E’ giugno o settembre?


In questa mattina di giugno, che assomiglia ad un settembre triste e malinconico, ho la tentazione del ripensamento.

Ho l’inquietante sensazione di avere sbagliato tutto.

L’educazione di mia figlia, vetro soffiato e foglia sbattuta.

La scelta dell’uomo sposato, annerito aceto non più balsamico.

Il lavoro, prosciugante dragatore.

I contatti con mia madre, coperta corta che non ho mai scaldato.

La funzione di amante, sterile ventre inanimato.

Non più capace di alcun ruolo e di interpretarne nessuno.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Diario personale e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...