Silenzio


Sto lavorando alla creazione di un blog e di una pagina web per un mio amico, sono nel mio studio, alla mia scrivania mentre il termosifone mi scalda i piedi e la lampada, alla mia destra, diffonde una luce calda e risposante, se alzo gli occhi vedo la pioggia battere leggera sui vetri e riflettersi nella luce del lampione davanti a casa.

Sono concentrata e, solo da lontano, percepisco i chiacchericci di sottofondo che provengono dal salotto dove il mio gentil consorte, preso da un raptus di masochismo puro, sta ascoltando il prode moscone, quando tra uno stiracchiamento e l’accensione di una sigaretta mi distraggo per un attimo ed ascolto ciò che esce dal tubo catodico (anche se la televisione è a cristalli liquidi) e mi immobilizzo.

Sento il prode moscone che con voce rotta, emozionata e vibrante (da gran imbonitore alla venghino signori venghino a vedere il fenomeno da baraccone) racconta: signori signori udite in diretta da Como l’arrivo dell’ambulanza che porterà Eluana Englaro verso la morte.

E allora mi metto ad ascoltare dallo studio, perchè non voglio almeno vedere, lo scempio di un dolore privato, la desolazione di un genitore che ha un figlio morente da diciasette anni, la dolenza di un corpo che non ha coscienza di sè.

E allora vorrei solo il silenzio, il silenzio compassionevole della solidarietà, il silenzio dolente della misericordia, il silenzio indulgente della clemenza.

Poichè non sento nulla di silenzioso stacco anche la spina del computer e me ne vado a letto, amaraggiata dallo spettacolo indecente, osceno, impresentabile, turpe e trascurato del varietà.

Buonanotte … a tutti

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...