La polizia va in piazza


Già il fatto che polizia e carabinieri abbiano fatto un’operazione in comune senza pestarsi i piedi e rivendicare priorità territoriali o di competenza è un passo avanti.

Ma, insieme, sono scesi in piazza e non per “garantire” l’ordine pubblico, bensì per protestare contro il governo.

Saranno, sicuramente, comunisti anche loro e se non tutti nell’animo sicuramente traviati da biechi figuri.

Hanno protestato e criticato le ronde, inadatte e non consone a garantire l’ordine pubblico, hanno evidenziato i tagli al bilancio (pur sbandierando in campagna elettorale il contrario)  “che incidono pesantemente anche sulla spesa corrente” e sulle voci di bilancio ministeriale ” relative all’acquisto delle autovetture, della benzina, alla gestione degli uffici e delle strutture”.

Dichiarano come la riduzione di oltre 40mila unità il numero degli operatori in servizio e la “sottrazione del il 44% delle risorse alle attività operative e organizzative”. Inoltre le forze dell’ordine criticano la decisione “di rinviare di tre anni il rinnovo del contratto collettivo di lavoro e di sottrarsi all’impegno di realizzare un nuovo modello di sicurezza che esalti le professionalità”. E ancora: “Sono scelte, queste del governo, che smentiscono gli impegni assunti in campagna elettorale, ed esprimono una sostanziale indifferenza verso il diritto alla sicurezza dei cittadini”.

Danno del buffone a Brunetta dichiarando che ad oggi il taglio di circa tre miliardi di euro in tre anni al Comparto Sicurezza e Difesa, unito agli effetti dell’ex decreto Brunetta ora convertito in legge, “sta producendo una pesante riduzione di personale a causa del mancato turn over e un innalzamento dell’età media dei poliziotti italiani, che ormai sfiora i cinquant’anni”.

Ma tutto questo non era già stato denunciato da altri lavoratori, da politici dell’opposizione? ricevendo in cambio il solito ed etrno commento: COMUNISTI e DISFATTISTI.

Come giustificherà questa protesta il ministro La Russa a cui piacciono tanto polizia, carabineri ed esercito?

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Varie ed eventuali e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a La polizia va in piazza

  1. Guido Mastrobuono ha detto:

    Ciao, mi chiamo Guido Mastrobuono e sono un cacciatore di articoli per un concorso che si chiama “Concorso Permanente di Parole ed Immagini” e mette a confronto articoli che stimolino una discussione in ambito folisofico, sociale o politico (vedi l’indirizzo http://lavoristi.ning.com/profiles/blogs/concorso-permanente-di-parole ).

    A mio avviso, questo articolo arricchirebbe il nostro concorso e volevo suggerirti di inserirlo.

    Il concorso, in realtà, è una scusa per convincere la gente a metterci a disposizione spunti per la discussione. Noi poi ne parliamo e ci creiamo un’idea nostra sui più svariati argomenti.
    Infatti, la concorrenza tra autori non è una cosa che ci appartiene: noi creiamo nella collaborazione. E dal confronto con gli altri, noi aumentiamo il nostro sapere.
    Comunque la pubblicazione offerta in premio ai vincenti è vera ed effettiva.

    Se lo vorrai, potrai tranquillamente inserire, al piede degli articoli un link al tuo blog cosa che lo renderà più noto e facilmente raggiungibile.

    Un saluto

    Guido Mastrobuono

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...