Sale d’attesa


Ho fatto una prova…

Ho prenotato una visita specialistica, dopo 10 giorni di attesa per l’appuntamento, da un noto luminare della città, che lavora anche in ospedale, nel suo studio privato.

Entro in un bellissimo palazzo e altrettando bellissimo studio e vedo 3 persone in attesa.

Sono prenotata alle ore 16.00 ed arrivo alle ore 16.00 (la puntualità è sempre stata il mio forte) e chiedo all’infermiera o forse dovrei dire alla hostess, se è già il mio turno.

Quella mi strabuzza gli occhi e mi dice con voce suadente: “signora ha queste persone che sono prima di lei”.

Io con voce altrettanto soave chiedo come mai se io sono puntualissima ho tre persone che mi precedono.

Lei con fare stralunato mi dice che il professore ha avuto molto da fare ed ha un lieve ritardo.

Dopo due ore sono ancora in attesa di essere ricevuta, vado dalla hostess e le chiedo quanto viene scontato dalla tariffa (350 euri) ogni quarto d’ora di ritardo.

Sbattendo le ciglia mi guarda scandalizzata e, rivolgendomi con accento isterico, dice: “ma sta scherzando?”

Io, con fare angelico, le chiedo se il tempo del luminare ha un peso ed un costo diverso dal mio, potrei avere anche altre cose da fare ed altrettando importanti e vitali.

La cosa più sconvolgente è stata la reazione degli altri pazienti, tutti a guardarmi come fossi una marziana, una psicopatica, finchè un signore distinto e ben vestito mi dice: “ma lei non capisce, il professore è un uomo importante, ha ben altre cose a cui pensare.”

Cioè spieghiamo bene, io pago 350 euri perchè lui faccia il suo mestiere e LUI ha ben altre cose a cui pensare? ma siamo diventati tutti matti?

Questi signori, che aspettano con infinita pazienza e grata sollecitudine del tempo che il luminare fa loro perdere a 350 euri a visita, sono gli stessi che in una struttura pubblica sbraiatano se il tempo di attesa supera i 15 minuti per un costo massimo di 36,15 euri a visita berciando che stanno sprecando tempo pagato con i loro soldi.

Ma dal luminare i soldi che spendono sono di qualcun’altro?

Ora io auspico che nel pubblico non vengano sprecati i soldi, che l’organizzazione sia la migliore possibile, che la puntualità dell’appuntamento venga rispettata perchè questo è sinonimo di un paese civile, ma altrettando se non di più lo pretendo dal luminare con la puzza sotto il naso che mi fa pagare uno sproposito e, che dio non voglia, non mi rilascia nemmeno la ricevuta ed evade le tasse perchè questo è sintomo di un paese incivile.

Dopo due ore e mezzo di ritardo vado dalla hostess, le dico che me ne vado e che il luminare può fare a meno di perdere del tempo con me, e che io posso fare a meno della consulenza di una persona presuntuosa ed irrispettosa del mio tempo e della mia dignità.

Ho riprenotato la visita presso la struttura pubblica del luminare, ho aspettato 5 giorni per l’appuntamento, 10 minuti per il tempo di attesa in ambulatorio, ho trovato amministrativi ed infermieri gentilissimi, ho speso 36,15 di visita con un medico che mi ha risolto il problema.

Si nota qualche differenza?

Questa voce è stata pubblicata in Politica e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Sale d’attesa

  1. Ma chi è questo disgraziato luminare? E soprattutto chi è il vecchietto che lo ha difeso? Che a me mi saltavano alla gola se aspettavano 20 minuti!!!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...