Memoria corta


buco-nero

Avete notato come, nel nostro paese, le notizie vadano e vengano dimenticate con una velocità impressionante?

Sappiamo qualcosa, dopo duecento porta a porta del prode moscone dopo le lacrime in diretta del ministro Alfano dopo le indignazioni della Binetti dopo le esternazioni a caso di Berlusconi, della legge sul testamento biologico?

Sappiamo qualcosa, dopo lo stillicidio quotidiano andato avanti per mesi, dello sbarco di clandestini a Lampedusa?

Sappiamo qualcosa, dopo le lacrime di coccodrillo sulla giustizia giustizialista dopo le disfide di Mastella, di come stanno andando avanti o indietro le vicende giudiziarie sottratte a De Magistris o alla Forleo?

Sappiamo qualcosa, dopo strombazzar di fanfare della ministro-velina Carfagna che a lei fa orrore chi vende il proprio corpo (?!?!), della legge che prevedeva l’arresto per la prostituta ed il cliente?

Nulla!

Non sappiamo più nulla!

Ma non dobbiamo aver alcun timore, tra poco svaniranno anche le emergenze sugli stupri, ci dimenticheremo delle conseguenze che potrebbe aver provocato la dichiarazione del papa sulla forte incidenza dell’uso del preservativo nella diffusione dell’Aids in Africa, non avremo rimembranza dell’abuso di alcol (al massimo ricorderemo sbiaditamente dell’abuso di droga, ma non di quella ministeriale o politica).

Siamo maestri, giocolieri delle notizie, ci sguazziamo per giorni e giorni restando prudentemente in superficie, senza mai approfondire in maniera seria e competente le notizie e poi… puff… svaniscono come una bolla di sapone e non se ne sa mai più nulla.

Ci fanno sapere l’antefatto, il fatto, i tuttologo commento sul fatto, ma mai come si chiude il fatto.

La conclusione o il proseguimento del fatto svaniscono nel buco nero dell’informazione giornalistica italiana.

E non credo sia un caso.

Questa voce è stata pubblicata in Politica e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a Memoria corta

  1. Giulietta ha detto:

    Non è un caso, hai perfettamente ragione. In questo nostro paese, ed in questo momento storico, è sufficiente fare annunci, apparire, dire qualche baggianata, per essere qualcuno per illudersi di essere intelligente. Ti suggerisco di leggere le proposte di legge che stanno facendo i nostri capatazzi strapagati della maggioranza. Dire che sono ridicole è poco. Pensa alla Carlucci che vuole imporre una legge bavaglio ad internet, secondo lei troppo libero. Oppure a chi vuole che la sfoglia emiliana diventi DOP. Meglio la sfoglia che la Carlucci certamente, ma li paghiamo tanto per proporre queste idiozie. Poi com’è noto segue l’annuncio di vittoria per aver approvato chissà che ed il silenzio successivo. Solo che alcune di queste cose ce le ritroveremo addosso, come il testamento biologico ed il silenzio controllato su internet. Solo Travaglio si è azzardato a dire che il Mastella è attualmete sotto processo per le indagini che hanno coinvolto anche la moglie, ma nessun altro mai lo saprà. Scusami se sono andata un po’ fuori tema, ma volevo confermarti che ti leggo sempre con piacere ed apprezzo molto quello che scrivi. Un saluto affettuoso.

  2. silvanascricci ha detto:

    Grazie, sia per il commento che per l’affetto con cui mi legge.
    Mi andrò a leggere la proposta di legge della Carlucci e scriverò un post.
    So che forse non servirà, ma almeno non me ne sarò stata zitta.
    Un abbraccio
    Silvana

  3. Cesco ha detto:

    l’ultima cosa che ho letto su De Magistris è che Di Pietro lo voleva candidare. a volte alcune di queste notizie (i post-fatti?) spuntano tipo a pagina 20 in una colonna striminzita a bordo pagina, ma ti parlo della repubblica. perché figurati se il giornale o il vespone nazionale ne parlano.

  4. asfodelo ha detto:

    Non è un caso. Purtroppo non lo è.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...