, ed anche contro le nostre paure più profonde.

Floris ha l’influenza

L’influenza A colpisce anche la televisione. Giovanni Floris, contuttore di Ballarò su Raitre, ha infatti preso il virus H1N1 e quindi la puntata di martedì non andrà in onda. «Mi sento bene», ha rassicurato Floris. «In famiglia la avevano già avuta tutti e ora tocca a me. Meglio però seguire le indicazioni del ministero ed evitare di distribuire virus qua e là. Basta che ora non mi chiedano di sostituire Topo Gigio», ha concluso il conduttore con una battuta.

Floris ha effettuato il tampone di controllo ed è risultato affetto da influenza A. Per rispetto agli ospiti della trasmissione, ai cameramen e ai colleghi, il giornalista ha deciso, d’intesa con il direttore di Raitre Paolo Ruffini, di seguire le procedure suggerite dal ministero e di non andare in onda. La puntata sarebbe stata dedicata ai temi della giustizia, e avrebbe avuto come ospiti tra gli altri il ministro dell’Istruzione Maria Stella Gelmini, il vice capogruppo del Pdl alla Camera Italo Bocchino, Piero Fassino del Pd, il portavoce di Alleanza per l’Italia Bruno Tabacci, il costituzionalista Stefano Rodotà, il direttore del Tg3 Bianca Berlinguer, il vice direttore del Giornale Alessandro Sallusti.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Varie ed eventuali e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Non ci posso credere

  1. speradisole ha detto:

    Non parlo della maiala, quella la lasciamo a chi pensa che sia una enorme “pandemia”,già la parola spaventa, ma di te. La convivenza lavorativa è difficile, soprattutto se ci si trova con persone che, secondo la logica del tocca a me e non a te, ti rovinano la giornata dal primo minuto. Ma cambia e ti accorgerai che il lavoro, anche in questi momenti, ha un suo fascino. Anch’io ho passato momenti proprio negativi, li rivestivo di tragicità, non mi davano pace, ci si litigava persino il telefono, non avevo visibilità, nel senso che non sapevano neppure della mia esistenza in quei grandi baracconi, poi il vento cambia e si ripensa a quei tempi, magari dandoci dell’imbecille per aver sofferto tanto senza motivo. Comunque guardati intorno, a volte c’è di meglio. Tieni gli occhi aperti e spiazza certa gente, non solo sui risultati del tuo lavoro, ma anche sulle aperture ad altre possibilità, In ogni modo sogna, fregatene, e sorvola se puoi. Hai la gioventù e l’esperienza dalla tua parte. Un abbraccio con “amiicizia e solidarietà”.

  2. ernest ha detto:

    Non ci si può proprio credere… distributori di acquasanta. Domanda, ma sarà privatizzata anche quella?
    Su Floris, beh che dire… forse Topo Gigio potrebbe sostituire lui e magari sarebbe un po’ più duro con le telefonate inattese in onda.
    Un saluto

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...