30/31 maggio 2000


Ci sono emozioni infantili, a cui i grandi uomini non soggiacciono, che scuotono l’anima.

Quando uno Scudo batte alla cassa è come avere dato tutto.

Notti in cui tutti ti sembrano conosciuti perchè scanditi dallo stesso battito, incanalati dalla stessa emozione e pensanti lo stesso pensiero.

Certe notti sono amiche e abbattono le barriere del censo e dell’ideologia, i perdenti diventano potenze e alzano al blu urla tonanti e silenziose

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Sport e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

5 risposte a 30/31 maggio 2000

  1. Certe notti son notti o le regaliamo a voi, tanto Mario riapre, prima o poi.

  2. silvanascricci ha detto:

    Lo so che sono un po’ matta o fanatica, ma certe notti sono così, come le abbiamo sempre immaginate e forse anche di più

  3. Pingback: Addio. Ma è stato per amore, solo per amore « Silvanascricci's Weblog

  4. alvi ha detto:

    Ciao Silvy. probabilmente lo sai la settimana scorsa è mancato Bufalini e mi è venuta un pò di malinconia per qualche tempo fa quando si vedevano giocatori veri e partite vere.
    O forse eravamo noi ad avere 30/35 anni in meno?
    Certo che guardare adesso dei givanotti che corrono, saltano e sparano tiri alla c***o…va bene atletica giocata ma che tristezza!
    una volta quelli che giocavano non erano più forti di quelli di adesso però sapevano cosa fare della palla e magari qualcuno segnava anche marcato: ardessi benevelli recalcati de rossi tomassi giomo, per citare i “normali”.
    Certo che Basile a 37 marie non riescono a tenerlo

    • silvanascricci ha detto:

      Caro Alvi, ero proprio a Treviso a vedere Reyer-Virtus e ne hanno ricordato la scomparsa.
      Sicuramente c’entrano anche i 30 anni in meno (che nella memoria tutto diventa migliore) però i giocatori erano davvero diversi, avevano tecnica e sapevano cosa fare della palla.
      Li vedi ora che cincischiano, sembrano avere in mano delle bombe a mano che non sanno come gestire, prendono, partono e sparano…
      A volte mi pare anche che sappiano sì e no le regole dello sport a cui stanno giocando.
      Basile, eh Basile sarà anche diventato famoso per i suoi tiri ignoranti, ma erano tiri mica cretini.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...